* ::: Street Radio :::

OPEN POP-UP In onda ora su :::streetradio:::
SIAE 871/I/07-987 Radio amatoriale - SCF 346/10 -
WRA 42-01/2016

Autore Topic: FOCUS - L'importanza di chiamarsi Parolo: quantit e gol al servizio di Inzaghi  (Letto 42 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 8514
  • Karma: +6/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.LaLazioSiamoNoi.it



                           Una Lazio bella e spregiudicata che regala spettacolo e gol sta facendo brillare gli occhi dei suoi sostenitori. Il giocattolo costruito da Simone Inzaghi funziona alla grande e il popolo biancoceleste sogna in grande. I gol a ripetizione di Ciro Immobile, le magie di Luis Alberto, le parate decisive di Thomas Strakosha, la grinta di Lucas Leiva, lesperienza di StefanRadu e cos via. La lista lunghissima perch la capacit del piacentino proprio quella di rendere tutti determinanti. Non va dimenticato uno dei senatori della squadra, quel Marco Parolo che anche ieri ha saputo prendersi una scena con una doppietta. La generosit e il lavoro del centrocampista laziale spesso non ruber locchio come un colpo di tacco o un dribbling, ma fanno la differenza allo stesso identico modo. Macina chilometri su chilometri, polmoni e muscoli dacciaio sono la sua caratteristica principale. Pressa a tutto campo, aiuta Leiva in interdizione e poi bravissimo negli inserimenti in area avversaria. Quasi un attaccante aggiunto visto che spesso luomo pi avanzato dellintera squadra. I suoi tagli e le sue sovrapposizioni sono letali per le difese avversarie e non un caso che con laquila sul petto sia gi arrivato a 25 gol in 125 gare disputate, con una media di una rete ogni 5 gare: niente male per un incontrista.



QUANTITA E GOL Indimenticabile rester la sua prima stagione allombra del Colosseo, quando arriv in doppia cifra in campionato (dieci in campionato pi uno in Coppa Italia, ndr). Sei lannata successiva e cinque nella scorsa, tutti realizzati in trasferta. La sua ultima rete allOlimpico prima della doppietta di ieri era quella firmata nel derby perso malamente per 4-1 dellaprile 2016, sconfitta risultata fatale a Pioli. Poi arrivato Inzaghi e con il mister emiliano Parolo aveva segnato solamente in trasferta: aMarassi contro la Sampdoria a dicembre, il poker storico per un centrocampista contro il Pescara e la rete, appena due settimane fa, sul campo del Vitesse. Marco sa anche risolvere i match e per il suo allenatore uno degli intoccabili. Basta pensare che dal suo arrivo ha saltato in campionato appena sette partite su 52: tre per squalifica e quattro per infortunio. Insomma se il ragazzo di Gallarate disponibile, il tecnico lo getta nella mischia. Quella di ieri la sua quinta segnatura multipla in carriera: due doppiette sono arrivate ai tempi del Parma, altre due con la Lazio e poi ci sono i quattro gol realizzati contro il Pescara citati in precedenza.



NAZIONALE Parolo anche un punto fermo della selezione guidata dal ct Ventura, anche se il 4-2-4 lo svantaggia visto che spesso gli vengono preferiti giocatori pi difensivi come Verratti e De Rossi. Ma Marco non si arrende e forte delle sue 30 presenze in azzurro punta deciso ai prossimi Mondiali in Russia. Insieme allamico e compagno di squadra Ciro Immobile tra i quasi certi della convocazione per quello che sarebbe per lui la seconda esperienza nella Coppa del Mondo dopo lo sfortunato cammino del 2014. Diverso, invece, stato il suo Europeo. Con Conte in panchina il classe 1985 stato tra i migliori della squadra che si dovuta arrendere solo ai rigori nei quarti di finale contro la Germania. Una sconfitta con rammarico, ma che carica ancora di pi il lombardo in vista dellappuntamento russo. Manca ancora qualche mese e prima c da continuare a guidare la Lazio verso lEuropa. Il sogno Champions rimane nonostante lagguerrita concorrenza, ma con un gruppo e un Parolo cos nulla sembra impossibile.



         

   



Vai al forum