Autore Topic: L'ULTIMA PAROLA - Bella e senza paura: la 'Banda Inzaghi' non si arrende mai  (Letto 40 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 11188
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.LaLazioSiamoNoi.it



                           Cuore, orgoglio e bel gioco. Meno ermetica magari della scorsa stagione, ma la mentalit adesso quella di una grande squadra. la Lazio di Inzaghi, ancora imperfetta e non certo nel miglior momento stagionale, ma pur sempre viva ed affamata. La forza caratteriale e mentale vista ieri a Bergamo pu davvero far ben sperare per il futuro, lasciando in disparte - almeno in un primo momento - le troppe disattenzioni difensive. Bicchiere mezzo pieno per dirla in sintesi, soprattutto perch al cospetto di unAtalanta in pieno stile Europa League. Con il morale a terra dopo le follie arbitrali dellultimo Monday night contro il Torino, la partenza sprint di Gomez e compagni avrebbe potuto tagliare le gambe gi nel primo tempo ai ragazzi di Inzaghi. Ma la capacit di invertire linerzia della gara, grazie soprattutto allestro dei singoli (troppo facile citare Milinkovic), ormai diventata una costante dei biancocelesti dopo limpresa di Marassi. Non solo testa e cuore per: la Lazio agguanta il pareggio con unazione da manuale, con fraseggi tutti di prima a liberare al tiro il cecchino Luis Alberto. Decisamente il modo migliore per sopperire allassenza di Immobile. Se il Napoli conserva ancora lesclusiva del bel gioco applicato ai risultati (il secondo e terzo posto delle ultime due stagioni sono comunque elementi a favore delle idee di Sarri), i biancocelesti dimostrano quantomeno di essere sulla buona strada per amalgamare questo difficile binomio. Riavvolgendo il nastro ai primi anni 2000, la Lazio di Mancini forse il modello pi alto a cui ispirarsi per unire risultati e una buona dose di divertimento, sia in campo che sugli spalti. Dalla Banda Mancini alla Banda Inzaghi, il passaggio probabilmente molto forzato a distanza di pi di 10 anni, anche se lanello di congiunzione tra le due realt lo stesso tecnico piacentino. Qualit e carattere, del resto, sono elementi che la sua squadra dimostra di avere nei momenti complicati, seppur espressi a fasi alterne. Poco meno di una settimana, allora. per puntellare le lacune di Bergamo in vista dellinsolito lunch match di sabato contro il Crotone. Inzaghi sapr come correggere il tiro. Lui, con la sua Banda, vuole tornare a seminare il panico lass in alto.



         

   



Vai al forum