Manzini presenta la sua biografia: “Io, uno contro tutti: ecco perché” Manzini presenta la sua biografia: “Io, uno contro tutti: ecco perché” -> A margine dell’evento di presentazione della propria biografia, dal titolo “Uno contro tutti”, lo (...) ---  
Pedullà: "Domenica abbiamo creato molto, ora andremo a Milano senza paura" Pedullà: "Domenica abbiamo creato molto, ora andremo a Milano senza paura" -> Emanuela Pedullà, giocatrice della Lazio Women, è intervenuta ai microfoni di Lazio Style Radio, (...) ---  
Milinkovic, che succede? Da fenomeno a  Milinkovic, che succede? Da fenomeno a "normale" -> Il serbo è il fantasma del giocatore ammirato la scorsa stagione: ecco i numeri (...) ---  
Lazio, la lettera di Wilson a Pulici:  Lazio, la lettera di Wilson a Pulici: "Ciao Felice, te ne sei andato via in punta di piedi..." - VIDEO -> È il giorno dell'ultimo saluto a Felice Pulici e in tanti hanno raggiunto la chiesa (...) ---  
#TrainingSession | Allenamento di ripresa per i biancocelesti #TrainingSession | Allenamento di ripresa per i biancocelesti -> Allenamento mattutino per la Prima Squadra della Capitale che, quest’oggi, si è ritrovata presso (...) ---  
Lopez: "La classifica è corta, tutto può ancora accadere" Lopez: "La classifica è corta, tutto può ancora accadere" -> Antonio Lopez, ex centrocampista biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, (...) ---  
Canigiani: "Per la partita contro il Cagliari ci sono molte offerte e promozioni" Canigiani: "Per la partita contro il Cagliari ci sono molte offerte e promozioni" -> Marco Canigiani, responsabile del settore marketing biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di (...) ---  
Lazio, Conceicao: " Io dico ‘Forza Lazio’” Lazio, Conceicao: " Io dico ‘Forza Lazio’” -> Durante la conferenza stampa che anticipa la partita contro il Moreirense di Coppa (...) ---  
Garlini: "Ieri Luis Alberto è entrato bene a gara in corso" Garlini: "Ieri Luis Alberto è entrato bene a gara in corso" -> Oliviero Garlini, ex giocatore biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, (...) ---  
#AtalantaLazio | I numeri del match #AtalantaLazio | I numeri del match -> Quinto stop stagionale in Serie A TIM per la Prima Squadra della Capitale che, ieri sera, ha (...) ---  
Zapata, braccio regolare Offside Acerbi di un tallone  Zapata, braccio regolare Offside Acerbi di un tallone -> Orsato governa la partita in modo autorevole: due gli episodi decisivi, entrambi risolti con il (...) ---  
LaziAlmanacco di martedì 18 dicembre 2018 LaziAlmanacco di martedì 18 dicembre 2018 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di martedì 18 dicembre 2018 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
LE PAGELLE - Lazio, il coraggio di Acerbi non basta. Radu, errore decisivo LE PAGELLE - Lazio, il coraggio di Acerbi non basta. Radu, errore decisivo -> STRAKOSHA 5.5: Prende gol che nemmeno s’è ancora sputato sui guanti: Zapata è troppo (...) ---  
#AtalantaLazio | Post partita, conferenza stampa Inzaghi: "Un punto sarebbe stato importante" #AtalantaLazio | Post partita, conferenza stampa Inzaghi: "Un punto sarebbe stato importante" -> Nel post partita di Atalanta-Lazio, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto in (...) ---  
#TrainingSession | Domani biancocelesti in campo alle 11:00 #TrainingSession | Domani biancocelesti in campo alle 11:00 -> Archiviata la 16ª giornata di campionato, la Prima Squadra della Capitale è ora chiamata a (...)

Visto da me: Lazio-Milan 1-1

Sottoscritto da: Er Matador Data: Mercoledì 28 Novembre 2018, 04:18:23 Visualizazioni: 55
Sommario: di MagoMerlino




L'urlo di tutto lo stadio al gol di Correa avrebbe meritato di salutare una rete di ben altra importanza, invece è stato un urlo liberatorio per lo scampato pericolo di una sconfitta che avrebbe avuto il sapore della beffa, non per i valori espressi in campo, ma perché il Milan rabberciato messo in campo da Gattuso (no dico, Gattuso!!!!!!!!!!) poteva valere una Sampdoria, un Genoa, un Frosinone.

