I RISULTATI DELLA DOMENICA | Risultati positivi per Under 14 ed Under 16, sconfitte l'Under 17 e l'Under 15 I RISULTATI DELLA DOMENICA | Risultati positivi per Under 14 ed Under 16, sconfitte l'Under 17 e l'Under 15 -> Una vittoria, un pareggio e due sconfitte. Questo lo score conseguito dalle squadre del Settore (...) ---  
Euro 2020, un punto inutile per la Serbia: pochi minuti per Milinkovic Euro 2020, un punto inutile per la Serbia: pochi minuti per Milinkovic -> Soltanto un pareggio per la Serbia e la qualificazione a Euro 2020 la festeggia il (...) ---  
 Lazio, Immobile: «Voglio diventare un idolo per i laziali. A Roma sto benissimo»   Lazio, Immobile: «Voglio diventare un idolo per i laziali. A Roma sto benissimo» -> di Valerio Cassetta I primi tiri nei campetti di Torre Annunziata, l’esordio nel grande calcio, la (...) ---  
Superlega, Cairo: “Atalanta - Lazio ha fatto più ascolti della finale di Champions” Superlega, Cairo: “Atalanta - Lazio ha fatto più ascolti della finale di Champions” -> Latente, come un virus, il dibattito su Superlega sì/Superlega no torna a contagiare le (...) ---  
Under 21, l'Italia vola con l'Islanda: rissa dopo la fine. Esordio per Maistro Under 21, l'Italia vola con l'Islanda: rissa dopo la fine. Esordio per Maistro -> L'Italia Under 21 di Nicolato si sbarazza dell'Islanda, battendola 3-0 e (...) ---  
LaziAlmanacco di domenica 17 novembre 2019 LaziAlmanacco di domenica 17 novembre 2019 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di domenica 17 novembre 2019 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Under 14 Pro | La Lazio supera 2-0 il Pescara Under 14 Pro | La Lazio supera 2-0 il Pescara -> Quarta giornata di campionato Pro per la selezione Under 14 della Prima Squadra della Capitale. La (...) ---  
#TrainingSession | Due giorni di riposo per la squadra #TrainingSession | Due giorni di riposo per la squadra -> Archiviata la partita di oggi con la Primavera, la Prima Squadra della Capitale sarà chiamata a (...) ---  
Lazio, Acerbi è al top: un gol in azzurro, il sogno di una vita Lazio, Acerbi è al top: un gol in azzurro, il sogno di una vita -> Il difensore biancoceleste continua a vivere un momento d'oro: dalla rete al Torino a quella (...) ---  
Under 15 | Antonio Troise convocato dalla Nazionale italiana Under 15 | Antonio Troise convocato dalla Nazionale italiana -> Nuova convocazione internazionale per un tesserato del Settore Giovanile biancoceleste. Si tratta (...) ---  
Patric, talismano e certezza per la Lazio: "Puntiamo in alto" Patric, talismano e certezza per la Lazio: "Puntiamo in alto" -> Il difensore spagnolo si sta ritagliando sempre più spazio da titolare, e con lui in campo la (...) ---  
#TrainingSession | Termina 8-1 il test con la Primavera biancoceleste #TrainingSession | Termina 8-1 il test con la Primavera biancoceleste -> Allenamento mattutino per la Prima Squadra della Capitale che, quest'oggi, si è ritrovata presso (...) ---  
Supercoppa: a breve i prezzi dei biglietti. Ecco come ottenere il visto turistico Supercoppa: a breve i prezzi dei biglietti. Ecco come ottenere il visto turistico -> Ancora pochi giorni e tutto sarà definito. La prossima settimana dovrebbero arrivare (...) ---  
Supercoppa Italiana, Lazio in Arabia dal 19 dicembre: la tabella di marcia Supercoppa Italiana, Lazio in Arabia dal 19 dicembre: la tabella di marcia -> La Supercoppa Italiana si giocherà a Riad, nella capitale dell'Arabia Saudita, il 22 (...) ---  
Nazionale, Acerbi in gol: ecco quanti calciatori della Lazio ci sono riusciti Nazionale, Acerbi in gol: ecco quanti calciatori della Lazio ci sono riusciti -> Francesco Acerbi è sempre più protagonista. Oltre alle ottime prestazioni con la maglia (...)

