* ::: Street Radio :::

OPEN POP-UP In onda ora su :::streetradio:::
SIAE 871/I/07-987 Radio amatoriale - SCF 346/10 -
WRA 42-01/2016

Autore Topic: Milinkovic, a due passi da Formello: la villa del serbo confina col campo. E dell'EL gi recordman...  (Letto 64 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 8972
  • Karma: +6/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.LaLazioSiamoNoi.it



                           Pare riduttivo se diciamo che con il Nizza ha fatto tutto Milinkovic-Savic? Forse s, ma non ci allontaneremmo nemmeno troppo dalla realt. La spizzata ad imbeccare Caicedo, furbo nel sfruttare il pasticcio difensivo, il raddoppio con il piattone e il colpo di testa nel finale a sigillare il match: il serbo, con poche giocate, ha deciso la partita senzaaffanni. Il segreto? Nella professionalit che mette ogni giorno negli allenamenti, lavorando a testa bassa con cura dei particolari. A 22 anni, il primo pensiero della mattina quello di alzarsi per andare a sudare coi compagni al campo. Senza nemmeno troppa fatica perch - come riporta la rassegna di Radiosei - il campo confina con casa sua. lunico della rosa biancoceleste che ha scelto la sua abitazione dietro a al centro sportivo di Formello, una villa (con piscina) attaccata al cancello di via Santa Cornelia. Anche furbo Sergej, oltre che bravo: due passi a piedi ed sul prato per allenarsi, anche se lui preferisce arrivarci ancora con pi calma sfoggiando la sua Mercedes GLA bianca. Della Lazio Milinkovic se ne innamorato, cos tanto da starle il pi vicino possibile. E lo stesso effetto glielha fatto Roma, citt che vive a pieno ogni giorno. Senza ostentare alcun lusso, il centrocampista serbo si gode lUrbe Eterna con amici, familiari e fidanzata tra ristoranti, passeggiate e locali serali. Tutto nel massimo rispetto della professionalit, quella che ha sempre conservato con premura. Se cos non fosse stato, oggi non sarebbe uno dei migliori giocatori nel suo ruolo. Inzaghi se lo coccola e tiene stretto, affidando al gigante laziale compiti di rottura e costruzione del gioco: ne va matto. Un po meno il ct della Serbia Muslinche era s all'Alianz Rivera per ammirare le giocate del numero 21, ma chefino ad ora sembra aver snobbatoiltalento puro del classe '95. Forse la doppietta col Nizza gli far cambiare idea anche perch quelle due reti hanno proiettato Sergej tra i recordman di questa Europa League: il pi giovane ad aver siglato due gol. Lui intanto continua diligentemente a rendere grande la Lazio, allenandosi con rigore. Tanto il campo dietro casa sua.



         

   



Vai al forum