Lazio, una Formello 2 ad Auronzo di Cadore: il progetto di Lotito Lazio, una Formello 2 ad Auronzo di Cadore: il progetto di Lotito -> RASSEGNA STAMPA - Parallelamente allo stadio , Claudio Lotito ha deciso di portare avanti un nuovo (...) ---  
LaziAlmanacco di lunedì 26 luglio 2021 LaziAlmanacco di lunedì 26 luglio 2021 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di lunedì 26 luglio 2021 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Vaccini, Capua si complimenta: “Brava Lazio, un esempio da seguire” Vaccini, Capua si complimenta: “Brava Lazio, un esempio da seguire” -> Pino Capua, Presidente della Commissione Antidoping e Tutela della Salute della FIGC nonché (...) ---  
Lazio-Brandt, c’è l’accordo con il giocatore ma la trattativa si complica  Lazio-Brandt, c’è l’accordo con il giocatore ma la trattativa si complica -> di Elmar Bergonzini La società ha giàun accordo con il giocatore che però non aspetterà in eterno. (...) ---  
#Auronzo2021 | Ianni: "Soddisfatti della squadra, ci ha aiutato ad inserirci" #Auronzo2021 | Ianni: "Soddisfatti della squadra, ci ha aiutato ad inserirci" -> Marco Ianni, collaboratore tecnicobiancoceleste, è intervenuto quest'oggi ai microfoni di Lazio (...) ---  
Serie A, i no-vax rischiano di ribloccare tutto: l'idea green pass e le situazioni di Milan e Inter Serie A, i no-vax rischiano di ribloccare tutto: l'idea green pass e le situazioni di Milan e Inter -> L'allarme Covid continua a spaventare il calcio italiano (e non solo). In Inghilterra hanno (...) ---  
Buon compleanno Igli Tare Buon compleanno Igli Tare -> Il Direttore Sportivo Igli Tare compie oggi 48 anni. Dal Presidente, dalla Società, dallo staff e (...) ---  
LaziAlmanacco di domenica 25 luglio 2021 LaziAlmanacco di domenica 25 luglio 2021 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di domenica 25 luglio 2021 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
#Presentazione | Presidente Lotito: “Grazie, Auronzo di Cadore. I tifosi ci danno la forza per fare meglio" #Presentazione | Presidente Lotito: “Grazie, Auronzo di Cadore. I tifosi ci danno la forza per fare meglio" -> Nel corso della presentazione ufficiale della Prima Squadra della Capitale al campo Rodolfo (...) ---  
#Presentazione | Zandegiacomo: "Un grazie speciale ai tifosi biancocelesti" #Presentazione | Zandegiacomo: "Un grazie speciale ai tifosi biancocelesti" -> Nel corso della presentazione ufficiale della Prima Squadra della Capitale al campo Rodolfo (...) ---  
#Presentazione | Sarri: “Mi sento a casa. È bello allenarsi in questo entusiasmo” #Presentazione | Sarri: “Mi sento a casa. È bello allenarsi in questo entusiasmo” -> Nel corso della presentazione della squadra allo stadio Rodolfo Zandegiacomo di Auronzo di (...) ---  
#Auronzo2021 | Il Presidente Lotito: "Tutta la squadra si è sottoposta al vaccino" #Auronzo2021 | Il Presidente Lotito: "Tutta la squadra si è sottoposta al vaccino" -> Il Presidente della S.S. Lazio Claudio Lotito ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai (...) ---  
Lazio, tutta la squadra si è vaccinata  contro il Covid-19  Lazio, tutta la squadra si è vaccinata contro il Covid-19 -> Questa mattina nella palestra di Auronzo di Cadore (Belluno) dove i biancocelesti sono in ritiro, (...) ---  
#Auronzo2021 | Conferenza stampa, Marusic: "Speriamo sia un buon anno" #Auronzo2021 | Conferenza stampa, Marusic: "Speriamo sia un buon anno" -> Adam Marusic è intervenuto quest'oggi in conferenza stampa, direttamente dal ritiro di Auronzo di (...) ---  
#Auronzo2021 | Losi: "L'impatto è stato positivo, la Società ci ha messo a disposizione tutto" #Auronzo2021 | Losi: "L'impatto è stato positivo, la Società ci ha messo a disposizione tutto" -> Al termine dell'allenamento odierno, il preparatore atletico biancoceleste Davide Losi è (...)

