Lazio e Roma, Stadio Olimpico sotto pressione: quattro partite in sei giorni Lazio e Roma, Stadio Olimpico sotto pressione: quattro partite in sei giorni -> Sarà una settimana stressante per il prato dello Stadio Olimpico, che si prepara ad ospitare ben (...) ---  
La Lazio festeggia Lulic: compleanno e nuova rinascita La Lazio festeggia Lulic: compleanno e nuova rinascita -> Il capitano si è rivisto in panchina regalandosi tre punti al derby: 35 anni e voglia di (...) ---  
Lazio, è Reina il tuo primo regista: nel derby ha colpito due volte Lazio, è Reina il tuo primo regista: nel derby ha colpito due volte -> La costruzione di gioco della Lazio contro la Roma è stata pressoché perfetta, con l'impulso (...) ---  
LaziAlmanacco di lunedì 18 gennaio 2021 LaziAlmanacco di lunedì 18 gennaio 2021 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di lunedì 18 gennaio 2021 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Lazio, 100 volte Luiz Felipe: con lui la Roma non passa, il derby è da sogno Lazio, 100 volte Luiz Felipe: con lui la Roma non passa, il derby è da sogno -> Ogni derby ha la sua storia, ogni minuto di quel derby la sua miscela di emozioni, ogni centimetro (...) ---  
Lazio, Correa non si ferma: allenamento anche di domenica  Lazio, Correa non si ferma: allenamento anche di domenica -> Non è potuto scendere in campo nel derby causa infortunio. Era in panchina a sostenere la squadra (...) ---  
Lazio, Inzaghi e il rinnovo: il retroscena prima del derby Lazio, Inzaghi e il rinnovo: il retroscena prima del derby -> di Fabrizio Patania e Daniele Rindone Lotito ha incalzato il tecnico da inizio settimana: accordo (...) ---  
LaziAlmanacco di domenica 17 gennaio 2021 LaziAlmanacco di domenica 17 gennaio 2021 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di domenica 17 gennaio 2021 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Lazio, lo scacco matto di Inzaghi: dopo il derby dominato in arrivo il rinnovo Lazio, lo scacco matto di Inzaghi: dopo il derby dominato in arrivo il rinnovo -> La stracittadina vinta contro la Roma porta la firma dell'allenatore, che ha indovinato tutte (...) ---  
Autogol eccellenti: così il romanista Arcuri è rimasto vittima del derby Autogol eccellenti: così il romanista Arcuri è rimasto vittima del derby -> Globalist.it Autogol eccellenti: così il romanista Arcuri è rimasto vittima del derby (...) ---  
#TrainingSession | Seduta di scarico per i biancocelesti #TrainingSession | Seduta di scarico per i biancocelesti -> Allenamento mattutino per la Prima Squadra della Capitale che, quest’oggi, si è ritrovata presso (...) ---  
Lazio, Rao fa subito la differenza: il retroscena col Messaggero Lazio, Rao fa subito la differenza: il retroscena col Messaggero -> Un'entrata in punta di piediin pieno stile Lazio, senza le fanfare che vengono usate in altri (...) ---  
Lazio, Lotito: 'Serata perfetta, un solo rimpianto...' Lazio, Lotito: 'Serata perfetta, un solo rimpianto...' -> "La squadra, il mister e tutto lo staff tecnico sono stati semplicemente straordinari. Ieri è (...) ---  
Lazio - Roma, lo sfottò del marito della sindaca Raggi: Ciao cuginetti! Lazio - Roma, lo sfottò del marito della sindaca Raggi: Ciao cuginetti! -> Lo sfottò nei confronti dei tifosi della Roma, che si sono dovuti arrendere di fronte a una Lazio (...) ---  
Lazio - Roma, Immobile sempre più King Ciro: aggancio a Sivori Lazio - Roma, Immobile sempre più King Ciro: aggancio a Sivori -> LAZIO-ROMA -E sono 12 reti in Serie A, 17 compresa la Champions League in 20 partite stagionali: (...)

