LaziAlmanacco di domenica 20 ottobre 2019 LaziAlmanacco di domenica 20 ottobre 2019 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di domenica 20 ottobre 2019 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Nota della Società: ingiustificate ed inaccettabili le dichiarazioni di Gasperini Nota della Società: ingiustificate ed inaccettabili le dichiarazioni di Gasperini -> La S.S. Lazio considera del tutto ingiustificate ed inaccettabili le dichiarazioni rilasciate da (...) ---  
Lazio, una rimonta da tre gol! E non è la prima volta... Lazio, una rimonta da tre gol! E non è la prima volta... -> Una partita al cardiopalma, si può dire. La Lazio, dopo un primo tempo da censurare, è esplosa (...) ---  
Under 14 | Terzo successo consecutivo per i biancocelesti Under 14 | Terzo successo consecutivo per i biancocelesti -> Un altro successo per la selezione Under 14 della Prima Squadra della Capitale. Quest’oggi la (...) ---  
#LazioAtalanta | Post partita, Patric: "Ci abbiamo messo grinta e cuore" #LazioAtalanta | Post partita, Patric: "Ci abbiamo messo grinta e cuore" -> Al termine del match con l'Atalanta, l'esterno biancoceleste Patricio Gabarron Gil è (...) ---  
PAGELLE - Lazio - Atalanta, San Ciro ci hai pensato tu! Che bravo Cataldi PAGELLE - Lazio - Atalanta, San Ciro ci hai pensato tu! Che bravo Cataldi -> STRAKOSHA 6,5: Gli arrivano da tutte le parti. Si arrende dopo il primo paratone su (...) ---  
Lazio, le pagelle di CM: Immobile robot dal dischetto, che rimonta Inzaghi! Lazio, le pagelle di CM: Immobile robot dal dischetto, che rimonta Inzaghi! -> Lazio-Atalanta 3-3 Strakosha 6: Fa anche bene all'inizio della partita, poi francamente (...) ---  
Lazio, Immobile:  Lazio, Immobile: "Primo tempo inaccettabile" -> Il centravanti biancoceleste scherza: "Questi rigori al 90' mi stanno facendo perdere anni di (...) ---  
Lazio-Atalanta 3-3: Immobile e Correa, rimonta pazzesca! Lazio-Atalanta 3-3: Immobile e Correa, rimonta pazzesca! -> Da 0-3 a 3-3, la squadra di Inzaghi riprende con due rigori del numero 17 e la rete (...) ---  
Lazio-Atalanta, Inzaghi a Gasperini: “I rigori? Netti”  Lazio-Atalanta, Inzaghi a Gasperini: “I rigori? Netti” -> Poi il tecnico biancoceleste esalta Immobile: “È un trascinatore, sta segnando tanti gol”. Un (...) ---  
Muriel e Gomez show, poi l'Atalanta si butta via. E la Lazio firma la rimonta Muriel e Gomez show, poi l'Atalanta si butta via. E la Lazio firma la rimonta -> gazzetta.it Avanti di tre reti all'intervallo, la squadra di Gasperini subisce il ritorno (...) ---  
LaziAlmanacco di sabato 19 ottobre 2019 LaziAlmanacco di sabato 19 ottobre 2019 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di sabato 19 ottobre 2019 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Serie A TIM | Lazio-Atalanta, i convocati di Gasperini Serie A TIM | Lazio-Atalanta, i convocati di Gasperini -> Alla vigilia del match con la Lazio, il tecnico dei bergamaschi Gian Piero Gasperini ha diramato i (...) ---  
#LazioAtalanta | Post partita, Menichini: "Dobbiamo dar seguito al nostro processo di crescita" #LazioAtalanta | Post partita, Menichini: "Dobbiamo dar seguito al nostro processo di crescita" -> Al termine dell'incontro con l'Atalanta, il tecnico della Primavera biancoceleste Leonardo (...) ---  
Felicella: "Pronte per la ripresa del campionato, onorata di far parte di questa squadra" Felicella: "Pronte per la ripresa del campionato, onorata di far parte di questa squadra" -> Licia Felicella, portiere della Lazio Women, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, (...)