Autore Topic: Laziomania: il primo giorno senza Senad Lulic  (Letto 43 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 25970
  • Karma: +9/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
Laziomania: il primo giorno senza Senad Lulic
« : Giovedì 1 Luglio 2021, 12:00:15 »
www.calciomercato.com



di Luca Capriotti

Il primo giorno senza Senad Lulic. I sanpietrini rimangono sotto i piedi a lungo: chi ha visto Roma non la scorda. Il boato dello stadio rimane nell'orecchio a lungo: chi ha visto un derby non lo scorda. Ma quel boato, quel boato del 26 maggio 2013 non è una roba che si può misurare in decibel o con una stupida estensione spazio-temporale. Non in metri: quelli che Lulic ha percorso con la maglia della Lazio. Non in secondi, cristallizzati, fermi, non in minuti, quelli subito prima, subito dopo. Non in anni, tutti quelli che verranno, tutti quelli che importeranno tanto o passeranno subito. Tutti quelli che ci separano da momenti bellissimi o brutti con la Lazio hanno un significato relativo e hanno un riferimento temporale: è una cosa più importante del 26 maggio? È una cosa più bella? Se non lo è, allora è sotto l'importanza di Senad Lulic.

L'ADDIO DI SENAD LULIC NON È UNA COSA NORMALE - Normalizzare a volte non è giusto. Non è una cosa normale, l'addio di Senad Lulic per il mondo Lazio. È curioso che su questo ragazzotto bosniaco dinoccolato, con la stessa finta (che a Roma è un po' un genere letterario, anche l'altra squadra aveva la finta di Delvecchio), con lo sguardo divertito ma timido, si sia scatenata tutta la slavina infinita di una leggenda. Per capirci: a Roma per mesi al minuto 71 la Curva Nord ha fatto continuamente festa. Per capirci, è entrato quasi nel vocabolario romano Lulic, 71, il minuto di quell'unico gol che da solo rappresenta una piccola parte della sua carriera lunghissima con la Lazio, eppure quella essenziale, quella che ha fatto diventare un giocatore esperto, un veterano, perfino un senatore dello spogliatoio una specie di totem vivente, un ricordo umano, uno di quelli che non passano. Un tocco, e sei nella storia. Un tiro mezzo sbilenco, e ti bussa la leggenda. Per capirci: questo ragazzo è una specie di eroe per il mondo Lazio. E questo resta. Questo resta sempre.

COME È FINITA - Ovviamente tutti, tifosi compresi, speravano di poter celebrare gli addii di Lulic e Parolo in maniera diversa. Su Parolo ho già scritto, e spero che sia solo un arrivederci per questo tipo che veramente per la Lazio ha sudato, corso, fatto di tutto. E questo dovrebbe già essere un bollino di qualità ineludibile. Ma Lulic forse meritava ancora qualcosa di più: veramente rappresenta qualcosa di unico. E non lo abbiamo salutato allo stadio, lo stesso stadio che poi abbiamo visto con i tifosi per l'Italia, in barba a qualsiasi variante Delta. Lo stesso stadio che avrebbe celebrato il suo upgrade da giocatore votato alla causa a totem, leggenda del club. Il calcio è così, un promemoria fatto sport di come alcuni istanti nella vita, nel lavoro o nello sport siano semplicemente angolari. Un tocco, e Lulic è entrato nella storia del suo club. Questo non gli ha impedito di andare via con un certo rammarico, ma la narrazione di quel 26 maggio, di tutto quello che è successo prima, dopo, è talmente forte, vivida, che andrà oltre perfino alcune recriminazioni (legittime o meno).

I MECCANISMI DELLA MEMORIA - Alla fine, il mondo dell'uomo è strano. Si dice che i muscoli abbiano memoria, e al nome di Lulic molti muscoli reagiscono in maniera istintiva, uno spasmo, uno scatto verso l'alto, una contrazione di pura gioia. Si dice che il cervello abbia la sua parte nelle questioni di sentimenti: al nome di Lulic si accende in una specie di istintiva danza. Si dice che anche l'amore, alla fine, possa finire. I contratti possono di certo: incontrare Lulic in quel ricordo che è oggi, è ora, è 26 maggio, non finisce. Semplicemente non finisce, va oltre i legittimi concetti di spazio, tempo, luogo. In una sorta di istintiva danza, torna continuamente nei muscoli, nel cervello e nel cuore il suo 26 maggio. Il primo giorno senza Senad Lulic. Si saluta l'uomo, ma non si può dire addio ad una leggenda.

Vai al forum