‘Player of the Season’ | Vota il gol vincitore del contest ‘Player of the Season’ | Vota il gol vincitore del contest -> Un ‘altra stagione passa in archivio. Nel 2018-2019 la Lazio si è consacrata ed è riuscita ad (...) ---  
Lazio, l'organizzazione offensiva non ti manca: secondo posto in Serie A Lazio, l'organizzazione offensiva non ti manca: secondo posto in Serie A -> Non è sinonimo di gol, ma questa statistica riportata da Calcio Datato stona un po' (...) ---  
Lazio, Mauri: “Radu non teme la concorrenza”. E su Milinkovic... Lazio, Mauri: “Radu non teme la concorrenza”. E su Milinkovic... -> Ex compagni di squadra, Stefano e Stefan. Entrambi leader della Lazio, romani (...) ---  
Lazio Nuoto, Colosimo: “C'è grande incertezza, rischiamo di sparire..." Lazio Nuoto, Colosimo: “C'è grande incertezza, rischiamo di sparire..." -> Calma piatta. Nulla di nuovo si muove all'orizzonte per la Lazio Nuoto, ancora in (...) ---  
Lazio, Cataldi ha la media tiri-gol più alta tra i biancocelesti: il dato  Lazio, Cataldi ha la media tiri-gol più alta tra i biancocelesti: il dato -> Dodici presenze, diciotto considerando anche le 6 in Europa League. Poi due gol e un (...) ---  
Scuola Calcio 2019-2020 | Iscrizioni prorogate di ventiquattr'ore Scuola Calcio 2019-2020 | Iscrizioni prorogate di ventiquattr'ore -> Le richieste per l’ammissione alla Scuola Calcio S.S. Lazio per la stagione 2019/20 si erano (...) ---  
L'agente di Lazzari apre alla Lazio: 'È una destinazione gradita a Manuel' L'agente di Lazzari apre alla Lazio: 'È una destinazione gradita a Manuel' -> In casa Lazio, Manuel Lazzari resta l'obiettivo numero uno per rinforzare la corsia di (...) ---  
Lazio a un passo da Jony: cifre e dettagli dell'operazione Lazio a un passo da Jony: cifre e dettagli dell'operazione -> Jonathan Rodríguez Menéndez, meglio noto come Jony, è a un passo dalla Lazio. Tare ha (...) ---  
Lotito: 'Il Milan voleva Tare, ma alla Lazio si lavora meglio. Inzaghi, il ciclo non è finito. Milinkovic via se lo vuole' Lotito: 'Il Milan voleva Tare, ma alla Lazio si lavora meglio. Inzaghi, il ciclo non è finito. Milinkovic via se lo vuole' -> "Trattenere sia Tare che Inzaghi? Nessuna fatica. Era naturale che restassero. Sono qui (...) ---  
Calciomercato, l'agente di Lazzari Calciomercato, l'agente di Lazzari -> CALCIOMERCATO LAZIO - Manuel Lazzari resta l'obiettivo numero uno per la corsia di (...) ---  
Calciomercato Lazio, Tare Calciomercato Lazio, Tare -> È concreta la pista che potrebbe portare Pedro Neto e Bruno Jordao al ritorno in (...) ---  
Lazio, ora Inzaghi può sfatare il tabù Sarri: ecco il dato Lazio, ora Inzaghi può sfatare il tabù Sarri: ecco il dato -> Inzaghi e Sarri. Uomini diversi, allenatori concettualmente lontani per esperienze e (...) ---  
LaziAlmanacco di lunedì 17 giugno 2019 LaziAlmanacco di lunedì 17 giugno 2019 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di lunedì 17 giugno 2019 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Romulo, in dubbio il riscatto della Lazio: la situazione Romulo, in dubbio il riscatto della Lazio: la situazione -> Secondo quanto riporta oggi Tuttosport, non è certo il riscatto di Romulo da parte della (...) ---  
Lazio, Immobile risponde alle accuse: il messaggio sui social - FT Lazio, Immobile risponde alle accuse: il messaggio sui social - FT -> Dopo il comunicato diffuso da Paolo Rodella, il suo legale, Immobile risponde in prima (...)

