BiancoCelesti

Notizie dal mondo Lazio => News => Topic aperto da: News Biancocelesti - Venerdì 11 Gennaio 2019, 13:13:00

Titolo: Biava: "La vittoria della Coppa Italia 2013, ne sarò sempre orgoglioso"
Inserito da: News Biancocelesti - Venerdì 11 Gennaio 2019, 13:13:00
www.sslazio.it (http://www.sslazio.it/it/news/ultime-news/51050-biava-la-vittoria-della-coppa-italia-2013-ne-saro-sempre-orgoglioso)
(http://www.sslazio.it/images/news/NEWS2016/Varie/Biava_26maggio.jpg)
Giuseppe Biava, ex difensore biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 di Sky:

"Mi accorgo ogni giorno che passa che i tifosi non mi hanno dimenticato, mi salutano sempre e questo affetto mi fa piacere, qui a Bergamo pur avendo l’Atalanta o le milanesi vicine ci sono molti tifosi laziali. Ricordo ancora con piacere il trionfo del 26 maggio, aver vinto contro i rivali storici in una finale è successo solo una volta in 119 anni. Un ricordo ed un’emozione che mi porterò sempre dietro, indelebile. Sarò sempre fiero ed orgoglioso di aver fatto parte di quel gruppo fantastico.

Quando si parla di Lazio noto sempre questo affetto e riconoscenza, sarei contento se fra tanti anni i tifosi biancocelesti mi ricorderanno ancora con piacere, sarebbe bellissimo. Ai tempi che ero a Roma se incontravo qualche ex giocatore della Lazio mi faceva piacere fermarmi a fare due chiacchere sulla storia biancoceleste. L’ultima Lazio-Novara la ricordo perfettamente, abbiamo fatto questa splendida vittoria, l’ho sbloccata io e poi Rocchi ha chiuso i discorsi con la sua doppietta. Sabato si farà un minimo di turnover, giocherà chi si è visto di meno in questa metà di stagione anche se penso che alla fine giocheranno la maggior parte dei calciatori titolari, una sorta di rodaggio in vista di Napoli.

Il recupero di Leiva è stato fondamentale, quando gioca si vede, è un ottimo centrocampista nelle due fasi ed è determinante per Inzaghi e la Lazio. Quando non c’è Leiva si sente, manca un giocatore come lui, è insostituibile. Questa sosta è utile per ricaricare le batterie per prepararsi al girone di ritorno, dove i biancocelesti dovranno provare ad arrivare in Champions. In Europa League si dovrà cercare di arrivare fino in fondo. Acerbi è un bravissimo ragazzo, un giocatore leale, oltre ad apprezzare le sue qualità lo stimo anche fuori dal campo. Un ottimo giocatore, ho un carattere simile a lui, è normale che i tifosi lo apprezzino per il suo carisma e serietà. Ho giocato con Zappacosta, è un giocatore di qualità che con l’esperienza maturata penso possa essere un buon acquisto per la Lazio.

A mio parere il suo ruolo è l’esterno di centrocampo a cinque, sarebbe perfetto per il modulo di Inzaghi, sarebbe uno da Lazio. Radu incarna lo spirito laziale, ha il cuore biancoceleste. Lui e Lulic sono i simboli di questa squadra".