FOCUS - Acerbi ha già scacciato il fantasma di de Vrij FOCUS - Acerbi ha già scacciato il fantasma di de Vrij -> La volontà ferrea di vestire il biancoceleste nonostante una trattativa lunghissima, (...) ---  
Under 15 | Il calendario dei biancocelesti per la stagione 2018/19 Under 15 | Il calendario dei biancocelesti per la stagione 2018/19 -> Un nuovo cammino attende la squadra Under 15 del Settore Giovanile biancoceleste. La formazione (...) ---  
Under 16 | Il calendario dei biancocelesti per la stagione 2018/19 Under 16 | Il calendario dei biancocelesti per la stagione 2018/19 -> Nuovo campionato per la squadra Under 16 del Settore Giovanile biancoceleste. La formazione (...) ---  
Under 17 | Il calendario dei biancocelesti per la stagione 2018/19 Under 17 | Il calendario dei biancocelesti per la stagione 2018/19 -> Inizia una nuova stagione sportiva per la compagine Under 17 del Settore Giovanile biancoceleste. (...) ---  
Lazio, le donne agli ultras Lazio, le donne agli ultras -> In occasione della sfida contro il Napoli è circolato un volantino shock nella Curva Nord della (...) ---  
Diaconale: "Lazio bella e sfortunata contro il Napoli" Diaconale: "Lazio bella e sfortunata contro il Napoli" -> Arturo Diaconale, Portavoce della S.S. Lazio, è intervenuto quest'oggi ai microfoni di Lazio Style (...) ---  
 Lazio, il caso dei volantini Identificati gli autori    Lazio, il caso dei volantini Identificati gli autori -> Le nuove immagini acquisite dagli inquirenti durante la partita di sabato sera, avrebbero (...) ---  
Serie A  Juventus - Lazio del 25 agosto - vendita dei tagliandi Serie A Juventus - Lazio del 25 agosto - vendita dei tagliandi -> La S.S. Lazio comunica che, dalle ore 10:00 di oggi lunedi 20 agosto, saranno messi in vendita i (...) ---  
La dura prova di Luis Alberto La dura prova di Luis Alberto -> Solo un anno fa aveva stupito tutti tranne Simone Inzaghi, unico ad aver intravisto il (...) ---  
Black out e rimonte subite: con le big la Lazio non sa più vincere Black out e rimonte subite: con le big la Lazio non sa più vincere -> Negli occhi di tutti ci sono ancora le due splendide imprese contro la Juventus. Prima la (...) ---  
LaziAlmanacco di lunedì 20 agosto 2018 LaziAlmanacco di lunedì 20 agosto 2018 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di lunedì 20 agosto 2018 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Ultrà laziali contro le donne. Morace: Ultrà laziali contro le donne. Morace: -> Gli ultràavevano invitato le donne a non entrare nel "luogo sacro" della curva. (...) ---  
Dall'Inghilterra: «Lazio, no a 95 milioni per Milinkovic-Savic» Dall'Inghilterra: «Lazio, no a 95 milioni per Milinkovic-Savic» -> Secondo la stampa inglese, Lotito vuole 150 milioni per lasciar partire il centrocampista ROMA- La (...) ---  
Sconfitta col Napoli, Bastos reagisce in pieno stile Lazio Sconfitta col Napoli, Bastos reagisce in pieno stile Lazio -> È stato chiamato in causa all’inizio del secondo tempo quando Luiz Felipe ha alzato (...) ---  
#LazioNapoli | I numeri del match #LazioNapoli | I numeri del match -> Si apre con una sconfitta casalinga la Serie A TIM 2018/19 per la Prima Squadra della Capitale. (...)

Visto da me: Lazio-Atalanta 1-1

Sottoscritto da: Biancocelesti Data: Lunedì 7 Maggio 2018, 03:41:19 Visualizazioni: 219
Sommario: di MagoMerlino