Contro un avversario modesto ma ben messo in campo da Gattuso (Gattuso!!!!!!) corto, chiuso, pronto nelle ripartenze, la Lazio di Inzaghi non è riuscita a trovare ritmo, giocate, spunti, fantasia per vincere la partita.
La Lazio ha mostrato una sterile supremazia territoriale, ma vicino alla vittoria c'è andato di più il Milan, nel primo tempo dopo un buco difensivo della coppia Radu-Lulic che aveva liberto Suso, c'è voluto Strakosha a deviare sul palo il tiro milanista.
Nel secondo tempo azione fotocopia di quella del primo, questa volta il buco difensivo è di Lukaku, che libera Calabria per il cross al centro, il tiro  di Kessie è deviato da Wallace per il gol del vantaggio milanista.

Alla Lazio è mancata la fantasia della coppia Luis Alberto - Milinkovic Savic, Inzaghi insiste a ripresentarli insieme, ma i due continuano a deludere, forse sarebbe il caso di valutarli meglio durante la settimana e schierarli solo quando daranno garanzia di rendimento. Contro il Milan anche Immobile è apparso involuto, le delusioni in nazionale evidentemente gli lasciano scorie che non smaltisce.
Ma a deludere è stato soprattutto Inzaghi, non è la prima volta quest'anno che l'allenatore avversario gliela incarta, ieri ci è riuscito Gattuso (Gattuso!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!) che ha trovato modulo e schieramento efficace e fino a 60 secondi dalla fine aveva cullato una vittoria e tre punti alla vigilia impensabili.
A confermare l'assoluta emergenza in cui si è presentato il Milan, il fatto che, una volta verificato che l'assetto iniziale era giusto, Gattuso (Gattuso!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!) non ha effettuato cambi, per non rompere l'equilibrio che aveva trovato nel suo gioco.
La Lazio nelle medesime condizioni d'emergenza sarebbe stata in grado di fornire una prestazione concreta e positiva come quella del Milan?

Inzaghi oltre ad insistere con un modulo che sta mostrando chiari limiti sia in fase di non possesso che in quello di costruzione, contro il Milan ha tirato fuori dal suo cilindro la doppia sostituzione Luis Alberto - Milinkovic Savic, per Correa e Lukaku.
Se la sostituzione di un evanescente Luis Alberto con Correa, alla fine si può considerare vincente, perché il gol del pareggio è stato realizzato proprio da Correa, la sostituzione di Milinkovic Savic, giustificata dal fatto che il giocatore era stato ammonito, con Lukaku ha offerto più di una perplessità.

Sono almeno due anni che si chiede l'acquisto di giocatori in grado di mandare in panchina Parolo e Lulic, due pilastri della Lazio, ma che denotano ormai problemi di tenuta fisica ad ogni partita e scopriamo che in panchina finiscono Luis Alberto e Milinkovic Savic, mentre, pur con tutti i loro limiti, Parolo e Lulic sembrano imprescindibili e devono rimanere in campo  anche quando sembrano stremati come Lulic ieri.

Il gioco della Lazio ha prodotto poco, un paio di tiri dal limite finiti fuori, mentre l'unica parata decisiva Donnarumma l'ha effettuata a metà del secondo tempo su un colpo di testa di Wallace.
Altro pericolo una incursione di Immobile che da posizione molto defilata invece di provare a centrare il pallone per qualche compagno in area, ha tentato di superare il portiere sul suo palo.
Due volte Marusic è riuscito ad inserirsi in area ma la scelta dell'ultimo passaggio in entrambe le occasioni è stata clamorosamente sbagliata.
L'azione migliore del primo tempo quella che porterà al gol di Milinkovic Savic annullato per un evidente fuorigioco di Immobile. Bella inoltre la realizzazione del gol del palleggio di Correa.

Buona nel complesso la prestazione di Badelj, bravo in un paio di circostanze Strakosha, che comunque ha evidenziato gli ormai soliti limiti nelle uscite e nei rinvii di piede, che stanno diventando un vero problema per la retroguardia Laziale. Ottimi un paio di recuperi di Acerbi.

Adesso ci dovrebbe essere un ciclo di partite alla portata della Lazio, non che il Milan fosse chissà quale ostacolo, verificheremo se Inzaghi riesce a trovare le alternative per continuare a difendere la quarta posizione e magari riuscire a migliorarla sfruttando gli scontri diretti delle prossime giornate.

La società è attesa a fare il proprio dovere nell'ormai prossima finestra di mercato e in campo politico nel farsi sentire nei giusti modi e maniere per ottenere rispetto dagli arbitri, non che l'arbitraggio di Banti si possa ritenere decisivo ai fini del risultato, ma l'atteggiamento e la conduzione della partita è stato irritante e i giocatori finiscono per innervosirsi, l'espulsione di Inzaghi conferma questo latente nervosismo nei confronti dei direttori di gara e la reazione all'arbitro dopo l'espulsione è stata la migliore cosa della giornata da parte dell'allenatore.
Nota a margine alla fine Gattuso (Gattuso!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!) ha avuto il coraggio con i suoi giocatori di andarsi a lamentare dall'arbitro!

Votazione: Questo articolo non è stato ancora votato.