#Auronzo2019 | Cataldi: "Siamo una squadra competitiva, vogliamo andare avanti in tutte le competizioni" #Auronzo2019 | Cataldi: "Siamo una squadra competitiva, vogliamo andare avanti in tutte le competizioni" -> Al termine dell'allenamento pomeridiano, il centrocampista biancoceleste Danilo Cataldi (...) ---  
#TrainingSession | Seduta pomeridiana per i biancocelesti #TrainingSession | Seduta pomeridiana per i biancocelesti -> Allenamento pomeridiano per la Prima Squadra della Capitale che, dopo aver svolto una seduta (...) ---  
Under 17 | Fabio Capotosti è un nuovo calciatore biancoceleste Under 17 | Fabio Capotosti è un nuovo calciatore biancoceleste -> Nuovo rinforzo per lUnder 17 biancoceleste: Fabio Capotosti un nuovo calciatore della Lazio! (...) ---  
#Auronzo2019 | Conferenza stampa, Lulic: "I nostri obiettivi non cambiano, siamo un gruppo spettacolare" #Auronzo2019 | Conferenza stampa, Lulic: "I nostri obiettivi non cambiano, siamo un gruppo spettacolare" -> Il centrocampista biancoceleste Senad Lulic intervenuto quest'oggi in conferenza stampa dal (...) ---  
#TrainingSession | Seduta tra palestra e campo per i biancocelesti #TrainingSession | Seduta tra palestra e campo per i biancocelesti -> Allenamento mattutino per la Prima Squadra della Capitale che, questoggi, si ritrovata presso (...) ---  
#Auronzo2019 | Cerasaro: "In ritiro c'è un ottimo clima, stiamo lavorando sulle nostre consapevolezze" #Auronzo2019 | Cerasaro: "In ritiro c'è un ottimo clima, stiamo lavorando sulle nostre consapevolezze" -> Il match analyst biancoceleste Ferruccio Cerasaro intervenuto ai microfoni di Lazio Style (...) ---  
Risolti tutti i problemi tecnici nel punto vendita di Via Calderini Risolti tutti i problemi tecnici nel punto vendita di Via Calderini -> Si comunica che il punto vendita Lazio Style 1900 di Via Guglielmo Calderini 66/C, da questo (...) ---  
#Auronzo2019 | Allavena: "Ecco come studiamo gli avversari della Lazio" #Auronzo2019 | Allavena: "Ecco come studiamo gli avversari della Lazio" -> Enrico Allavena, match analyst biancoceleste, intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, (...) ---  
Lopez: "Prima settimana del ritiro estremamente positiva" Lopez: "Prima settimana del ritiro estremamente positiva" -> Antonio Lopez, ex centrocampista biancoceleste, intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, (...) ---  
#Auronzo2019 | Conferenza stampa Senad Lulic #Auronzo2019 | Conferenza stampa Senad Lulic -> Undicesimo giorno di ritiro sotto le Tre Cime di Lavaredo per la Prima Squadra della Capitale. I (...) ---  
LaziAlmanacco di marted 23 luglio 2019 LaziAlmanacco di marted 23 luglio 2019 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di marted 23 luglio 2019 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
#TrainingSession | Domani si torna in campo #TrainingSession | Domani si torna in campo -> Archiviato il giorno di riposo concesso da mister Simone Inzaghi, domani i biancocelesti (...) ---  
Coppa Italia 2019-2020 | Il tabellone dei biancocelesti Coppa Italia 2019-2020 | Il tabellone dei biancocelesti -> Riprender dagli ottavi di finale il cammino dei biancocelesti, campioni in carica, nella nuova (...) ---  
Canigiani: "Soddisfatti per questa fase della campagna abbonamenti" Canigiani: "Soddisfatti per questa fase della campagna abbonamenti" -> Marco Canigiani, responsabile del marketing biancoceleste, intervenuto ai microfoni di Lazio (...) ---  
Gianni Elsner, la radio e la Lazio: Una bandiera per la vita Gianni Elsner, la radio e la Lazio: Una bandiera per la vita -> Quello tra Gianni e la radio un connubio che ha creato del bene, possiamo dire che lui (...)

Autore Topic: Lazio, non chiamarlo Lulic 71: il tuo capitano molto di pi  (Letto 25 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 17708
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
Lazio, non chiamarlo Lulic 71: il tuo capitano molto di pi
« : Sabato 18 Maggio 2019, 12:00:07 »
www.LaLazioSiamoNoi.it



                           Il 26 maggio come spartiacque, ma niente di pi. La storia di Senad Lulic alla Lazio composta da un prima, jolly di grande utilit tattica, e un dopo, uomo del destino. Nel mezzo c' quella data storica, un successo irripetibile e per questo leggendario, epico. Ma, per certi versi, anche scomodo per il suo eroe. Avere addosso un'etichetta, seppur nobile e di prestigio, un peso difficile con cui convivere. Un marchio infuocato sulla pelle di un calciatore dalle doti tecniche normali, senza il gol n la grande giocata nel DNA. Come dal niente - o quasi - arrivato il suo tutto in quel 26 maggio, cos tornare a normalizzarsi come uno dei tanti l'avrebbe inevitabilmente schiacciato sotto il peso di quel gol. Sotto il peso di Lulic 71.