Autore Topic: Partite di venerdì 17 giugno  (Letto 1181 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AlenBoksic

  • Power Biancoceleste
  • *
  • Post: 13249
  • Karma: +184/-13
  • Belgrado: se non la ami, non ci sei mai stato
    • Mostra profilo
Partite di venerdì 17 giugno
« : Venerdì 17 Giugno 2016, 20:05:41 »
La Croazia manda in scena il tradizionale suicidio in salsa jugoslava, frutto della cronica insicurezza nonostante la fierezza e l'orgoglio proverbiali, portando a casa uno striminzito punto in una partita dominata in lungo e in largo fino a 15' dalla fine.
Da li in poi psicodramma con palle gol a raffica fallite, fumogeni dei tifosi in campo e gara sospea e inevitabile (per chi sia abituato a vedere simili spettacoli) pari ceco.
L'allenatore, in tutto questo baillame, non ha trovato di meglio che fare due cambi negli ultimi 3',
ovviamente dopo il pari.

Voglio 11 Scaloni

Offline Er Matador

  • Biancoceleste DOP
  • *****
  • Post: 4287
  • Karma: +357/-15
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Partite di venerdì 17 giugno
« Risposta #1 : Sabato 18 Giugno 2016, 07:18:58 »
La Croazia manda in scena il tradizionale suicidio in salsa jugoslava, frutto della cronica insicurezza nonostante la fierezza e l'orgoglio proverbiali, portando a casa uno striminzito punto in una partita dominata in lungo e in largo fino a 15' dalla fine.
Da li in poi psicodramma con palle gol a raffica fallite, fumogeni dei tifosi in campo e gara sospea e inevitabile (per chi sia abituato a vedere simili spettacoli) pari ceco.
L'allenatore, in tutto questo baillame, non ha trovato di meglio che fare due cambi negli ultimi 3',
ovviamente dopo il pari.
Tre domande:

1) da dove spunta la nomina a Ct di Ante Čačić, tecnico non giovane e dalla proiezione internazionale assai dubbia non avendo mai allenato fuori dalla Croazia (a parte una breve parentesi alla guida della Nazionale libica)?

2) A cosa è dovuta l'esclusione di Lovren, titolare nel Liverpool?

3) Davvero, al suo posto, non c'era un sostituto più verosimile di Vida?

Offline AlenBoksic

  • Power Biancoceleste
  • *
  • Post: 13249
  • Karma: +184/-13
  • Belgrado: se non la ami, non ci sei mai stato
    • Mostra profilo
Re:Partite di venerdì 17 giugno
« Risposta #2 : Sabato 18 Giugno 2016, 07:35:18 »
1) Devon esseri i "soliti" pattumi delle federcalcio locali.
Comunque Čačić ha guidato la squadra nel girone. Le sostituzioni mi erano parse tardive (assai) anche contro i turchi.
Stupisce che Kalinić non abbia ancora giocato neanche un minuto, a meno che non sia infortunato, mentre Vrsaljko è entrato ieri a 2' dalla fine...

2) Lovren è rimasto in panchina per l'amichevole contro l'Ungheria, e dopo essere stato accusato di non essersi riscaldato adeguatamente a bordo campo, gli era stato detto di stare lontano dalla squadra. Il 26 enne difensore che è costato al Liverpool 20 milioni di sterline due anni fa, ha risposto presentando un ultimatum al ct Cacic: "Non voglio chiedere scusa, io andrà in Francia solo se sarò un giocatore titolare, altrimenti non partirò proprio".

Il ct Cacic non ci ha messo molto a rispondere in maniera seccata ma precisa: "Ho già detto quando sono stato nominato come allenatore che la squadra è sopra ad ogni individuo. Non voglio rinunciare a questo per alcun giocatore. Nello spogliatoio della Croazia non c'è posto per gli ultimatum, ci dovrebbe essere il rispetto per la maglia croata, per i compagni di squadra e per allenatore", ha detto.

http://www.sportnotizie24.it/news/euro-2016/64143/preconvocati-croazia-non-c-e-dejan-lovren-dopo-le-discussioni-con-il-ct-ante-cacic-16-maggio-2016#sthash.ymm5t38T.dpuf

