Atalanta-Lazio, squadra biancoceleste con un lutto al braccio Atalanta-Lazio, squadra biancoceleste con un lutto al braccio -> La S.S. Lazio comunica che domani, in occasione della gara Atalanta-Lazio, valida per il (...) ---  
Nota del Club Nota del Club -> In riferimento agli incidenti che si sono verificati nel centro di Roma nella notte successiva (...) ---  
Felice Pulici, da Sovico a Roma: il portiere del primo Scudetto Felice Pulici, da Sovico a Roma: il portiere del primo Scudetto -> Felice Pulici nacque il 22 dicembre del 1945 a Sovico, un piccolo comune in provincia di Monza e (...) ---  
Addio a Felice Pulici Fu il portiere del 1° scudetto  Addio a Felice Pulici Fu il portiere del 1° scudetto -> A 72 anni viene a mancare lâ??estremo difensore che conquistò il primo tricolore con la maglia (...) ---  
#AtalantaLazio | Conferenza stampa, Inzaghi: "Domani voglio una squadra compatta e affamata" #AtalantaLazio | Conferenza stampa, Inzaghi: "Domani voglio una squadra compatta e affamata" -> Alla vigilia del match con l'Atalanta, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto in (...) ---  
Inzaghi: "Conserverò un bellissimo ricordo di Felice Pulici, grande laziale e grande uomo" Inzaghi: "Conserverò un bellissimo ricordo di Felice Pulici, grande laziale e grande uomo" -> A margine della conferenza di presentazione della sedicesima giornata di Serie A, il tecnico (...) ---  
Il Direttore De Martino: "Pulici sarà per sempre la Lazio, il Club è vicino alla famiglia" Il Direttore De Martino: "Pulici sarà per sempre la Lazio, il Club è vicino alla famiglia" -> Stefano De Martino, Direttore della Comunicazione biancoceleste, a pochi minuti dall’inizio della (...) ---  
Nuovo lutto nel calcio italiano: morto Felice Pulici, portiere della prima Lazio scudettata Nuovo lutto nel calcio italiano: morto Felice Pulici, portiere della prima Lazio scudettata -> Lutto nel mondo del calcio italiano. All'età di 73 anni è morto Felice Pulici, storico (...) ---  
Inzaghi: «Con la morte di Pulici perdiamo un grande laziale» Inzaghi: «Con la morte di Pulici perdiamo un grande laziale» -> Il tecnico biancoceleste: «Era un grandissimo uomo. Atalanta? Ha uno dei migliori tecnici» ROMA - (...) ---  
Lazio in lutto: è morto Felice Pulici Lazio in lutto: è morto Felice Pulici -> Fu il portiere del primo scudetto della Lazio ROMA - Lutto per il calcio italiano: è morto Felice (...) ---  
Il cordoglio della S.S. Lazio Il cordoglio della S.S. Lazio -> La S.S. Lazio, il suo Presidente, l'allenatore, i giocatori e tutto lo staff esprimono profondo (...) ---  
Ciro Immobile POTM di novembre Ciro Immobile POTM di novembre -> Il sondaggio effettuato sui social ufficiali biancocelesti ha incoronato Ciro Immobile come (...) ---  
FOCUS - Lazio, Acerbi è la Bocca della Verità: le 5 perle di saggezza del difensore biancoceleste FOCUS - Lazio, Acerbi è la Bocca della Verità: le 5 perle di saggezza del difensore biancoceleste -> Prima di diventare una delle attrazioni più visitate di Roma, la Bocca della Verità era (...) ---  
Lazio, Immobile e il gol: miglior marcatore dell'anno solare. E in Europa... Lazio, Immobile e il gol: miglior marcatore dell'anno solare. E in Europa... -> Immobile e i gol sono una cosa sola. Un rapporto solido, continuativo, senza brusche (...) ---  
 Lazio, un Tucu di classe per vincere   Lazio, un Tucu di classe per vincere -> Ciro di punta, un Tucu di classe in sua assistenza. Chissà se migliorerà così la vena (...)

