Autore Topic: L'ULTIMA PAROLA - La Lazio delle meraviglie, un ambiente ritrovato: "Voi non svegliateci" il grido di tutti  (Letto 74 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 11962
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.LaLazioSiamoNoi.it



                           L'estasi di Don Luis Alberto che danza e segna accarezzando il pallone, l'ennesimo episodio dubbio decretato a sfavore e reso ininfluente da una prestazione di personalit, il poker di uno scatenato Immobile, la festa finale davanti ai1600 laziali presenti sulle tribune del Paolo Mazza. Un'Epifania di festa per la Lazio e tutto il mondo biancoceleste. La continua evoluzione di una squadra che proprio grazie al collettivo ha saputo gettarsi alle spalle settimane difficili, anche e soprattutto per fattori esterni. Interferenze che non hanno scalfito per nulla la coesione di uno spogliatoio impeccabile e la forza globale di una corazzata che ha davvero le idee chiare per il futuro: l'obiettivo Champions non e non pu pi essere una suggestione. Lo dice il campo, lo dicono inumeri, ma soprattutto le prestazioni. La Lazio vince e stravince, spesso asfaltando le dirette avversarie (48 i gol all'attivo, uno in meno della Juventus). Non si abbatte, anzi quasi si esalta nei momenti di difficolt. E poi c' il gioco, limpido nel palleggio e devastante quando si sviluppa in verticale. Beppe BergomiaSky Calcio Club ieri sera ha proposto forse la sintesi migliore per descrivere l'essenza della squadra di Inzaghi:"Ha tecnica e fantasia. E anche se molti dicono abbia la panchina corta, in realt tiene fuori gente come Nani e Felipe Anderson, sugli esterni ha Lulic, Lukaku, Basta e Marusic. La Lazio davvero una bella squadra.Il confronto era ovviamente riferito alle altre due pretendenti ad un posto in Champions, Inter e Roma. Il 2018 inizia cos nel migliore dei modi, con il quarto posto riconquistato a 40 punti e una partita ancora da recuperare. La sosta dar modo ai singoli di ricaricare le pile, consentendo anche il recupero di qualche acciaccato. La speranza di tutto l'ambiente ovviamente quella di ritrovare lo stesso idilliaco panorama dopo il21 gennaio, al triplice fischio dellasfida casalinga contro il Chievo. Da l inizier una serie infinita di appuntamenti tra campionato, Coppa Italia e pi in l anche l'Europa League. Un programma entusiasmante e ancora tutto da vivere. La condizione migliore per gli InzaghiBoys. Ora sognare in grande, per squadra e tifosi, quasi un imperativo.



         

   



Vai al forum