LaziAlmanacco di sabato 16 novembre 2019 LaziAlmanacco di sabato 16 novembre 2019 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di sabato 16 novembre 2019 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
#TrainingSession | Domani partita di allenamento con la Primavera alle 10:00 #TrainingSession | Domani partita di allenamento con la Primavera alle 10:00 -> Proseguirà domani la preparazione della Prima Squadra della Capitale. Archiviate le prime tre (...) ---  
Adekanye: "Mi sono subito integrato nel gruppo, imparo ogni giorno dai nostri attaccanti" Adekanye: "Mi sono subito integrato nel gruppo, imparo ogni giorno dai nostri attaccanti" -> Bobby Adekanye, attaccante biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 (...) ---  
Patric: "Cerco sempre di farmi trovare pronto, dobbiamo continuare con questo spirito" Patric: "Cerco sempre di farmi trovare pronto, dobbiamo continuare con questo spirito" -> Patric, difensore biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 di Sky: (...) ---  
IL PROGRAMMA DEL WEEKEND | Tre gare in trasferta per Under 17, Under 16 ed Under 15 IL PROGRAMMA DEL WEEKEND | Tre gare in trasferta per Under 17, Under 16 ed Under 15 -> Scatterà domani un nuovo weekend di gioco per il Settore Giovanile della Prima Squadra della (...) ---  
Mister Farris analizza Lazio-Lecce a 'Zona Cesarini': "Non dovevamo sottovalutare il Lecce" Mister Farris analizza Lazio-Lecce a 'Zona Cesarini': "Non dovevamo sottovalutare il Lecce" -> Massimiliano Farris, vice allenatore della squadra biancoceleste, ha analizzato la gara (...) ---  
Una serata di Stelle per il Bambino Gesù: Acerbi ed Immobile presenti all'evento Una serata di Stelle per il Bambino Gesù: Acerbi ed Immobile presenti all'evento -> In occasione delle celebrazioni per i 150 anni dell’Ospedale Pediatrico, i protagonisti più amati (...) ---  
Questa sera segui "Lazio Play" su Lazio Style Channel Questa sera segui "Lazio Play" su Lazio Style Channel -> Torna “Lazio Play”, il format targato Lazio Style Channel che approfondisce ogni aspetto delle (...) ---  
Lombardozzi: "Vogliamo tornare a vincere il derby, serviranno calma e serenità" Lombardozzi: "Vogliamo tornare a vincere il derby, serviranno calma e serenità" -> Flaminia Lomardozzi, centrocampista della Lazio Women, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style (...) ---  
Nazionali | Gli impegni di Strakosha, Berisha e Milinkovic Nazionali | Gli impegni di Strakosha, Berisha e Milinkovic -> QUALIFICAZIONI EURO 2020 | Albania – Thomas Strakosha Pareggio casalingo per l’Albania di Thomas (...) ---  
#TrainingSession | Seduta mattutina per la squadra #TrainingSession | Seduta mattutina per la squadra -> Allenamento mattutino per la Prima Squadra della Capitale che, quest’oggi, si è ritrovata presso (...) ---  
Lazio, momento no per Berisha: è (quasi) fuori da Euro 2020 Lazio, momento no per Berisha: è (quasi) fuori da Euro 2020 -> Il centrocampista biancoceleste, in campo 90' nella sconfitta contro la Repubblica Ceca, non (...) ---  
LaziAlmanacco di venerdì 15 novembre 2019 LaziAlmanacco di venerdì 15 novembre 2019 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di venerdì 15 novembre 2019 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
#TrainingSession | Domani squadra in campo alle 10:30 #TrainingSession | Domani squadra in campo alle 10:30 -> Proseguirà domani la preparazione della Prima Squadra della Capitale. Archiviate le prime due (...) ---  
Correa: "Alla Lazio mi sono sentito subito a casa" Correa: "Alla Lazio mi sono sentito subito a casa" -> Carlos Joaquin Correa, attaccante biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style (...)

Autore Topic: Lazio-Roma: tecnici giochisti, attacchi stellari, è proprio un derby da non perdere  (Letto 32 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 19137
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.gazzetta.it



Le due squadre sono ispirate dalla stessa filosofia. Tra Immobile e Dzeko un duello da 88 reti, Lazzari-Kolarov sulla fascia da scintille

di Fabio Bianchi

Come le fragole a febbraio: una primizia. Piena di promesse, e di insidie anche. Quasi certo, farcita di gol. Almeno a giudicare dai primi bagliori della stagione, dagli attacchi scatenati corroborati da un gioco che crea bollicine. Non è mai accaduto in campionato che il derby capitale finisse in vetrina così presto. Ma questa Lazio e questa Roma sono comunque già pronte a regalare spettacolo. E farci divertire. Magari la Roma avrebbe voluto un po’ più avanti la sfida che vale, da queste parti davvero, un bel pezzo di stagione. Come darle torto. Immaginate due aziende. Da una parte un’impresa quasi di famiglia, solida, ben avviata, che dà risultati e garanzie. Dall’altra, un’industria ambiziosa che nell’ultimo anno ha raccolto poco e ha deciso per la totale ristrutturazione. Via i due simboli del marchio, nuovi “cervelli” e un nuovo amministratore delegato, che arriva con le sue idee senza alcuna intenzione di cedere a compromessi. Ci sono aspettative, timori e qualche inevitabile incertezza nel rodaggio. Ma anche un rinnovato entusiasmo che può compensare qualunque disagio.