Già alla vigilia sembrava una impresa ardua battere l'Atalanta, certe regole non si smentiscono facilmente, Luis Alberto ringrazia.
La Lazio messa in campo da Inzaghi non ha tenuto conto dell' attuale stato di forma dei suoi, della qualità dei giocatori al momento a disposizione e delle caratteristiche degli avversari, che hanno dimostrato ottima tenuta atletica, buoni schemi e qualche individualità al di sopra della media, Cristante su tutti (prenderlo sarebbe un buon colpo, ma adesso con la qualificazione in UCL in forse er sor tentenna difficilmente proverà ad anticipare la concorrenza).
Atalanta che in buona sostanza ha dominato la partita, tenendo bene il campo, organizzando meglio il gioco, effettuando un pressing costante che ha sempre messo in difficoltà i centrocampisti della Lazio, creando più palle gol, esaltando Strakosha, sicuramente migliore in campo.
La Lazio è riuscita a giocare una ventina di minuti e non più, dopo il palo Atalantino che avrebbe potuto chiudere con largo anticipo la questione. Bella l'azione del pareggio, con Luis Alberto che pesca in area Caicedo che d'anticipo supera Berisha, poco dopo ancora il centravanti Laziale va vicino al gol con un colpo di testa finito alto e questa è da considerarsi l'ultima azione da rete della partita da parte della Lazio.
Uscito Luis Alberto, sostituito da Felipe Anderson che proverà quasi da solo a sfondare la difesa atalantina, che è sempre riuscita a fermarlo raddoppiando la marcatura sul brasiliano, l'Atalanta ha preso in mano la partita costruendo diverse azioni pericolose.
Inzaghi non è riuscito a trovare alternative valide per cercare di cambiare la deriva della partita, saldamente nelle mani degli uomini di di Gasperini, un po' perché costretto ad effettuare cambi obbligati, un po' perchè il materiale a disposizione in panchina non era della qualità adatta ad affrontare in emergenza una partita così delicata.

Il pareggio alla fine può considerarsi un punto guadagnato, ora bisognerà fare in modo di arrivare a quella che quasi sicuramente sarà la partita decisiva per la qualificazione i UCL, in casa contro l'Inter, con due risultati a disposizione, non sarà facile per la Lazio vista oggi in campo reggere la voglia di salvezza del Crotone, così come potrebbe non bastare riuscire a strappare un pareggio in Calabria, se l'Inter vincerà con più di 6 gol di scarto contro il Sassuolo, che è storicamente sempre molto interessato alle alleanze di mercato per provare a resistere contro certi avversari.

Bisognerà vedere come la Lazio, con quali calciatori e quale tattica, sarà in grado di affrontare il Crotone, quella vista oggi in campo negli ultimi 20 minuti, non riuscire a tenere un pallone, non riuscire a portare un pericolo dalle parti della porta avversaria e in continuo affanno e mancanza di lucidità in almeno 8 dei calciatori in campo, qualche dubbio lo lascia.

Strakosha come detto migliore in campo, Cáceres e Ramos i peggiori, Leiva stanco e bloccato dalla spada di Damocle della diffida, Murgia volenteroso ma sempre troppo leggero sui contrasti ha corso tanto, spesso a vuoto e senza criterio, Marusic non ha mai trovato lo spunto per saltare l'avversario, Lulic sulle gambe dopo 30 minuti ha comunque retto fino alla fine, anche se da una sua indecisione in collaborazione con Luis Alberto è partita l'azione del gol atalantino. Caicedo finchè ha retto ha fatto il suo, poi è crollato come dimostrato al quarto d'ora di gioco del secondo tempo in uno dei pochi contropiedi portato avanti da Felipe Anderson, dove è riuscito ad arrivare dalle parti del limite dell'area di rigore atalantina, quando ormai Felipe Anderson aveva perso il pallone, perché non aveva trovato collaborazione e gli avversari erano già ripartiti verso l'area di Strakosha. Se l'unica punta di ruolo a disposizione di Inzaghi possiede una autonomia non supeiore all'ora di gioco, abbiamo molti problemi. Nota finale per Milinkovic Savic, fallito l'esperimento di farlo giocare da centravanti, partita la sua, nel complesso, non delle migliori.

C'è da lavorare e molto per Inzaghi, se si vuole raggiungere un risultato gratificante come la qualificazione in UCL, dovrà dimostrare di saper dare un gioco alla squadra anche quando mancano i migliori. Purtroppo ora sta pagando la sua eccessiva arrendevolezza nell'accettare le strategie (?!?) nel mercato invernale da parte del candidato al senato. Certo è che finchè si è giocato ogni tre giorni, ci sono stati pochi infortuni, ora che si ha l'intera settimana a disposizione per lavorare, gli infortuni aumentano.

Votazione: Questo articolo non è stato ancora votato.