* ::: Street Radio :::

OPEN POP-UP In onda ora su :::streetradio:::
SIAE 871/I/07-987 Radio amatoriale - SCF 346/10 -
WRA 42-01/2016

Autore Topic: Il Vitesse spaventa la Lazio: poi Luis Alberto firma il pari.  (Letto 41 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 9366
  • Karma: +6/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
Il Vitesse spaventa la Lazio: poi Luis Alberto firma il pari.
« : Venerdì 24 Novembre 2017, 00:02:12 »
www.gazzetta.it



A qualificazione acquisita, i biancocelesti hanno un pessimo approccio alla gara: ma ci pensa lo spagnolo a mettere le cose a posto, grazie a uno splendido destro al volo

Primo pareggio in questa stagione di Europa League per la Lazio che contro il Vitesse non riesce a centrare il record di cinque successi di fila in campo europeo. Una gara che è stata comunque una pura formalità ai fini della classifica per i biancocelesti di Inzaghi, già qualificati ai sedicesimi e col primo posto in cassaforte. Al vantaggio olandese con Linssen in avvio di partita replica con un gran gol Luis Alberto prima dell’intervallo. E la partita praticamente finisce lì anche se nella ripresa le due squadre cercano l’acuto. In particolare, il Vitesse inseguiva all’Olimpico le ultime speranze di qualificazione, comunque svanite dopo il successo del Nizza contro lo Zulte Waregem.

RINCORSA LAZIALE — Turnover quasi totale nella Lazio disposta col 3-5-2. Rispetto alla formazione schierata nel derby, Inzaghi tiene in campo solo Bastos e Luis Alberto. Entrambi però in ruoli diversi. Il difensore angolano cambia fascia e passa sulla sinistra. Il trequartista spagnolo viene arretrato in regia. Torna Basta dopo due mesi di stop e tocca a lui la fascia da capitano. Esordio assoluto in Europa League per Palombi e Crecco, che è anche alla prima stagionale, come il portiere Vargic. Gli olandesi provano subito a sorprendere la Lazio: al 4’ Matavz si gira e conclude di poco a lato. E al 13’ Linssen colpisce su punizione dai 25 metri appoggiata da Mount: palle in rete dopo aver timbrato la traversa. Un minuto dopo il Vitesse prova pure a raddoppiare: rasoiata di Mount deviata da Vargic in angolo. Insiste la squadra di Fraser. Soprattutto con gli spunti di Linssen e Mount. Al 19’ primo guizzo della Lazio con Palombi che calcia a volo a lato. L’attaccante al 28’ si riporta al tiro su spettacolare assist di tacco di Luis Alberto: botta respinta in angolo dal portiere Pasveer. Al 42’ arriva il pareggio con una perla di Luis Alberto: destro a volo su traversone dalla destra di Basta. Dopo le tre reti in campionato, lo spagnolo va a segno anche in Europa League.

SENZA SBOCCHI — La Lazio riparte con gli stessi undici nella ripresa. Ma si ferma Nani per un risentimento muscolare alla coscia: al 9’ lo sostituisce Lulic. E Inzaghi fa tornare Luis Alberto in avanti. I biancocelesti alzano il ritmo e si catapultano in attacco. Il Vitesse tiene botta e si rilancia. Al 17’ Castaignos avvicenda Matavz. Al 18’ sinistro di Crecco parato da Pasveer. Al 23’, due cambi: nella Lazio Marusic rileva Luis Alberto, nel Vitesse Van Bergen al posto di Rashica. Inzaghi sposta Basta da interno e smista Lulic in avanti. Al 31’, brividi per gli olandesi: su corner di Murgia, tocca Bastos e Pasveer si salva in angolo. Fraser sostituisce Lelieveld con Dabo. Il Vitesse a caccia del colpo a sorpresa in attacco, ma la Lazio controlla. Inzaghi fa debuttare in prima squadra Miceli, 18 anni, jolly di centrocampo e capitano della Primavera. Va a rilevare Basta e si rende utile in un disimpegno difensivo. Partita aperta sino all’ultimo dei tre minuti di recupero, ma resta l’1-1 come risultato finale.

Nicola Berardino

Vai al forum