Autore Topic: Immobile ci mette la testa. E la Lazio sbanca Firenze all’ultimo respiro  (Letto 62 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 19152
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
gazzetta.it




Decide il gol del centravanti all’89’: nel primo tempo a segno Correa e Chiesa. Nel recupero espulso Ranieri, poi Caicedo sbaglia un rigore

Quando il pareggio sembrava ormai scritto e tutto sommato giusto per quello che si era visto in campo, ecco spuntare la testa del capocannoniere del campionato. Sul cross di Lukuku a un minuto dal termine il centravanti laziale piazza il decimo sigillo del suo campionato e regala alla Lazio tre punti pesantissimi. Dopo un periodo opaco (ultima vittoria vecchia di quasi un mese) la squadra di Inzaghi si rilancia e torna a sognare quella zona Champions che ora dista solo due punti. Cade invece la Fiorentina dopo sette partite utili consecutive. Una sconfitta che la squadra di Montella probabilmente non meritava, anche se rispetto alle ultime brillanti prestazioni stavolta la Viola ha un po’ lasciato a desiderare.

BOTTA E RISPOSTA—   
Il primo tempo scivola via tra ritmi non forsennati e improvvise accelerazioni. Dopo un avvio che vede la Viola più attiva (ci prova Castrovilli dalla distanza) la Lazio prende il controllo delle operazioni grazie al palleggio del suo centrocampo dai piedi buoni. Il 3-5-2 di Inzaghi è più armonico e avvolgente, quello di Montella ha - almeno in questa occasione - il baricentro basso. I biancocelesti tengono palla in attesa dell’imbucata buona che arriva al minuto 22: Luis Alberto avvia benissimo l’azione, poi Immobile pesca Correa che dribbla Dragowski e deposita in rete per l’1-0 degli ospiti. L’arbitro Guida inizialmente annulla per fuorigioco, come già aveva fatto qualche minuto prima su un gol di Immobile, ma stavolta il fuorigioco non c’è (è Pezzella a tenere in gioco l’argentino) e il Var corregge la decisione dell’arbitro. Var che invece non era intervenuto in precedenza per un contatto molto dubbio nell’area dei padroni di casa tra Caceres e Lazzari. Il vantaggio laziale, tutto sommato meritato, dura però solo cinque minuti perché al primo vero affondo la Fiorentina pareggia. I protagonisti sono sempre loro: Ribery che inventa (e a nulla serve la gabbia che provano a costruirgli tre laziali) e Chiesa finalizza. Il botta e risposta rende più guardinghe entrambe le squadre, si arriva così all’intervallo senza sussulti. A parte il guaio fisico che costringe Caceres a uscire. Lo rileva il giovane Ranieri.

IL SALE SULLA CODA—   Il secondo tempo continua sula falsariga di quanto visto nella parte finale del primo. Le due formazioni provano a farsi male, non si accontentano del pareggio, ma cercano la vittoria senza scoprirsi troppo. I due tecnici provano a rimescolare le carte con i cambi. Montella, dopo quello cui è costretto nel primo tempo (Ranieri per Caceres) toglie Lirola per Sottil e poi mette dentro Boteng per Ribery che esce dal campo scuotendo ripetutamente la testa (e poi continua a dissentire anche in panchina). Ma la Viola non trae beneficio dalle forze fresche. Molto più efficaci i cambi di Inzaghi che risponde con Parolo per Milinkovic, Lukaku per Lulic e Caicedo per Correa. Cambi che si rivelano azzeccati perché Parolo dà maggiore equilibrio al centrocampo e Lukaku è decisivo nell’azione che porta al sorpasso della Lazio nel finale. Prima conquista palla su Sottil (con la Fiorentina che protesta a lungo, ma l’arbitro - coadiuvato dal Var - ritiene regolare l’intervento, anche se restano molti dubbi), e poi serve a Immobile la palla che il centravanti deposita in rete di testa quando al 90’ manca un minuto. La Lazio si permette il lusso anche di sbagliare un rigore (fallo di mano di Ranieri su conclusione di Luis Alberto) in pieno recupero con Caicedo che si fa ipnotizzare da Dragowski. Ma ormai la partita è finita.

Vai al forum