Autore Topic: Momenti da Laziale  (Letto 279 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline contevlad

  • Azzurrino sbiadito
  • ***
  • Post: 104
  • Karma: +22/-3
    • Mostra profilo
Momenti da Laziale
« : Domenica 7 Gennaio 2018, 14:34:44 »
Aprò questo topic per conoscere i momenti della nostra Lazialità che hanno segnato la nostra vita.

Divengo Laziale alla fine degli anni 70 .
L'ambiente a me circostante è decisamente ostile.
Nasco infatti in una famiglia di tipo patriarcale con evidenti difetti cromosomici.
Tutto intorno a me ha tinte giallorozze ed anche il periodo storico non è che aiutasse tanto a fare una scelta diversa. Tutto sembra andare nella direzione ch'io diventi un altro romoletto.
Ma quello che vedo intorno a me non piace, è greve, cafone, come diremmo oggi in una parola, coatto .
Tra mille difficoltà e devo dire anche tra mille cattiverie ( daaaa Lazioooo......ma come fai a esse daaaa Lazio ???? ) e soprattutto  con l'aiuto delle giocate in campo di Bruno Giordano riesco ad uscire dal tunnel e mi accingo ad affrontare gli anni 80.....Brutta roba decisamente, da stomaci forti, da gente con il pelo sullo stomaco mica cazzi.....( me viè da ride quando sento dire che oggi è un periodaccio......io per vincere il primo titolo da consapevole ho dovuto aspettare 28 anni con la Coppa Italia del 1998...) e sui quali sorvolerei per planare direttamente sull'anno   2000.
Dopo diversi anni di convivenza con la mia ex compagna lei vuole: "coronare un sogno che è quello di sposarsi".
E Io che c'entro me verrebbe da dì ???
Alla fine dopo un tiraemolla lungo mesi  vince ovviamente lei e la sala che le piace tanto, che è la chiesa sconsacrata del comune a Caracalla, è libera solo il 29 aprile.
Che fare ?
Vabbè tanto te pare che quest'anno vincemo qualcosa. Il viaggio di nozze è 40 giorni negli States on the road, quello che abbiamo sempre sognato. Partenza 1 maggio.
Per farla breve lo scudetto del 14 maggio io l'ho vinto alle 9 di mattina in un losco motel di San Diego in California, in collegamento telefonico con mio cugino, romoletto anzicheno che mi lasciava sentire la telecronaca degli ultimi e drammatici minuti di Perugia-juventus.
Quello che avevo sempre desiderato nella vita è accaduto quando io stavo a oltre 9000 km di distanza (potreste anche decidere di rispedirmi lì a vostre spese e vedere se l'esperimento riesce di nuovo...) e la sensazione provata è stata di pace interiore, una catarsi, quasi un Nirvana, e comunque  completamente diversa dalle esultanze intese fino a quel momento .
 Che altro dire se non .... sempre e comunque
FORZA LAZIO
"Noi atei crediamo di dover agire secondo coscienza per un principio morale, non perché ci aspettiamo una ricompensa in Paradiso." M.Hack

Online Davide

  • Power Biancoceleste
  • *
  • Post: 5530
  • Karma: +87/-2
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Momenti da Laziale
« Risposta #1 : Domenica 7 Gennaio 2018, 15:43:41 »
Se tifi Lazio sai già a cosa andrai incontro...e questo a renderti Laziale.