DERBY MAI VISTO—   I piatti in tavola sono parecchi e tutti gustosi in questo derby mai visto, per la sua precocità ma anche per l’assenza di due “eterni” protagonisti: Francesco Totti e Daniele De Rossi. A molti si stringerà il cuore nel non vederli in campo né – se Francesco marcherà visita – in tribuna, ma le rivoluzioni hanno sempre vittime illustri. L’anno scorso Lazio e Roma si divisero i punti: 3-1 all’andata in casa giallorossa e 3-0 al ritorno. Curioso, le squadre si presentano al caldo appuntamento con un tesoretto di 3 reti a testa frutto della prima giornata. Le filosofie sono chiare: guardano avanti, anche se da angolazioni differenti. Solo che la Lazio a Genova con la Samp ne ha fatti 3 restando con la porta intonsa. La Roma invece ne ha subiti altrettanti dal Genoa in casa. Ma è inevitabile far partire l’analisi dagli attacchi.

CIRO-EDIN E GLI ALTRI—   Immobile e Dzeko guidano le bande dei gol. Guarda un po’, arrivano al derby con un bottino romano in netta parità: 88 gol a testa con la Lazio e con la Roma, tra campionato e coppe. Chi fa il sorpasso? Ciro è stato implacabile nelle sfide precedenti: 3 delle ultime 5 reti (2 su rigore) nei derby le ha segnate lui. Il bosniaco l’anno scorso è rimasto a secco. Sono partiti entrambi alla grande. Immobile corre e segna per la Lazio e per conquistare il posto da titolare in Nazionale. Dzeko è il nuovo leader e sfrutta la benzina dell’amore dei tifosi cresciuto a dismisura dopo il rifiuto di andarsene. Entrambi poi godono di partner altrettanto in palla. Under e Correa pare abbiano deciso di diventare grandi. E campioni. Aiutati da un gioco che li esalta. E qui entrano in ballo i tecnici.

SIMONE VS PAULO—   Il trasformista e l’integralista: potremmo definirli così. Simone Inzaghi, l’uomo di famiglia, è cresciuto dentro l’azienda e ora ha una padronanza assoluta del prodotto. tanto che riesce a far coesistere tutti i galli nello stesso pollaio: Milinkovic, Luis Alberto, Immobile e Correa, creando tantissimo e mantenendo allo stesso tempo un ottimo equilibrio. In pochi ci riuscirebbero. Ormai da più di una stagione si è stabilizzato sulla difesa a tre ma, appunto, non disdegna di cambiare in corsa se necessario. Si adatta all’avversario e soprattutto alle caratteristiche dei suoi giocatori: le ripartenze veloci sono l’asso nella manica. Fonseca no. Lui non vuole l’etichetta di integralista, e forse non lo è in assoluto, ma la sua filosofia è una e resta fedele alla linea: comando assoluto del gioco, pressing alto e possesso palla. Nulla da dire: in avanti ha mostrato un gioco spettacolare ed efficace. Ma per un meccanismo così complicato ha bisogno di tempo, e soprattutto di uomini giusti. In difesa non li ha, forse Smalling sì ma non è pronto al momento. E il portoghese contro il Genoa ha toccato con mano che a giocare con i due laterali altissimi senza avere centrali rapidi si rischia tantissimo. Soprattutto se poi hai i due uomini nel centrocampo del 4-2-3-1 (Pellegrini e Cristante) che hanno giocato più da trequartisti che da mediani. Fonseca dovrà cercare di chiudere quegli spazi dove Luis Alberto si infila come un coltello nel burro. E magari alternare i laterali nella salita per evitare di essere troppo sbilanciato. Vedremo a quali antidoti ha pensato. Perché una sconfitta e il conseguente -5 dai rivali alla seconda giornata sarebbe un danno per la rivoluzione.

LAZZARI VS KOLAROV—   E a proposito di laterali, la sfida Lazzari-Kolarov è la novità più interessante. Saranno scintille da quelle parti. L’ex Spal ha portato vivacità e forza al gioco della Lazio. Il serbo nella nuova filosofia si trova a meraviglia e ha già il piede caldo. Se non dovessero bastare quelli già bollenti degli attacchi.

Vai al forum