* ::: Street Radio :::

OPEN POP-UP In onda ora su :::streetradio:::
SIAE 871/I/07-987 Radio amatoriale - SCF 346/10 -
WRA 42-01/2016

Autore Topic: Bonatti: "Sorpreso dalla vittoria di sabato, è la prima tappa di un percorso"  (Letto 49 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 8972
  • Karma: +6/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.sslazio.it

Andrea Bonatti, tecnico della Lazio Primavera, è intervenuto quest’oggi ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 FM. 

“La vittoria di sabato? Ci voleva per i ragazzi un successo simile, hanno trovato conforto con una prestazione di spessore frutto del lavoro svolto nelle ultime due settimane. Non ci siamo mai fermati in tal senso, a partire dal ritiro. Abbiamo concretizzato con efficacia quello che avevamo prodotto: nelle prime quattro gare avevamo creato diverse occasioni, senza però realizzando reti. Ho letto che non avevamo idee, ma non era così. Avevamo difficoltà a concretizzare e non ci siamo ripresi da questo. Con il Napoli siamo riusciti a trovare la via del gol con più cinismo nel reparto avanzato. 

Non mi aspettavo un 5-0 al termine della prima frazione di gioco: sapevo però che avremmo espresso i contenuti su cui avevamo lavorato nelle due settimane precedenti. Abbiamo espresso, invece, con grande concretezza tutto il lavoro svolto. Ultimamente ci siamo focalizzati sulla convinzione dei nostri mezzi: ho fiducia in questo collettivo, credo che al suo interno ci siano le qualità giuste per affrontare il Campionato Primavera 1 TIM. I miei uomini dovevano solo trovare la serenità nell’esprimere le doti che io gli riconosco: questa è solo la prima tappa di un lungo percorso. 

Dobbiamo fare tesoro di quanto fatto finora, senza dimenticare le difficoltà che abbiamo avuto: dobbiamo continuare a partecipare con grande abnegazione, i miei ragazzi hanno un senso del lavoro molto accentuato. Dobbiamo continuare ad approcciare con serenità ed allo stesso tempo con la giusta tensione per rendere più facili tutte le prossime partite. Marchesi ha sempre svolto ogni allenamento ad ottimi livelli, ha avuto la sua opportunità e mi ha dato le risposte che mi aspettavo; l’ho schierato perché è dotato di grandi valori e sono convinto che può ancora crescere tanto. 

Il collettivo è molto cresciuto, abbiamo più fluidità nella costruzione, si era visto anche a Firenze ma il risultato aveva oscurato la nostra maturazione. Grazie agli ultimi progressi, anche gli attaccanti trovano più spazi per essere più incisivi sotto porta. Al Hassan? Dispiace perdere giocatori, li vorrei sempre a disposizione: mi auguro di averlo presto in gruppo. Mi auguro che gli esami per Boateng siano negativi e che possano arrivare al più presto i transfer per quanto riguarda i nuovi acquisti. Ogni allenatore ha il dovere di proiettare sui suoi uomini le proprie caratteristiche migliori: la peculiarità che cerco di sviluppare sono la cultura del lavoro e l’unione del gruppo. I risultati di ciò si stanno iniziando a vedere. 

Io sto pensando alla prossima partita con la convinzione di fare risultato pieno, dobbiamo recuperare tante posizioni in classifica. In questo campionato può accadere di tutto, solo l’Inter ha dei valori assoluti rispetto alle altre formazioni della classe. Mi ha sorpreso l’Hellas Verona: è la stessa compagine dello scorso anno, hanno 9 punti ma meritavano di vincere anche contro l’Atalanta. Era considerata come una delle compagini meno competitive, ma è troppo presto per esprimere dei giudizi.

Contro il Bologna mi aspetto grande intensità ed aggressività da parte dei calciatori rossoblù, proprio come hanno fatto nelle gare precedenti. Noi dovremo palleggiare per trovare spazio tra le linee ed in profondità. Sarac? Quando troverà la piena consapevolezza dei propri mezzi, ammireremo tutto il suo talento. È un calciatore di grande qualità ed è giunto il momento d’intraprendere un cammino che lo renda protagonista”. 

Vai al forum