Inviato dal mio LG-M700 utilizzando Tapatalk


Offline WombyZoof

  • Power Biancoceleste
  • *
  • Post: 5818
  • Karma: +221/-17
    • Mostra profilo
Re:Momenti da Laziale
« Risposta #2 : Domenica 7 Gennaio 2018, 20:15:25 »

Tra mille difficoltà e devo dire anche tra mille cattiverie ( daaaa Lazioooo......ma come fai a esse daaaa Lazio ???? )

mamma mia che  palle sta frase, me l'avranno detta milioni di volte. 

 invece quando qualcuno mi dice che è della roma gli dico " mi dispiace tanto, come è successo?"
«Gol in fuorigioco. Fate schifo». Conclude con un discorso alla Nazione: «Per quanto mi riguarda è finita 0-2. La Roma ha espugnato Torino ed è capolista»

Offline contevlad

  • Azzurrino sbiadito
  • ***
  • Post: 104
  • Karma: +22/-3
    • Mostra profilo
Re:Momenti da Laziale
« Risposta #3 : Domenica 7 Gennaio 2018, 21:59:13 »
Il titolo più azzeccato sarebbe stato:
""frammenti della vostra vita Laziale"

Dove ognuno può raccontare episodi della propria esistenza legati e caratterizzati dalla Lazialità.
"Noi atei crediamo di dover agire secondo coscienza per un principio morale, non perché ci aspettiamo una ricompensa in Paradiso." M.Hack

Offline Jim Bowie

  • Power Biancoceleste
  • *
  • Post: 7801
  • Karma: +112/-9
  • Sesso: Maschio
  • Parole di Ninja, parole di Verita', Fidate!
    • Mostra profilo
Re:Momenti da Laziale
« Risposta #4 : Domenica 7 Gennaio 2018, 22:39:43 »
Il titolo più azzeccato sarebbe stato:
""frammenti della vostra vita Laziale"

Dove ognuno può raccontare episodi della propria esistenza legati e caratterizzati dalla Lazialità.
Se dolvessi raccontare i momenti della mia vita laziale starei qui a scrivere per settimane, cosa non sono neanche capace, iniziando con quella Coppa Italia del 1958 fino a Spal Lazio e di come si vive da Lazio da tifoso all'estero dopo aver frequentato il Flaminio prima e l'Olimpico dopo per circa 30 anni, prima di emigrare.
Diro' invece di come sono diventato laziale.
Nasco a Roma in un quartiere a tinte giallorosse (ancora oggi roccaforte Cesarona), solo che mio padre marsigliese di nascita e riportato in Italia da mio nonno all'eta di 19 anni per farlo partecipare con la divisa dell'Italia fascista alla seconda guerra mondiale, aveva  militato nelle giovanili dell'OM Marseille e nel 1938 gioco' una partita contro di allenamento contro l'Italia marcando un centravanti della Lazio di nome Silvio Piola.
Quando scese alla stazione ostiense chiese immediatemante se Silvio Piola giocasse ancora nella Lazio ed avuta risposta affermativa si fece laziale e trasmise a mio fratello di 7 anni piu grande di me e me stesso l'amore verso quei colori.
Ci fece vivere la Lazio senza tensioni, proprio come era lo spirito di allora.
La sua lealta d'amore verso quella squadra, fece 12 al totacalcio perdendo la Lazio che pareggio' 1-1 a Bari e lui l'aveva come al solito messa vincente, mi colpi in modo profondo e fece diventare quei colori una ragione di vita che mi porto' a rifiutare il passaggio alla Roma primavera, che mi aveva chiesto all'OMI, in cui facevo gli allievi, insieme a Franco Quintini (1952 come me e mio compagno di banco alle elemetari e medie). Mai e poi mai avrei potuto vestire quei colori.
Ex En_rui da Shanghai

Lo Scudetto vincera'
quando il gestore se ne andra'.

Se mia figlia si faceva una foto con un riommico,
le avrei tolto gli alimenti, ammenoche' non fossi riommico anche io.

#LIBERALALAZIO

Win Lose or Tie
"Forza Lazio"
till i die

Offline aaronwinter

  • Power Biancoceleste
  • *
  • Post: 6849
  • Karma: +188/-9
  • quasi omonimo
    • Mostra profilo
Re:Momenti da Laziale
« Risposta #5 : Lunedì 8 Gennaio 2018, 00:12:39 »
A chi mi chiede "come fai ad essere della Lazio" da sempre rispondo 'il mondo si divide tra chi è Laziale, e chi ancora non sa di esserlo"
Dopodiché, nel caso di tifosi terzi od agnostici, aggiungo l'invito a diventare laziali  consapevoli.
Nel caso di riommici, mi diverto semplicemente a vederli sbroccare.

