#LazioParma | Inzaghi: "Teniamo alla Coppa Italia, la concentrazione è solo a domani" #LazioParma | Inzaghi: "Teniamo alla Coppa Italia, la concentrazione è solo a domani" -> Alla vigilia del match con il Parma, valido per gli ottavi di finale di Coppa Italia, il tecnico (...) ---  
Lazio, Luiz Felipe, serve l'operazione alla caviglia?  Lazio, Luiz Felipe, serve l'operazione alla caviglia? -> Il difensore salta Coppa e Sassuolo. L'intervento, originariamente previsto a fine stagione, (...) ---  
Lazio, il KO di Luiz Felipe apre a riflessioni: si valuta reintegro di Vavro Lazio, il KO di Luiz Felipe apre a riflessioni: si valuta reintegro di Vavro -> Il KO di Luiz Felipe ha creato diversi problemi in casa Lazio, dove ora sono ore di riflessione. (...) ---  
LaziAlmanacco di mercoledì 20 gennaio 2021 LaziAlmanacco di mercoledì 20 gennaio 2021 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di mercoledì 20 gennaio 2021 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Nota della Società: Luis Alberto operato per appendicite acuta Nota della Società: Luis Alberto operato per appendicite acuta -> Nella serata odierna, presso la Clinica Paideia, il calciatore Luis Alberto è stato sottoposto in (...) ---  
Nota del Presidente Nota del Presidente -> Voglio esprimere la mia più totale e incondizionata solidarietà a Gabriele Paparelli, ancora una (...) ---  
Lazio ai piedi di Luis Alberto: re del derby come (e meglio) di Mancini Lazio ai piedi di Luis Alberto: re del derby come (e meglio) di Mancini -> Ci sono gol, ci sono doppiette, e poi ci sono gol e doppiette in un derby. E Luis Alberto, il (...) ---  
Calciomercato Lazio, Djavan Anderson dice no al prestito al Crotone Calciomercato Lazio, Djavan Anderson dice no al prestito al Crotone -> Il rientro di Lulic lo ha fatto scivolare indietro nelle gerarchie di Inzaghi. Djavan Anderson non (...) ---  
Giudice Sportivo | Cinque sanzioni in casa biancoceleste Giudice Sportivo | Cinque sanzioni in casa biancoceleste -> La 18ª giornata di Serie A TIM è andata ormai in archivio e la Prima Squadra della Capitale si (...) ---  
Primavera 1 TIM | Lazio-Milan, la designazione arbitrale Primavera 1 TIM | Lazio-Milan, la designazione arbitrale -> Sabato 23 gennaio 2021, la squadra guidata da mister Leonardo Menichini affronterà il Milan presso (...) ---  
Paparelli e gli insulti, il figlio Gabriele: "Basta, intervenga la Roma" Paparelli e gli insulti, il figlio Gabriele: "Basta, intervenga la Roma" -> ''Adesso basta, non ne posso più,mi sta ribollendo il sangue. Voglio vivere la morte di (...) ---  
Comunicato 19.01.2021: ARP Youth Sector Comunicato 19.01.2021: ARP Youth Sector -> Mercoledì 20 gennaio alle ore 15:00 presso la Sala Stampa dello Stadio Olimpico di Roma, alla (...) ---  
Lazio, Milinkovic l'indispensabile: i numeri  Lazio, Milinkovic l'indispensabile: i numeri -> Il centrocampista serbo, oltre a confermarsi incisivo in zona gol, sta rivelandosi decisivo come (...) ---  
Lazio, Luiz Felipe ancora out: il brasiliano vola in Germania per dei controlli Lazio, Luiz Felipe ancora out: il brasiliano vola in Germania per dei controlli -> Un derby dolceamaro per Luiz Felipe, che contro la Roma ha collezionato anche la 100ª presenza con (...) ---  
Lazio, Lulic è pronto: un anno dopo il capitano può ripartire dalla Coppa Italia Lazio, Lulic è pronto: un anno dopo il capitano può ripartire dalla Coppa Italia -> Ha festeggiato ieri i suoi 35 anni a Formello con i compagni, il capitano Senad Lulic. Rientrato a (...)

Visto da me: Lazio-Bruges 2-2

Sottoscritto da: Er Matador Data: Sabato 12 Dicembre 2020, 16:32:46 Visualizazioni: 43
Sommario: di Er Matador



Stavolta ho potuto seguire solo il secondo tempo, quindi la parte peggiore della prestazione.

Ripresa che la Lazio in realtà aveva iniziato bene, applicando l’adagio del Barone Liedholm per cui se la palla ce l’hai tu non ce l’hanno gli altri.
Quello dei biancocelesti non era uno stucchevole tiki-taka, quanto un assedio intelligente col quale si otteneva il risultato di gestire il ritmo della gara, stancare gli avversari facendoli correre a vuoto, tentare qualche affondo per chiudere la partita quando se ne presentava l’opportunità.

Lì è subentrato il vero problema di questa squadra: la testa, sottoforma di limiti di personalità che si traducono nel proverbiale soldo perennemente mancante per fare la lira.
Poco convinti, dall’atteggiamento persino dimostrativo, gli spunti offensivi; improvviso e rovinoso il crollo, come sempre, quando il gruppo ha smesso di giocare al massimo.
I cambi, concentrati in un’unica sessione, hanno tolto troppi punti di riferimento disorientando ulteriormente gli undici in campo anziché rinfrescarne le fila.
Il Bruges, ancorché di molto inferiore sul piano tecnico, si è confermato molto più squadra quanto a tenuta fisica, organizzazione, capacità di ottenere il meglio dai propri mezzi: fino a quella traversa, che popolerà a lungo gli incubi di parecchi tifosi nonostante il lieto fine.

Passando ai singoli, si è capita l’utilità di Hoedt al di là dei suoi meriti personali: tenere separati Luiz Felipe e Acerbi, che quando si trovano vicini nello schieramento difensivo diventano i due bordi di una voragine.
Dopo la scellerata esibizione contro lo Spezia, hanno offerto il bis con un secondo gol da raccontare ai nipotini, ma a quelli dell’attaccante belga.
Colpa, al di là della deconcentrazione e delle loro prestazioni singole, di un reparto che assume troppo spesso la fisionomia di un esercito in rotta per totale mancanza di organizzazione.

Capitolo Reina: sul primo gol ha l’attenuante di condividere la respinta corta con Mignolet, estremo difensore dal repertorio tecnico assai solido e inventatosi nella ripresa portiere-libero.
L’intervento appare comunque gravemente deficitario per vari motivi, a partire dalla differente difficoltà della conclusione.
Quanto al terreno viscido, lo spagnolo aveva già dimostrato grande padronanza nel gestirlo usando il petto, come ausilio per la presa, al fine di trattenere il pallone nei paraggi.
L'atteggiamento passivo con cui si è lasciato rimbalzare addosso la sfera sottintende un momentaneo calo di concentrazione e reattività, e il fatto che si sia verificato appena dopo il vantaggio lascia una sensazione particolarmente dubbia.
Peggio ancora la sua mancata uscita sul per fortuna definitivo 2-2, in pieno stile Strakosha: che il lavoro dei preparatori cominci a sortire i suoi effetti?

Votazione: Questo articolo non è stato ancora votato.