Autore Topic: I NUMERI DEL MATCH - Un risultato poco credibile, la Lazio cade nel trabocchetto bianconero  (Letto 67 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 11991
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.LaLazioSiamoNoi.it



                           La bellezza, si sa, soggettiva. un concetto che nel tempo ha subto una vera e propria trasformazione. Da valore portante nelle societ antiche a giudizio relativo nella realt odierna. Se in passato era bello ci che era obiettivamente bello, oggi invece bello ci che piace. Con delle eccezioni per. vero, non c pi alcun canone da rispettare. Ma esistono tuttora dei parametri che possono effettivamente fare chiarezza sullentit del bello. Nel contesto del calcio facile. Si salta la teoria e si arriva direttamente alla pratica. Prima delle parole, gli esempi. bella una sfida che sa emozionare, che lascia col fiato sospeso gli spettatori. tutto, fuorch bella, una partita animata solamente da 4 occasioni da gol totali, spalmate in 92 minuti di assoluta piattezza. Come Lazio Juventus di ieri, per esempio. E da dubbia diventa poco credibile la bellezza di una gara che, per ragioni legate alla sorte e a condizioni avverse, termina con una rete messa a segno al 93 minuto di gioco. Magari proprio dalla squadra che di quelle 4 occasioni da gol riuscita a crearne solamente una. Che poi si sia rivelata quella decisiva un conto che va fatto a parte. Perch quel gol leccezione che non sa n confermare n sconfessare la regola. Tant che quello di ieri tra Lazio e Juventus rimane un match anni luce lontano dal concetto di bellezza.



ALTRI NUMERI La Lazio ha quindi saputo realizzare 3 occasioni da gol. Record negativo della stagione. Ma per quanto brutto questo dato la dice lunga sullattendibilit del risultato di ieri. Fra le due sicuramente la Lazio la squadra che avrebbe meritato di strappare alla sua avversaria una vittoria. Sono i numeri a dirlo. Sono state 18 le azioni manovrate dai biancocelesti, 150 i passaggi in attacco, 15 i disimpegni riusciti. La grinta cera, non mai mancata. Lincisivit invece venuta meno. E lo si capisce analizzando le prestazioni dei singoli. Anzi, di un singolo. Anche tra i numeri del match di ieri a spiccare il nome di Sergej Milinkovic, solitamente luomo pi incisivo al servizio di mister Inzaghi. Sebbene abbia percorso pi chilometri rispetto ai suoi compagni (11.369), realizzato il maggior numero di dribbling (3) e vinto il numero pi alto di duelli aerei (4), la sua resta una prestazione opaca. Il centrocampista non ha saputo fare la differenza. Questa mancata lucentezza probabilmente da attribuire allinconveniente principale sopraggiunto nella seconda parte della gara di ieri, la stanchezza. A risentirne stata la squadra per intero. Parolo non ha saputo brillare per capacit di resistenza come al suo solito. Lulic, dopo i 68 tocchi di palla (top player) e gli 11 recuperi, era sfinito. La stanchezza, solo lei, ha fatto s che la squadra cadesse vittima del trabocchetto bianconero.


Si ringrazia la redazione di Lazio Page per le statistiche.

Vai al forum