Bel topic, ci tornerò, per ora leggo volentieri qualche contributo di altri Laziali consapevoli

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk

Damose da fa (remix di aaronwinter)
Damose da fa' (feat. Disabitato)

Offline SAV

  • Power Biancoceleste
  • *
  • Post: 7602
  • Karma: +224/-7
    • Mostra profilo
Re:Momenti da Laziale
« Risposta #6 : Lunedì 8 Gennaio 2018, 06:22:56 »
Per farla breve lo scudetto del 14 maggio io l'ho vinto alle 9 di mattina in un losco motel di San Diego in California, in collegamento telefonico con mio cugino, romoletto anzicheno che mi lasciava sentire la telecronaca degli ultimi e drammatici minuti di Perugia-juventus.
Quello che avevo sempre desiderato nella vita è accaduto quando io stavo a oltre 9000 km di distanza (potreste anche decidere di rispedirmi lì a vostre spese e vedere se l'esperimento riesce di nuovo...) e la sensazione provata è stata di pace interiore, una catarsi, quasi un Nirvana, e comunque  completamente diversa dalle esultanze intese fino a quel momento .
 Che altro dire se non .... sempre e comunque
FORZA LAZIO

Non lo dire a me! Anche io ho vissuto il sogno di una vita in un baretto di immigrati italiani nella periferia di Chicago...
Quante alzatacce quell’anno per andare a vedere la Lazio alle 8 di mattina a 30 minuti di distanza da dove abitavo...
Se solo la vittoria dello scudetto fosse stata possibile, sarei tornato a Roma, ma l’unica speranza concreta in quel caso era lo spareggio... chi poteva sperare nel miracolo?
E invece sono andato in macchina al Cappuccino (mi pare si chiamasse così) accompagnato da un amico juventino...
La mattinata è finita con me in ginocchio sotto il televisore che mostrava Perugia Juve... :D
Alla fine, la maggioranza immigrata juventina presente era quasi contenta dopo aver visto un compaesano così coinvolto per una partita...
Il problema è stato che, dopo la vittoria, invece di essere a Roma a festeggiare, mi trovavo in un posto dove nessuno sapeva cos’era successo...
Cosa darei per tornare indietro nel tempo...



Sent from my iPhone using Tapatalk

Online Panzabianca

  • Biancoceleste DOP
  • *****
  • Post: 2914
  • Karma: +55/-45
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Momenti da Laziale
« Risposta #7 : Lunedì 8 Gennaio 2018, 09:12:46 »
2013, anno infausto segnato dalla rottura di un rapporto ormai instabile da tempo e dalla conseguente separazione da mia moglie ma, soprattutto, da mia figlia. Rimango solo e, ancora inadatto alla vita da single, ho un difficile rapporto con i soldi. Non gli do né gli ho mai dato peso. Pur con uno stipendio da impiegato per il quale cmq un italiano medio non potrebbe mai lamentarsi, e dovendo onorare anche da solo i debiti contratti durante il matrimonio, per di più, in una costosissima casa, rimango spesso in bolletta, anzi scannato. Così, un giorno di maggio rimane certamente un insano gesto avere ignorato tutto questo per comprare il biglietto di Lazio-Roma, Finale Coppa Italia 2013. E vaffanculo ar destino daa riomma.

Ora la mia vita è ripartita e mia figlia è della Lazio.
"Mal comune mezzo Claudio"
(cit. dal Best seller: "Autobiografia non postuma di un Dirigente quanto meno oculato"
sottotitolo:" 'O vedi questo?")