LaziAlmanacco di sabato 11 luglio 2020 LaziAlmanacco di sabato 11 luglio 2020 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di sabato 11 luglio 2020 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Lazio, la probabile formazione anti-Sassuolo: dubbio Milinkovic, Lukaku a sinistra Lazio, la probabile formazione anti-Sassuolo: dubbio Milinkovic, Lukaku a sinistra -> Inzaghi alle prese con i soliti problemi di formazione: in difesa si rivede Bastos, a centrocampo (...) ---  
#LazioSassuolo | I convocati di De Zerbi #LazioSassuolo | I convocati di De Zerbi -> In vista del match di domani contro la Lazio, il tecnico neroverde Roberto De Zerbiha convocato 25 (...) ---  
Garlaschelli: "Domani all’Olimpico arriva una squadra in salute, i biancocelesti devono vincere" Garlaschelli: "Domani all’Olimpico arriva una squadra in salute, i biancocelesti devono vincere" -> Renzo Garlaschelli, ex calciatore biancoceleste e campione dItalia nel 1974, intervenuto ai (...) ---  
#LazioSassuolo | Conferenza stampa, De Zerbi: "All'Olimpico per fare punti" #LazioSassuolo | Conferenza stampa, De Zerbi: "All'Olimpico per fare punti" -> Il tecnico neroverde Roberto De Zerbi ha presentato la gara di domani in conferenza stampa. La (...) ---  
#LazioSassuolo | Conferenza stampa, Inzaghi: "Servono leggerezza e convinzione, dobbiamo andare avanti" #LazioSassuolo | Conferenza stampa, Inzaghi: "Servono leggerezza e convinzione, dobbiamo andare avanti" -> Alla vigilia del match con il Sassuolo, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi intervenuto in (...) ---  
Inzaghi:  Inzaghi: "Lazio, nessun alibi. Serve spensieratezza per tornare a vincere" -> Nella vigilia del match contro il Sassuolo, il tecnico biancoceleste ha parlato del momento: "Non (...) ---  
Berisha saluta la Lazio: Troppi infortuni, ma grazie a tutti per il supporto Berisha saluta la Lazio: Troppi infortuni, ma grazie a tutti per il supporto -> Il centrocampista kosovaro lascia i biancocelesti dopo due anni. La sua nuova avventura sar in (...) ---  
Lazio, presentato il ricorso per la squalifica di Patric Lazio, presentato il ricorso per la squalifica di Patric -> Lo spagnolo punito dal giudice sportivo con 4 giornate di stop: il club biancoceleste chiede lo (...) ---  
#LazioSassuolo | I precedenti con l'arbitro Di Bello #LazioSassuolo | I precedenti con l'arbitro Di Bello -> La designazione arbitrale della 32 giornata di Serie A TIM ha assegnato la direzione della gara (...) ---  
Serie A TIM | Lazio-Sassuolo, la designazione arbitrale Serie A TIM | Lazio-Sassuolo, la designazione arbitrale -> La 32 giornata di Serie A TIM Lazio-Sassuolo, in programma sabato 11 luglio 2020 alle ore 17:15 (...) ---  
Floro Flores: "Luis Alberto e Milinkovic sono di un altro pianeta" Floro Flores: "Luis Alberto e Milinkovic sono di un altro pianeta" -> Antonio Floro Flores, ex attaccante tra le altre del Sassuolo, intervenuto a S.S.Lazio Agenzia (...) ---  
LaziAlmanacco di venerd 10 luglio 2020 LaziAlmanacco di venerd 10 luglio 2020 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di venerd 10 luglio 2020 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Comunicato 09.07.2020 Comunicato 09.07.2020 -> La S.S. Lazio comunica di aver ceduto a titolo definitivo il diritto alle prestazioni sportive del (...) ---  
Lazio, continua emergenza: mezza squadra non si allena, dubbio Luiz Felipe Lazio, continua emergenza: mezza squadra non si allena, dubbio Luiz Felipe -> Inzaghi alle prese con una rosa non al meglio: il difensore brasiliano a mezzo servizio, in (...)

Autore Topic: Lazio, Cragnotti  (Letto 115 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 22066
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
Lazio, Cragnotti
« : Mercoled 8 Gennaio 2020, 10:00:58 »
www.LaLazioSiamoNoi.it



                           Il 9 gennaio non soltanto la data di nascita della Lazio, bens anche quella del suo presidente pi vincente. Sergio Cragnotti compir domani 80 anni, cifra tonda anche per l'ex numero 1 biancoceleste. Rilev il club da Calleri nel febbraio del 1992, iniziando un viaggio che egli stesso definisce come un lungo film emozionante, ricco di colpi di scena, fino al 2003, anno in cui dovette lasciare la guida. Un'avventura che ha raccontato in una lunga intervista riportata dalla quotidiana rassegna stampa di Radiosei. 