Autore Topic: Milan di ferro, sei in finale! La Lazio si arrende ai rigori Decide il "tifoso" Romagnoli  (Letto 210 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 14438
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.gazzetta.it



Dopo lo 0-0 nei supplementari, un errore di Luiz Felipe e il gol di Romagnoli dal dischetto mandano in finale i rossoneri, che il 9 maggio sfideranno la squadra di Allegri


Non inganni la mancata esultanza di Alessio Romagnoli dopo l'ultimo rigore di Lazio-Milan, trasformato: in finale di Coppa Italia ci vanno lui e i suoi compagni, solo che il destino si è divertito a servire il colpo del k.o. ai biancocelesti al tifoso biancoceleste che gioca in rossonero. E così, dopo 210 minuti di parità e nessun gol, dopo 14 tiri dal dischetto, il Milan di Rino Gattuso vola all'appuntamento con la Juventus, il 9 maggio, sempre all'Olimpico. Quattordicesima finale per il Diavolo, la quinta contro i bianconeri, ormai sta diventando un classico della competizione. Il rigore del 5-4 finale (dopo lo 0-0 al 120') lo segna, dicevamo, Romagnoli, dopo l'errore fatale di Luiz Felipe. Prima di loro, Strakosha e Donnarumma avevano parato due tiri ciascuno.

rino, porta blindata  —

Il Milan torna in finale di Coppa Italia a due anni dall'ultima volta, sempre contro la Juve. Allora la giocò - finendo al tappeto - con un traghettatore in panchina, Brocchi, che aveva preso il posto dell'allenatore che aveva portato i rossoneri fino all'ultimo atto, Mihajlovic. Oggi si giocherà il trofeo con un tecnico arrivato come traghettatore e già passato allo status di allenatore del momento: Rino Gattuso è l'anima di questo Milan, lo ha fatto rinascere - siamo a 13 risultati utili di fila tra campionato e coppe, non succedeva dal 2009, in campo c'era ancora... Gattuso - e in Coppa Italia raccoglie i risultati di un percorso netto. Zero gol subiti (3-0 al Verona agli ottavi, 1-0 all'Inter nei supplementari ai quarti e doppio 0-0 con la Lazio in semifinale) e un carattere che poche squadre in Italia possono vantare in questo momento. L'ultima finale di Coppa  tra Juve e Milan la decise Morata all'overtime, adesso Allegri è avvisato: questo Diavolo di ferro non conosce stanchezza.

nei 90'  —

Nel weekend Inzaghi e Gattuso affronteranno rispettivamente Juventus e Inter, ma non hanno risparmiato nessuno: dentro tutti i titolari, compreso Cutrone tra i rossoneri (Kalinic entra a metà ripresa). Il copione della gara nei 90 minuti è quello che ci si aspettava alla vigilia: i biancocelesti tengono palla e cercano la porta con più insistenza, specialmente nei primi 45', i rossoneri tengono bene le posizioni e provano ad mordere in ripartenza. Donnarumma mura chiunque, da Immobile (colpo di testa al 5') a Milinkovic (tiro ravvicinato al 17') e rischia di confezionare e scartare un regalo per il solito Immobile valutando troppo presto fuori un pallone in profondità che invece per poco non manda a segno il centravanti laziale. La banda Gattuso rimane in "modalità Olimpico" sulla scia del 2-0 alla Roma, anche se con meno lucidità in zona gol: l'occasione migliore capita al 55' sul destro di Calabria, che sfiora la "doppietta" romana in tre giorni dopo aver segnato il primo gol da professionista ai giallorossi, ma Strakosha salva. Ne viene fuori uno 0-0 che più bugiardo di così non si può, con grande equilibrio quanto a gioco tra i due round - più la Lazio nel primo tempo, meglio il Milan nel secondo - e quanto a occasioni: i biancocelesti tirano 5 volte in porta, gli ospiti 4.

match ball kalinic   —

 Il conto, nei supplementari, si pareggia e finisce per lasciare con l'amaro in bocca Gattuso. Ringhio intravede il colpaccio con una punizione di Calhanoglu deviata in angolo da Strakosha, un colpo di testa da due passi di Romagnoli (che manda fuori tra le proteste dei laziali per un fallo sul portiere non fischiato da Rocchi) e soprattutto con un contropiede a 2' dai rigori che Bonucci rifinisce alla grande e Kalinic spreca sparando in curva, solo davanti a Strakosha. I tifosi della Lazio avrebbero potuto leggerci un segno della provvidenza. Ma non sapevano ancora che cosa stava escogitando per loro  il destino questa sera.

Vai al forum