3) Probabilmente ha fatto delle convocazioni all'insegna del "gruppo", non so,. Nella lista ci sono anche tre ragazzi della Dinamo Zagabria (Ante Ćorić, Marko Rog e Marko Pjaca) di 19/20/21 anni con pochissime presenze in nazionale e che non so che contributo possano dare, anche se è vero che la Dinamo via via qualche giocatore buono lo sforna (fossi in Tare un'occhiata gliela andrei a dare).
Tornando a bomba i centrali di riserva sono Gordon Schindelfeld - onesto mestierante e poco più - e Tin Jedvai (ex brutti), pure lui 20n.
Voglio 11 Scaloni

Offline Er Matador

  • Biancoceleste DOP
  • *****
  • Post: 4287
  • Karma: +357/-15
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Partite di venerdì 17 giugno
« Risposta #3 : Sabato 18 Giugno 2016, 08:27:43 »
1) Ha guidato la squadra nel girone, se non ricordo male, solo nelle ultime due partite: vittorie con Bulgaria e Malta, che hanno rimesso i suoi in carreggiata dopo il pari con l'Azerbaigian e la sconfitta in Norvegia costata la panchina a Niko Kovač.
Il quale, per parte sua, era subentrato a Igor Štimac appena prima del play-off con l'Islanda per la qualificazione a Brasile 2014.
E mi domandavo, appunto, da dove uscissero un nome del genere in quel momento delicato e la sua successiva conferma.
Procedendo per ipotesi: la sensazione è che si vada avanti per emergenze e traghettatori, senza un progetto.
Al punto da preferire un tecnico già noto ai giocatori, anziché impostare almeno un discorso a progetto per gli Europei con un nome di maggior spessore.
O forse non è un caso che Čačić venga dopo una serie di ex del terzo posto al Mundial francese?
E quindi la sua nomina servirebbe anche per sottrarre la panchina della Nazionale a tali logiche, che rischiavano di farne un privé per reduci?
Politica, in ogni caso: anche nei risultati, a giudicare dal profilo assai modesto dell'attuale allenatore

2) Grazie per le informazioni. Verrebbe da dire che ha ragione chi lo ha lasciato a casa, anche se il buco aperto nella formazione titolare è enorme

3) Jedvaj, dopo la militanza coprofaga, si è accasato al Bayer Leverkusen: che sembra ormai specializzato nel lanciare difensori più quotati di quanto un'osservazione diretta lascerebbe intendere.
Indimenticabile Jonathan Tah, considerato il futuro della Nazionale tedesca in quel ruolo: nel preliminare mi era apparso l'anello debole di una difesa non impenetrabile.
Tornando in tema, a me sembrerebbe più sensato puntare su Jedvaj contando anche sulla vicinanza dell'esperto Ćorluka: un giovane appena presentabile, per quanto acerbo, non può fare peggio di Vida

Offline AlenBoksic

  • Power Biancoceleste
  • *
  • Post: 13249
  • Karma: +184/-13
  • Belgrado: se non la ami, non ci sei mai stato
    • Mostra profilo
Re:Partite di venerdì 17 giugno
« Risposta #4 : Sabato 18 Giugno 2016, 11:12:08 »
Ci fossero delle federazioni degne di nome da quelle parti prenderebbero Reja.
 ;)
Invece è continuo affidarsi a mestieranti di basso profilo o a vecchie glorie paracadutate in panchina senza alcuna storia che non quella da calciatore: qualche volta può anche funzionare, ma non può diventare un teorema.
Stranamente poi quasi mai si persegue la politica della promozione di chi ottenga risultati con le nazionali giovanili, o forse si ha paura che farebbe fuori intoccabili senatori ormai spompati...
Voglio 11 Scaloni

