* ::: Street Radio :::

OPEN POP-UP In onda ora su :::streetradio:::
SIAE 871/I/07-987 Radio amatoriale - SCF 346/10 -
WRA 42-01/2016

Autore Topic: Lazio, Inzaghi: «Vincere a Nizza per passare il turno. Immobile è un trascinatore»  (Letto 53 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 8968
  • Karma: +6/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.ilmessaggero.it



di Valerio Cassetta

Punta in alto, Simone Inzaghi. L’allenatore della Lazio, a due giorni dalla vittoria di Torino contro la Juventus, non ha intenzione di fermarsi. Giovedì sera i biancocelesti saranno impegnati in Francia contro il Nizza, nella terza sfida del Girone K. Un match da non sottovalutare, nonostante l’ottimo momento di forma della Lazio: «Sia noi che loro siamo partiti con il piede giusto, però mancano ancora quattro partite, e sarà tutto ancora da giocare – ha ricordato Inzaghi al sito ufficiale dell’Uefa -. Facendo due buone partite contro il Nizza, tutto diventerebbe più semplice, però sappiamo che loro sono una squadra forte, che doveva partecipare alla Champions League, avendo ottimi elementi, tra i quali Mario Balotelli. L’obiettivo è passare il primo turno, siamo a buon punto, ma sappiamo di avere ancora quattro partite molto difficili da affrontare».
 
Spogliatoio. Chiamato a descrivere la “lazialità”, Inzaghi ha ammesso: «E’ un senso di appartenenza molto forte. Sono arrivato a Rina che ero un ragazzo, nel 1999, avevo appena compiuto 23 anni e adesso sono 19 anni che sono qui e sono laziale a tutti gli effetti. Ho due figli nati a Roma, tutti e due laziali, ed è qualcosa che ho dentro e cerco di trasmettere ai miei giocatori». Uno di questi è Ciro Immobile, che in campionato ha raggiunto quota 11 gol in 8 giornate di campionato: «Quando Tare mi ha detto che c’era l’opportunità di prendere Ciro – ha dichiarato Inzaghi -, gli dissi subito di farlo, perché sapevo che Immobile era un attaccante nato per il gol e sapevo che ne avrebbe fatti. Non conoscevo il ragazzo, la più grande sorpresa è stata questa: ho conosciuto un uomo che ha dato grandissima disponibilità a tutti noi e si è subito calato benissimo nell’ambiente, diventando un trascinatore».

Vai al forum