L'IMPRESCINDIBILE -Trentatr presenze in trentasei partite di campionato. Due giornate saltate per squalifica, una per permettergli di fare rifornimento. In totale fanno tre gare senza Lulic - Napoli, Chievo e Atalanta - tre sconfitte. Imprescindibile e insostituibile. Senad parte sempre titolare, l'eccezione a conferma della regola solo la trasferta di Frosinone in cui subentra per l'ultima mezzora.La Coppa Italia il secondo trofeo alzato al cielo da capitano, il sigillo di definitiva grandezza. La prestazione di oggi non basterper mercoled, serve di pi per vincere la finale,dopo la vittoria di Cagliari ha parlato da leader, ha indicato la strada da percorrere e la squadra l'ha seguito fino a prendersi il quindicesimo trofeo della storia biancoceleste. Non c' nessun peso, nessuna etichetta. Solo cuore e polmoni al servizio della Lazio, Senad Lulic ha ribaltato tutti i pronostici.



IL PRIMA -Il sacrificio non mai mancato. Il bosniaco approda a Roma nell'estate 2011 e, fin dal ritiro di Auronzo di Cadore, Reja capisce che quel terzino sinistro arrivato dalla Svizzera, solo terzino non . Interno di centrocampo, esterno di difesa, esterno d'attacco. Lulic un jolly che con la corsa e il sudore scala le gerarchie della Lazio, imponendosi come uno dei titolarissimi anche sotto la guida di Petkovic. una presenza costante di cui per si sottovaluta l'importanza: il derby della storia arriva con Hernanes, Mauri, Candreva e Klose come nomi pi attesi. Gi mattatori nelle stracittadine di campionato, gi sulle prime pagine alla vigilia del match. E invece ha colpito l'underdog. Minuto 71, Lulic scrive la storia del club pi antico della Capitale. E ora?



IL DOPO - Andava alzata l'asticella, l'obbligo era confermarsi protagonista. Cos stato: la migliore stagione a livello realizzativo del bosniaco quella che segue il 26 maggio. Una Lazio in difficolt richiama Reja a met stagione, il goriziano elegge Lulic come leader, lo responsabilizza e viene ripagato per questo. Sette gol, sempre in campo se non per squalifica. Il numero 19 studia per diventare senatore, e con Pioli al timone si conferma uomo di coppa: i biancocelesti tornano in finale e il gol decisivo, contro il Napoli al San Paolo, ancora di Senad. Ma con Simone Inzaghi che Lulic si metter quella fascia al braccio prima ancora di indossarla realmente. Biglia viene eletto capitano dopo l'addio (poi rimandato) di Mauri, Candreva non ci sta e nello spogliatoio si rompe qualche equilibrio. L'esterno azzurro lascia alla fine del primo spezzone di Inzaghi in panchina, Biglia lo far l'anno seguente. Nel marasma, c' una squadra che negli anni ha capito a chi affidare i gradi di capitano. Anche Radu, da quasi 10 anni alla Lazio, non rivendica la fascia e fa un passo indietro. Lulic il leader del gruppo.



CAPITANO E CAMPIONE -E come se il destino, ancora una volta, avesse bussato alla sua porta, alla prima partita da capitano Senad Lulic ha alzato la Supercoppa italiana. Ma non si tratta del destino o di fortuna. In quel trofeo c' la ricompensa per un giocatore che per la Lazio ha dato tutto, non smettendo mai di correre. Gli anni passano e il bosniaco invece di ridurre i giri del motore li ha alzati esponenzialmente, battendo a 33 anni il record di minuti giocati in una sola stagione in Serie A: il primato risaliva al 2011/12 con 2.605 minuti in campo, quest'anno a due partite dal termine sono gi 2.751. Nella finale contro l'Atalanta ha raggiunto Puccinelli al settimo posto di sempre tra i pi presenti in biancoceleste (322 presenze), e vincendola ha stabilito un altro record: Lulic ora il secondo capitano pi vincente della storia della Lazio, dietro solo ad Alessandro Nesta. Due trofei alzati per il bosniaco, 6 per l'ex difensore centrale. Due capitani diversi per mille aspetti, ma accomunati dalla storia. Entrambi, infatti, hanno segnato il gol decisivo nella prima Coppa Italia vinta da non capitani. Nesta il 3-1 contro il Milan nel '98, Lulic l'1-0 contro la Roma nel 2013. E allora non chiamatelo solo Lulic 71, non affibbiategli un'etichetta che stringe e si spezza al cospetto del contributo che ha donato ai biancocelesti. Dal 26 maggio al 15 maggio, il capitano di questa Lazio molto di pi.



LAZIO, LA SELECO E' FALLITA



LAZIO E ROMA, DUE MOMENTI OPPOSTI DI UNA CITTA' DIVISA IN DUE



TORNA ALLA HOMEPAGE



         

         

<!--//<![CDATA[

   var m3_u = (location.protocol=='https:'?'https://servedby.publy.net/ajs.php':'http://servedby.publy.net/ajs.php');

   var m3_r = Math.floor(Math.random()*99999999999);

   if (!document.MAX_used) document.MAX_used = ',';

   document.write ("<scr" + "ipt src='" + m3_u);

   document.write ("?zoneid=9437");

   document.write ('&amp;cb=' + m3_r);

   if (document.MAX_used != ',') document.write ("&amp;exclude=" + document.MAX_used);

   document.write (document.charset ? '&amp;charset='+document.charset : (document.characterSet ? '&amp;charset=' + document.characterSet : ''));

   document.write ("&amp;loc=" + escape(window.location));

   if (document.referrer) document.write ("&amp;referer=" + escape(document.referrer));

   if (document.context) document.write ("&context=" + escape(document.context));

   if (document.mmm_fo) document.write ("&amp;mmm_fo=1");

   document.write ("'><\/scr" + "ipt>");

//]]>-->