Autore Topic: L'AVVERSARIO - La sindrome del pareggio e il 'mal da trasferta': contro la Lazio il Toro cerca la svolta  (Letto 41 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 11682
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.LaLazioSiamoNoi.it



                           Momento complicato per il Torino dell'ex Mihajlovic. I granata stazionano al 12 posto con deludente bottino di 20 punti al netto di 4 vittorie, 8 pareggi, 3 sconfitte. Un bilancio ampiamente sottotono, condizionato soprattutto da un diffuso sentore di sfiducia che orbita attorno alla panchina dell'ex biancoceleste, mai in discussione finora ma certamente poco sereno rispetto alla scorsa stagione. A giudicare dal valore complessivo della rosa in effetti, l'aspettativadi poter alzare quest'anno ancor pil'asticella era pi che comprensibile e auspicabile per il vasto popolo granata. Gli ultimi quattro pareggi consecutivi, con lultima vittoria in campionato che risale allo scorso 29 ottobre (2-1 casalingo sul Cagliari), hanno invece ampiamente ridimensionato le ambizioni del Toro, ancora adagiato nella parte destra della classifica. Una fase di stallo generale, visto che il Torino ha mantenuto nelle ultime gare lo stesso rendimentotra partite in casa e in trasferta, con unamedia punti piuttosto equilibrata: 1,43 tra le mura amiche, 1,25 lontano dal Comunale, dove i tre punti mancano dal lontano 20 settembre, in occasione del 3-2 rifilato allUdinese. Due ko e tre pareggi nei successivi match esterni, al netto di dieci gol incassati e soltanto due messi a segno. Lassenza del Gallo Belotti ha inciso e non poco in termini di realizzazioni, ma il difetto principale sembra pi che altro la tenuta mentale e la capacit di saper sfruttare i momenti di gara. Dovr lavorare soprattutto sulla testa dei suoi giocatori il buonSinisa, mansione che, in fin dei conti,sembra far parte deipunti di forza dell'allenatore serbo. Contro la sua ex i precedenti sono poco confortanti, ma proprio nei momenti difficili che Mihajlovic, da giocatore come da allenatore, ha saputo tirar fuori il coniglio dal cilindro, come una punizione da posizione impossibile (troppo facile il collegamento con la magia di Stamford Bridge contro il Chelsea). Lo scherzettodell'ex (l'ennesimo) rischia di essere ancora dietro l'angolo...



CAMBI FORZATIPER MIHA - Assenze scomode tra attacco e difesa per Sinisa Mihajlovic. Sul volo per Roma mancano all'appelloAnsaldi,Niange Sadiq, rimasti ai box per guai fisici. Al tecnico granata per non mancano le alternative: sulla corsia mancinaBarrecapotrebbe vincere il ballottaggio conMolinaro, mentresalgono sempre pi le quotazioni diLyanco che con ogni probabilit affiancherNKouloual centro della difesa. Ancora dubbi a centrocampo, con Acquahche dovrebbe spuntarla su Obi, completando il reparto con Rincon e Baselli.In attacco confermato il trio IagoFalque, Belotti e Ljajic.



Probabile formazione: TORINO(4-3-3) -Sirigu; De Silvestri, N'Koulou, Lyanco, Barreca; Acquah, Rincon, Baselli; Iago Falque, Belotti, Ljajic.A disp.V.Milinkovic, Ichazo, Burdisso, Moretti, Molinaro,Fiordaliso, Kone, Obi, Valdifiori,Berenguer, Boye, De Luca, Edera.All. Mihajlovic.



         

   



Vai al forum