* ::: Street Radio :::

OPEN POP-UP In onda ora su :::streetradio:::
SIAE 871/I/07-987 Radio amatoriale - SCF 346/10 -
WRA 42-01/2016

Autore Topic: Lazio, Inzaghi: "Mantenere il passo, le aspettative su di noi si sono alzate"  (Letto 35 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 8531
  • Karma: +6/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.repubblica.it

Il tecnico chiede continuità e annuncia Nani: "Credo sia pronto per giocare"
ROMA - Doveva essere un ciclo terribile, tra defezioni e partite ravvicinate. Inzaghi però, dopo la batosta rimediata contro il Napoli è riuscito a rimettere subito in sesto la sua Lazio, vincendo sia con il Verona che con lo Zulte Waregem. È riuscito a gestire e dosare le energie del gruppo e contro il Sassuolo, ultima partita prima della sosta, manderà di nuovo in campo l'undici più forte al netto delle assenze: "Sarà una partita - spiega Inzaghi - molto difficile, il Sassuolo viene da una sconfitta immeritata. Sicuramente vorranno riscattarsi: hanno ottima qualità, buoni giocatori che possono metterci in difficoltà in ogni momento. Dovremo dare intensità, una Lazio di corsa, determinata, aggressiva al punto giusto per vincere la gara".



INZAGHI: "ORA ASPETTATIVE PIÙ ALTE SU DI NOI" - Vuole i tre punti, Inzaghi. Perché così la Lazio potrà continuare a restare nelle zone nobili della classifica: "Stiamo facendo quello che avevo chiesto a inizio anno. Rimanere in alto insieme alle grandi. Questo è il nostro obiettivo, confermare quello che abbiamo fatto l'anno scorso, nonostante le nostre avversarie si siano rinforzate tanto. Siamo partiti bene in questi primi due mesi, ma sappiamo che siamo solo all'inizio. Dobbiamo migliorare ancora. Siamo partiti molto bene e dal 13 agosto non ci siamo più fermati. Abbiamo fatto ottimi risultati, normale sia soddisfatto fino a questo momento. Ma partendo in questo modo le aspettative su di noi si sono alzate. Dobbiamo essere bravi a mantenere questo ritmo. Il mio augurio è recuperare più giocatori possibili nella prossima sosta". Alcuni, come de Vrij e Luis Alberto, proveranno a esserci già con il Sassuolo: "Vedremo come risponderanno alle sollecitazioni dell'allenamento".



"NANI? È PRONTO PER GIOCARE. MILINKOVIC RECUPERATO" - Tra le varie opzioni, anche quella di lanciare finalmente Nani, ormai completamente a disposizione: "Nell'ultima settimana ha lavorato molto bene. Veniva da un brutto infortunio, patito a fine luglio. Ho trovato un grandissimo giocatore che offre una grandissima disponibilità, pensavo di utilizzarlo giovedì e non è stato possibile, ma credo sia pronto per giocare". Nessun dubbio invece sul recupero di Milinkovic: "Ha avuto un affaticamento, alla vigilia della partita di Verona non è stato rischiato. Mercoledì aveva fatto una buona rifinitura. Con il Sassuolo partirà titolare". Inzaghi si espone pure sulla mancata convocazione del serbo in Nazionale: "Uno a priori direbbe meno male, così si riposa e si allena nel migliore dei modi con noi. Un po' però dispiace. Ha dimostrato di essere uno dei top nel suo ruolo. Dentro di sé ci tiene alla convocazione per giocare nel proprio paese. Penso che una volta che si chiariranno, possa diventare una colonna della Serbia".



"IMMOBILE È UN VERO LEADER, LUIZ FELIPE DA LAZIO" - Poi su Immobile, che non finisce mai di elogiare: "Sapevo che avrebbe fatto gol. Li aveva sempre segnati in Italia quando era stato messo nelle condizioni di essere il centravanti titolare. Quello che mi ha colpito è il modo in cui si è calato nella nostra realtà. Fin dal primo giorno, quando si è presentato era sempre il primo ad arrivare, l'ultimo ad andarsene. Per questo l'ho definito leader. Non per i gol, ma per il lavoro settimanale. Per come sprona i compagni di squadra". Inzaghi ha poi continuato a parlare delle buone risposte arrivate dalle seconde linee: "Luiz Felipe ha dimostrato che può stare alla grande nella Lazio. È giovane, sveglio, parla la lingua. Ha voglia di imparare, fin dal ritiro ha guardato i giocatori che ha davanti a lui. Un ragazzo che ascolta molto e si è fatto trovare pronto quando è stato chiamato in causa". E in più c'è anche Mauricio come risorsa: "Mauricio lo avevo già tenuto in considerazione domenica, è un calciatore che conoscevo. Mi aveva dato grandissima disponibilità. Ieri si è allenato molto bene. Sicuramente è pronto".

Vai al forum