Lazio, Immobile ancora zio: famiglia in festa per il piccolo Antonio Lazio, Immobile ancora zio: famiglia in festa per il piccolo Antonio -> L’attaccante biancoceleste abbraccia virtualmente il neo arrivato in casa: è il figlio del (...) ---  
Serie A, due mesi e mezzo in ritiro per finire la stagione. Ma c'è un problema per 9 squadre: dove dormire? Serie A, due mesi e mezzo in ritiro per finire la stagione. Ma c'è un problema per 9 squadre: dove dormire? -> 9 Ripartire? E' una possibilità. Come? In ritiro. Di fatto è come se (...) ---  
Shock Die Welt: \ Shock Die Welt: \ -> Merkel rimane ancora ferma sul no agli Eurobond, nonostante in Germania ci sia un fronte (...) ---  
Lazio, Diaconale: “Ripartire con gli allenamenti tutti insieme? Buffa tesi degli juventini” Lazio, Diaconale: “Ripartire con gli allenamenti tutti insieme? Buffa tesi degli juventini” -> Il responsabile della comunicazione biancoceleste parla della possibile ripresa in campo: “No (...) ---  
Coronavirus LIVE, truffa da 15 milioni di euro per le mascherine. Conte: 'Valutiamo riapertura graduale a fine mese' Coronavirus LIVE, truffa da 15 milioni di euro per le mascherine. Conte: 'Valutiamo riapertura graduale a fine mese' -> 44 Il coronavirus è una pandemia. Su Calciomercato.com tutti gli (...) ---  
Il Manchester United pensa a Milinkovic-Savic. Lotito vuole 100 milioni Il Manchester United pensa a Milinkovic-Savic. Lotito vuole 100 milioni -> Il club di Old Trafford avrebbe dato a Ramadani l’intermediazione, ma il patron biancoceleste (...) ---  
Thomas Doll, il centrocampista della Lazio che ha giocato nelle due Germanie Thomas Doll, il centrocampista della Lazio che ha giocato nelle due Germanie -> Compie 54 anni l'ex calciatore tedesco, oggi allenatore, che dopo il crollo del Muro di Berlino (...) ---  
LaziAlmanacco di giovedì 09 aprile 2020 LaziAlmanacco di giovedì 09 aprile 2020 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di giovedì 09 aprile 2020 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Lazio, Cataldi accetta la sfida di CR7. Milinkovic risponde Lazio, Cataldi accetta la sfida di CR7. Milinkovic risponde -> In questo periodo di isolamento generale, stanno prendendo sempre più piede le sfide sui (...) ---  
Coronavirus, Luis Alberto dona 12mila euro Coronavirus, Luis Alberto dona 12mila euro -> Tra i paesi più colpiti dal Coronavirus c'è anchela Spagna. Il paese iberico conta (...) ---  
Biava: "Acerbi è sempre in campo, mi rivedo in lui" Biava: "Acerbi è sempre in campo, mi rivedo in lui" -> Giuseppe Biava, ex difensore biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 (...) ---  
Lazio, Luis Alberto fa yoga con la moglie Patricia Lazio, Luis Alberto fa yoga con la moglie Patricia -> Il numero dieci biancoceleste alterna dure sedute di allenamento in solitaria ad un po’ di (...) ---  
Garlini: "La Società è stata brava a far rimanere tutti i calciatori a Roma" Garlini: "La Società è stata brava a far rimanere tutti i calciatori a Roma" -> Oliviero Garlini, ex attaccante biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, (...) ---  
Lazio, l’ex Felipe Anderson piace al Napoli: pregi e difetti di un (ex) numero 10 Lazio, l’ex Felipe Anderson piace al Napoli: pregi e difetti di un (ex) numero 10 -> Il brasiliano ha lasciato i biancocelesti nel 2018 per circa 40 milioni di euro. Ora il ds azzurro (...) ---  
Lazio, asta Kumbulla. Torna di moda Coates Lazio, asta Kumbulla. Torna di moda Coates -> Tare progetta rinforzi in difesa: serve anche un uomo sinistra, contattato lo Sporting per (...)

Autore Topic: Lazio, ecco come Inzaghi ha costruito un miracolo  (Letto 67 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 21042
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
Lazio, ecco come Inzaghi ha costruito un miracolo
« : Martedì 18 Febbraio 2020, 09:06:08 »
www.corrieredellosport.it


Il tecnico: "Sono in corsa e me la gioco senza ossessioni perché il nostro obiettivo resta la Champions. Ci divertiremo"

ROMA - Simone non si nasconde più perché negare l'evidenza non avrebbe senso. «Sì, in corsa per lo scudetto c’è anche la Lazio, noi ce la possiamo giocare senza l’ossessione di vincere a tutti i costi, come forse hanno l’Inter e la Juve. Noi ci divertiamo, siamo pronti a tutto sostenuti dalla spinta della felicità». Inzaghi ha appena battuto l’Inter, è notte fonda nella pancia dello stadio Olimpico, quando ancora si sente il popolo biancoceleste cantare. Sembra di essere all’interno di una sfera magica, dove si possono coltivare anche i sogni impossibili. E adesso quello dello scudetto non è più così tanto fuori dalla realtà. «Sono pronto a sfidare le nostre rivali, vada come vada, nessuno qua vuole avere un solo rimpianto. Il nostro obiettivo era ed è la Champions e quasi ci siamo».
Non è più timido di fronte ad un argomento così caldo: Inzaghi è sempre stato una persona equilibrata, lo è anche adesso che ha battuto e sorpassato l’Inter, però c’è qualcosa che lo spinge oltre il muro della banalità. E la Juve? E’ ad un solo punto, e lui a Maurizio Sarri ha rifilato un doppio 3-1, prima in campionato e poi in Supercoppa. Altre due notti che non si possono dimenticare, come tutte quelle che Simone aveva vissuto, sempre con la stessa maglia, da giocatore. Era la Lazio di Mancini, di Simeone, di Nedved, di Stankovic, di Nesta e Mihajlovic. «Dire che è la mia seconda pelle è quasi banale, qua ho passato quasi la metà della vita mia» ricorda con l’orgoglio di essere un laziale vero. Oggi Simone è un capitolo di una storia gloriosa, un capitolo importante, che un giorno potrebbe essere la prefazione di una leggenda. «Lo scudetto, chissà...». Non ha nulla da perdere, lui che non perde dal 25 settembre dell’anno scorso in campionato: era caduto a San Siro, contro l’Inter, che adesso ha battuto dopo un girone in cui ha rifilato dieci punti di distacco ai nerazzurri e cinque a Ronaldo. Numeri da favola, che non possono essere frutto di un caso: 19 risultati utili consecutivi, 15 vittorie (di cui 11 consecutive) e 4 pareggi, a cui bisogna aggiungere il trofeo conquistato poco prima di Natale. Inzaghi, oggi, è uno dei re di Roma, città in cui arrivò nel luglio del 1999.

Vai al forum