Morte Diaconale, dal Torino al Verona: il cordoglio delle squadre di Serie A - FT Morte Diaconale, dal Torino al Verona: il cordoglio delle squadre di Serie A - FT -> Il cordoglio per la scomparsa di Arturo Diaconale è arrivato anche dalle altre squadre di Serie A. (...) ---  
Diaconale è morto. La Lazio è in lutto Diaconale è morto. La Lazio è in lutto -> Il portavoce biancoceleste è scomparso nella notte: aveva 75 anni  ---  
Lazio, giornata speciale: oggi Re Cecconi avrebbe compiuto 72 anni Lazio, giornata speciale: oggi Re Cecconi avrebbe compiuto 72 anni -> Oggi, primo dicembre, Luciano Re Cecconi avrebbe compiuto 72 anni. L'ex centrocampista della (...) ---  
Lazio, Lotito-Peruzzi è pace fatta! Il club manager torna al suo posto Lazio, Lotito-Peruzzi è pace fatta! Il club manager torna al suo posto -> Termina con il lieto fine la querelle Lotito-Peruzzi. Lo strappo che aveva minato la serenità (...) ---  
LaziAlmanacco di martedì 01 dicembre 2020 LaziAlmanacco di martedì 01 dicembre 2020 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di martedì 01 dicembre 2020 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
#BVBLazio | Nessun precedente con l’arbitro Mateu Lahoz #BVBLazio | Nessun precedente con l’arbitro Mateu Lahoz -> La designazione arbitrale per la 5ª giornata di UEFA Champions League ha assegnato la gara (...) ---  
UEFA Champions League | BVB-Lazio, la designazione arbitrale UEFA Champions League | BVB-Lazio, la designazione arbitrale -> BVB-Lazio, sfida valida per la quinta giornata della fase a gironi del Gruppo F di UEFA Champions (...) ---  
Seleman: "Nell'ultima settimana abbiamo lavorato e parlato molto" Seleman: "Nell'ultima settimana abbiamo lavorato e parlato molto" -> Ashraf Seleman, allenatore della Lazio Women, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, (...) ---  
#TrainingSession | Seduta di scarico per i biancocelesti #TrainingSession | Seduta di scarico per i biancocelesti -> Allenamento mattutino per la Prima Squadra della Capitale, che si è ritrovata alle ore 11:00 (...) ---  
FORMELLO - Lazio, Luiz Felipe in gruppo. Milinkovic verso il rilancio FORMELLO - Lazio, Luiz Felipe in gruppo. Milinkovic verso il rilancio -> FORMELLO - Scarico in palestra per i titolari, sul campo i calciatori non impiegati con l’Udinese (...) ---  
Lazio, la difesa subisce tanti gol. Mancano Leiva e Lulic  Lazio, la difesa subisce tanti gol. Mancano Leiva e Lulic -> 16 reti incassate in 9 partite di Serie A, una a gara (in media) in Champions. Senza Leiva si (...) ---  
UEFA Champions League | BVB-Lazio, il programma della vigilia dei tedeschi UEFA Champions League | BVB-Lazio, il programma della vigilia dei tedeschi -> Antivigilia di BVB-Lazio. Il tecnico Lucien Favre ed un tesserato interverranno domani in (...) ---  
Lazio - Udinese, le pagelle dei quotidiani: si salva solo Immobile, difesa da incubo Lazio - Udinese, le pagelle dei quotidiani: si salva solo Immobile, difesa da incubo -> Una domenica da dimenticare per la Lazio, che perde nettamente in casa contro un'Udinese a mezzo (...) ---  
LaziAlmanacco di lunedì 30 novembre 2020 LaziAlmanacco di lunedì 30 novembre 2020 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di lunedì 30 novembre 2020 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Lazio, partenza a rilento in campionato: mai così male nell’era Inzaghi Lazio, partenza a rilento in campionato: mai così male nell’era Inzaghi -> Un avvio di Serie A con molti alti e bassi per la Lazio che ha alternato ottime prestazioni ad (...)

Autore Topic: Lazio, tensione Lotito-Inzaghi: dal rinnovo che non c'è al mercato  (Letto 23 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 23667
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.gazzetta.it



Il presidente è convinto che la squadra avrebbe dovuto iniziare la stagione con un altro approccio, mentre l'allenatore non è soddisfatto del mercato

di Stefano Cieri

19 ottobre - ROMA

La sfida col Borussia Dortmund come primo, fondamentale spartiacque della stagione. E’ già alta la tensione in casa Lazio dopo il pesante rovescio rimediato a Marassi con la Sampdoria, che fa seguito al comportamento altalenante avuto nelle prime tre giornate di campionato. Domani sera c’è la delicatissima sfida col Borussia Dortmund all’Olimpico, che segna il ritorno in Champions dei biancocelesti dopo tredici anni. E’ l’appuntamento che può rimettere le cose a posto oppure far precipitare la situazione.

IL MALUMORE DI LOTITO—   Il rendimento avuto finora dalla squadra ha infatti creato parecchia insoddisfazione all’interno della società, in particolare nel presidente Lotito che non è per niente contento di come le cose stiano andando. Lotito non è finora uscito allo scoperto con dichiarazioni di critica nei confronti dell’allenatore. Ma che non sia soddisfatto di come Inzaghi stia gestendo la situazione è noto. Anche perché al presidente non era andato giù neppure il cammino avuto dalla Lazio nel campionato post lockdown, iniziato con la Lazio seconda a un punto dalla capolista Juve e finito con i biancocelesti al quarto posto, l’ultimo utile per la qualificazione in Champions. Lotito è convinto che la squadra valesse un piazzamento migliore e che, nel campionato appena iniziato, dovesse avere tutt’altro approccio. Inevitabile ritenere l’allenatore responsabile dei ritardi accumulati.

I SILENZI DI INZAGHI—   Il tecnico, dal canto suo, non è per niente soddisfatto del mercato che il club ha realizzato questa estate. Si aspettava altri acquisti, Inzaghi, sia dal punto di vista qualitativo che da quello quantitativo. L’emergenza-infortuni che ha dovuto fronteggiare nel campionato post lockdown e che si è subito riproposta nel torneo appena cominciato non fa altro che confermare, dal suo punto di vista, questa grave lacuna. Anche Inzaghi, come Lotito, non è uscito allo scoperto con dichiarazioni pubbliche, ma pure nel suo caso è risaputa la sua insoddisfazione. Pensa di aver fatto il massimo possibile con la rosa che gli è stata messa a disposizione.

IL RINNOVO CHE NON C'È—   La contrapposizione tra tecnico e allenatore è dunque latente. Ma pronta ad esplodere se dovessero arrivare altri risultati negativi. Per questo la partita di domani col Borussia assume una importanza particolare. E intanto, a conferma che i rapporti tra presidente e tecnico non sono più idilliaci, c'è anche la questione rinnovo contrattuale che resta in sospeso. Il contratto di Inzaghi scade a giugno e al momento non è stata intavolata alcuna trattativa per prolungarlo. Si era detto che se ne sarebbe parlato dopo la chiusura del mercato, durante la sosta di campionato. Che è però trascorsa senza che accadesse nulla. Segno che da ambo le parti non c’è alcuna fretta, in questo momento, ad impegnarsi per il futuro. Altro segnale che le cose non vanno.

Vai al forum