Autore Topic: Falbo: "Che emozione l'abbraccio di ieri con la Curva Nord!"  (Letto 27 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 17220
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
Falbo: "Che emozione l'abbraccio di ieri con la Curva Nord!"
« : Martedì 21 Maggio 2019, 19:00:59 »
www.sslazio.it

Luca Falbo, difensore della Primavera biancoceleste, è intervenuto quest'oggi ai microfoni di Lazio Style Radio, FM 89.3: 

"Alla nostra stagione darei un otto, abbiamo concluso in bellezza, potevamo farlo prima, ma con le fasi finali la vittoria è stata più bella e più divertente. Il gruppo è venuto fuori dopo un anno di duro lavoro, la promozione era la volontà di tutti. Eravamo partiti bene, poi abbiamo avuto un calo, ma siamo riusciti a raddrizzare la stagione ed a chiudere in bellezza. In alcune partite durante l’anno è mancata la giusta mentalità, poi abbiamo acquisito consapevolezza e convinzione nei nostri mezzi.

Ieri è stata un’emozione straordinaria essere sotto la Nord e ricevere l’applauso di tutti i tifosi, una serata indimenticabile che mi rimarrà impressa nella mente per sempre, veramente una bellissima esperienza. Con Armini mi sono congratulato per il suo esordio in Serie A, se lo meritava per la sua crescita esponenziale. È entrato in campo molto bene, con personalità, sembrava un veterano. Alla mia annata come voto mi darei sempre un otto, il mio percorso ha rispecchiato un po’ quello della squadra. L’unico rammarico che ho è di non aver segnato nemmeno un gol anche se ho realizzato dieci assist. Sono molto cresciuto sia in campo che fuori, a 360 gradi. Bonacina è stato bravo a tenerci uniti fin dall’inizio trasmettendoci sempre la voglia di lavorare, se il gruppo è compatto e rema tutto verso un unico obiettivo allora si ottengono risultati importanti. C’è sempre stata armonia ed unità d’intenti. Ho preso quattro pali ed una traversa ed inoltre i portieri avversari hanno compiuto certi interventi prodigiosi, sono stato un po’ sfortunato su questo fatto. Devo crescere su tutto, per arrivare in Serie A devi essere pressoché perfetto. Mi sento migliorato sia nella fase difensiva, nell’uno contro uno, che nella fase offensiva. Il ruolo che più mi si addice è l’esterno di centrocampo, lo sento mio e sono consapevole che posso essere prezioso ed importante.

Il rigore in semifinale contro il Lecce è stato determinante, siamo partiti male in quella gara, poi l’abbiamo raddrizzata ed in quel momento abbiamo capito che potevamo vincere il titolo, è stato il momento in cui le cose sono andate per il meglio. L’attacco della Lazio è completo, si sono tutti resi protagonisti quando sono stati chiamati in causa. Tutto ciò è frutto di un lavoro corale e di gruppo. Giocare i Play-off al Fersini è stato fondamentale, disputare le gare davanti al proprio pubblico è stato determinante. Con il mister ho instaurato un bellissimo rapporto, per il prossimo anno non so cosa succederà, non ho l’ho mai capito, vedremo se le nostre strade si divideranno o continueranno insieme. Come punti di riferimento ho Alonso del Chelsea o Marcelo del Real Madrid. Quello che però mi piace di più è Maicon ai tempi dell’Inter, un calciatore straordinario. Nella Lazio direi Rómulo, mi piace come interpreta quel ruolo. Quando mi sono allenato con la Prima Squadra mi hanno messo tutti a mio agio aiutandomi in ogni modo, questo per me è stato importantissimo".

Vai al forum