CALLERI E GASCOIGNE - La trattativa per l'acquisizione della Lazio fu una cosa improvvisata, rivela Cragnotti, che in testa in quegli anni aveva altri progetti. A convincerlo fu Giovanni, suo fratello, grande tifoso biancoceleste. Il primo colpo fu quello di Gascoigne, che, spiega l'ex numero uno, rappresent il salto di qualit soprattutto dal punto di vista del marketing. Gazza infatti, riusc a rendere la Lazio famosa in tutto il Mondo. Un personaggio difficile da gestire ma che in campo sapeva divertire. Il ricordo di lui pi bello? Il gol di testa nel derby del campionato '92-'93. 

ZOFF - Una profonda stima lega Cragnotti anche a Zoff, un simbolo della Lazio, capace di rappresentare appieno i valori della Lazio. Secondo l'ex numero uno biancoceleste, Zoff aveva le competenze adatte per diventare un grande dirigente internazionale, ma lui ha sempre preferito il campo. Voleva sentire il terreno di gioco sotto i piedi. 

SIGNORI - Dal 1992 al 1998 vest la maglia della Lazio, portandola fino ai vertici del calcio italiano. Fu una storia bellissima, che per, ricorda Cragnotti fin male con suo immenso dispiacere: "Ci furono incomprensioni con Mancini ed Eriksson e decise di andarsene. Lascio la sede di via Novaro nascosto sotto una coperta sui sedili posteriori. Meritava un altro addio". Soprattutto dopo la protesta popolare del 1995, quando praticamente venduto al Parma, la gente si rivers in piazza per impedire il suo addio. 

VIERI - Fu sicuramente uno dei colpi pi importanti della gestione Cragnotti. L'arrivo di Vieri nell'estate del 1998 rappresent un punto importante della storia della Lazio. L'ex patron spiega che a chiamarlo fu Miguel Angel Gil, figlio del presidente dell'Atletico, il quale aveva bisogno di vendere. La trattativa si concluse in un giorno solo, in poche ore, a Porto Santo Stefano. 

BATISTUTA - Cragnotti si rese protagonista insieme a Sensi, di duelli di mercato importanti contro la Roma. Da Stankovic fino a Batistuta, che racconta: "Voleva venire alla Lazio, era un pallino del ds Governato. Sensi per offr 70 miliardi di lire e quell'anno vinse lo Scudetto". 

RONALDO - La delusione pi cocente sicuramente legata al "Fenomeno" Ronaldo. Una trattativa portata avanti insieme ai procuratori e che era praticamente conclusa. Alla fine arriv Moratti che convinse il Barcellona con cifre impossibili. 

LA SVOLTA ERIKSSON-MANCINI - Cragnotti racconta che il ds Governato voleva puntare su Ancelotti, che per visti i suoi passati giallorossi non se la sent di passare alla Lazio. La scelta vir quindi su Eriksson e fu una fortuna. Insieme a Mancini, cambi mentalit a una Lazio fino a quel momento ancora provinciale. 



LO SCUDETTO - "L'anno prima ci fu scippato dal Milan. Un vero furto. Eravamo la squadra pi forte del mondo, lo disse anche Ferguson. La vittoria della Supercoppa Europea fu il momento pi alto della mia gestione. Molti di quella squadra sono diventati grandi allenatori, vedi anche Simone Inzaghi". 



NESTA, NEDVED E MENDIETA - Cragnotti conclude analizzando poi le ultime vicende della sua carriera da presidente. Secondo l'ex numero uno biancoceleste, Berlusconi era come Moratti e quando voleva una cosa se la prendeva. Per questo riusc a strappare Nesta alla Lazio. La cessione di Nedved invece fu un vero e proprio film. A quanto racconta Cragnotti, dopo aver trovato l'accordo con la Juve, Nedved si mise a piangere, non voleva altra maglia all'infuori di quella biancoceleste. Per questo alla fine il ceco firm un nuovo contratto con la Lazio. "Chiesi a Moggi di strappare il modulo federale che sanciva la cessione. Raiola per riusc a far cambiare idea a Nedved, e Moggi, che quel modulo l'aveva conservato, riusc a portarlo alla Juve". La Lazio per sostituirlo acquist Mendieta per 90 miliardi. Un investimento poi rivelatosi sbagliato. A detta di Cragnotti, lo spagnolo, miglior centrocampista della Champions per due anni consecutivi, non riusc ad adattarsi come avrebbe dovuto, al calcio italiano. 


Vai al forum