Autore Topic: E' una Lazio nel segno di Immobile, è lui l'uomo in più di Inzaghi  (Letto 108 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 24209
  • Karma: +8/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
E' una Lazio nel segno di Immobile, è lui l'uomo in più di Inzaghi
« : Mercoledì 25 Novembre 2020, 13:06:15 »
www.repubblica.it



Dopo Crotone, l'attaccante si è ripetuto in Champions trascinando i biancocelesti al successo contro lo Zenit che ha avvicinato la qualificazione agli ottavi. L'importanza del bomber sta tutta nei numeri: appena 6 le vittorie nelle 22 gare da lui saltate dal 2016 a oggi

di Riccardo Caponetti

Due partite per riprendersi la Lazio. Tre gol e un assist in 156 minuti per ristabilire l'ordine naturale e rispondere a chi, in queste due settimane di isolamento, non aveva perso occasione per criticarlo. Ciro Immobile è tornato e le sue reti fanno rumore negli stadi vuoti. Archiviati i problemi (alcuni inspiegabili) con il balletto dei tamponi, dall'esito diverso in base al laboratorio, ha guidato i biancocelesti in due vittorie in pochi giorni. Sabato sotto l'acquazzone di Crotone su un campo al limite dell'agibile: in tuffo di testa ha aperto le marcature, poi nella ripresa ha firmato l'assist per il 2-0 di Correa. E poi ieri sera contro lo Zenit: destro sotto l'incrocio al 3' e rigore, procurato e realizzato, a sigillare il 3-1 nella ripresa.

Nonostante la musica fosse cambiata, non c'era l'inno della Serie A ma quello magico della Champions, Ciro è rimasto lo stesso ed è stato decisivo per firmare un successo chiave in ottica ottavi di finale: un traguardo che a Formello non raggiungono da vent'anni. Allora c'era proprio l'attuale tecnico a guidare l'attacco, ora c'è Immobile, arrivato a quota 14 reti in Uefa con l'aquila sul petto. In totale sono 7 in Champions su 12 presenze totali, con una media di un gol ogni 93,8 minuti: numeri pazzeschi per un "giocatore eccezionale", come ha ammesso Semak, tecnico dello Zenit.

Immobile aveva segnato anche all'esordio, da ex, nel 3-1 contro il Borussia Dortmund. Pochi giorni prima era finito nell'occhio del ciclone per una prestazione opaca in Nazionale (contro l'Olanda), alla prima occasione buona sul campo ha dato una risposta chiara. Dopo la prima contro i tedeschi, il centravanti azzurro è stato fermato dalla Uefa e ha dovuto saltare le trasferte seguenti. E non è un caso che la Lazio non abbia vinto in nessuna delle due: 1-1 in Belgio e 1-1 in Russia. Anche se mancavano tanti altri tasselli, la sua è stata l'assenza più pesante: perché ogni volta che manca, la squadra di Inzaghi fa fatica. Quando non gioca la percentuale di vittorie della Lazio è del 27%: sono solo 6 i successi nelle 22 gare da lui saltate dal 2016 a oggi (9 invece le sconfitte). Dati che lo incoronano come leader. O come "king", come è stato ribattezzato a Formello e dallo speaker dell'Olimpico.

Visite per Milinkovic-Savic--- Inzaghi intanto si prepara a riabbracciare Milinkovic. Dopo aver contratto il Covid nell'ultima sosta per le nazionali, il gigante serbo si è negativizzato e sta svolgendo le visite mediche d'idoneità propedeutiche per il reinserimento in gruppo. Sembrava dovesse rimanere a Belgrado in isolamento per dieci giorni, invece dopo l'esito dell'ultimo tampone ha ricevuto tutte le autorizzazioni necessarie per rientrare a Roma. Salvo imprevisti, sarà a disposizione per domenica contro l'Udinese (ore 12.30, Stadio Olimpico).

Vai al forum