Offline AlenBoksic

  • Power Biancoceleste
  • *
  • Post: 13249
  • Karma: +184/-13
  • Belgrado: se non la ami, non ci sei mai stato
    • Mostra profilo
Re:Partite di venerdì 17 giugno
« Risposta #5 : Lunedì 20 Giugno 2016, 06:45:13 »
Che cosa è successo: una parte del pubblico accorso in Francia ha volutamente interrotto la partita Croazia vs Repubblica Ceca, sul risultato di 2-1 per i balcanici. I media mainstream hanno gridato subito alla vergogna, hooligan cattivi, slavi violenti ecc. Ben presto sono uscite analisi ben più realistiche che hanno individuato l'oggetto del contendere nell'ormai nota rivalità fra alcune frange del tifo croato e Zdravko Mamic.
Mamic in Croazia è un po' come la Serbia, è l'unica cosa che riesce a mettere d'accordo tutte le tifoserie. Ma mentre per lo Stato vicino si tratta di una rivalità abbastanza scontata visto il recente conflitto, nei confronti di Mamic la cosa è un po' più articolata. E' il padrone della Dinamo Zagabria, dopo che Franjo Tudjman ha salutato il nostro mondo nel 1999. Il Presidente-padre della Croazia aveva visto nella squadra un grande mezzo di propaganda: come mi dissero una volta a Spalato, voleva "che fosse la più croata, la più cattolica, la più forte [a danno soprattutto nostro]".
Con Mamic, che certo non ha mai avuto il peso del Franjo nazionale le cose non cambiano, anche se si ridimensionano a un carattere solo interno e croato. Tuttavia la Dinamo vince dieci titoli di fila e grazie alla sua gestione e ai premi Uefa mette un abisso fra sé e le altre squadre. In patria spadroneggia, crea o acquisisce (in senso lato ovviamente) dal nulla squadre satellite, alle quali gira i suoi giocatori: il Lokomotiva Zagabria (ben altra fortuna nel basket) è una squadra senza tifosi e senza stadio che però si piazza sempre altissima perché gode dei prestiti della Dinamo. Così lo Zrinjski Mostar, e poco importa che si trovi in BiH. Perché uno dei mercati in cui Mamic è potentissimo è quello del possesso dei calciatori che vengono acquisiti dalla sua scuderia (del figlio) e firmano contratti più o meno capestro che portano nelle tasche della famiglia floridi milioncini. Una GEA potentissima e meno amichevole.
Dopo questo lungo e noioso preambolo che introduce la figura di Mamic, tralasciando per altro episodi razzisti e violenti, la domanda che ci sentiamo di fare e che a nostro avviso ad oggi, con le analisi lette fin ora, non è affatto risolta, è: la rivalità fra Bad Blue Boys e Mamic, è una rivalità fra forze del bene e quelle del male? E' una rivalità fra buoni tifosi che difendono l'anima del calcio da un vergognoso furfante? E' una rivalità fra chi ha realmente a cuore le sorti della propria squadra e chi invece ha solo quelle del proprio portafogli?
Chi ha un minimo di conoscenza della realtà balcanica, sa, senza sconfinare nel rambismo e nella mitologia, il peso che hanno avuto le curve come veicolo di messaggi politici nel recente passato. Sa anche che è difficile inquadrare queste realtà usando le categorie di nazionalismo, come lo intendiamo da questa parte dell'Adriatico. Sa che centri di potere siano i gruppi Ultras, sa il peso che hanno nelle città, nell'aggregazione e infine sa anche che hanno un peso economico non indifferente. In realtà che viaggiano su una disoccupazione preoccupante alcuni introiti derivanti dalle attività correlate alla curva non sono trascurabili.
Questo per dire che siamo tutti d'accordo che Mamic è uno di quei personaggi che fanno male al calcio, ma ridurre tutto al Mamic cattivo e curva buona che rispetta i valori di un calcio che non c'è più è fuorviante quasi quanto quella degli hooligan che tirano le bombe in campo perché sono birbanti e stupidi. Sotto si celano rivalità antiche, si celano vecchi tributi di sangue dati alla patria, si celano interessi economici dall'una e dall'altra parte.
Riprendo alcune parole scritte da un ragazzo che non conosco personalmente ma che leggo ormai con piacere sempre crescente. Rispondeva alla solita tiritera "Mihajlovic-Arkan che schifo": "ritengo che non si possa appieno giudicare chi nasce, cresce, vive, matura in una realtà così diversa dalla nostra, facendolo con i parametri nostri e dimenticandoci del resto. Le guerre nei Balcani sono guerre dell’altro ieri, portano con sé ancor oggi strascichi e cicatrici, non sempre rimarginate [...] Il mio umile consiglio è di andare lì, un po’ di volte, e provare a capire il contesto (che non vuol dire giustificare quanto avvenuto o immedesimarsi in esso). Semplicemente calarsi in quella dimensione senza posizioni preconcette, senza schieramenti ideologici, senza rifiutare la legittimità in astratto di un sentimento di appartenenza, per quanto il suo abuso possa condurre, e abbia condotto, a derive aberranti".
(G.G)

https://www.facebook.com/storiedelboskov/posts/1788447128040897:0
Voglio 11 Scaloni