Autore Topic: Fair play finanziario, obbligatori i bilanci on line: come cambia il calcio  (Letto 9 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 10399
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.calciomercato.com



                    Stretta dellUefa sui bilanci dei club europei, con unimportante novit in vista: dalla prossima stagione ogni societ dovr pubblicare obbligatoriamente il proprio bilancio sul web, con tanto di rapporto dei revisori dei conti. Come scrive oggi Repubblica in edicola sar la principale novit del cosiddetto Fair Play Finanziario 2, laggiornamento per il triennio 2018- 21. La discussione, tra lUefa e le associazioni di leghe, club e giocatori, ancora in corso ed stata approfondita in un workshop a Roma. Ma a maggio le linee guida dovrebbero diventare norme, in vigore gi per la prossima stagione. Il settlement agreement del Milan, il patteggiamento per le sanzioni sportive dopo il fallimento del voluntary nel dicembre scorso, verr deciso prima del FFP2, secondo le regole attuali e dopo la verifica sul rifinanziamento del debito di 303 milioni col fondo statunitense Elliott.



Agli occhi di Nyon il FFP1 ha dato ottimi risultati nel riequilibrio tra entrate e uscite. Limpianto generale sar dunque confermato, ma lo integreranno ulteriori regole per la trasparenza. Insieme allobiettivo del competitive balance, lequilibrio competitivo tra le 12 big e le altre squadre, sotto la presidenza di Ceferin lUefa persegue infatti la massima trasparenza nei conti. Si profila, oltre alla suddetta pubblicazione dei bilanci, lobbligo per tutti i club di rendere note le commissioni pagate agli agenti e di armonizzare la redazione dei bilanci a livello europeo e nazionale, evitando disparit nella contabilizzazione di diritti tv e mercato. Oggi numerosi club li contabilizzano su base pluriennale e non stagionale. Lo sbilancio eccessivo in una sessione di mercato potr essere monitorato con pi elementi di giudizio e far suonare lallarme: potranno essere anticipati i controlli e richiesti alle societ i budget annuali.





La stretta dellUefa e quella della Fifa sul monopolio dei grandi procuratori non sono tuttavia le uniche novit in materia di finanza applicata al calcio. Ce n una rilevante di natura politica. Il Consiglio dEuropa ha approvato mercoled scorso un documento, votato a larghissima maggioranza dallassemblea parlamentare, in cui invita lUnione Europea a creare un osservatorio indipendente sul governo del calcio, incaricato in particolare di vigilare sulle storture del mercato: stipendi fuori controllo e transazioni per somme abnormi. Il caso Neymar, col passaggio del brasiliano dal Psg al Barcellona per 220 milioni di euro, ha dunque innescato il dibattito anche a Strasburgo. Troppo denaro nuoce al calcio e lo uccide: bisogna evitare che si autodistrugga , ha concluso la parlamentare lussemburghese Anne Brasseur.

               

Vai al forum