Autore Topic: #UdineseLazio | Conferenza stampa, Inzaghi: "Umili ed affamati per affrontare l'Udinese, non dobbiamo fermarci"  (Letto 30 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 11283
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.sslazio.it

Il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto quest’oggi in conferenza dalla sala stampa del Centro Sportivo di Formello per presentare la gara di domani con l’Udinese.

“Bisogna fare i complimenti ai ragazzi per la prestazione straordinaria offerta giovedì sera contro il Salisburgo. C’è del rammarico solo per i due gol presi: il primo è nato a seguito di un rigore inventato, mentre il secondo è stato molto fortuito. Per quanto prodotto, dovevamo avere un vantaggio più ampio, ma penseremo dopo al Salisburgo, ora ci aspetta una gara impegnativa e ricca d’insidie con l’Udinese.

Per domani partirà tutta la rosa, tranne Parolo che ha avuto un piccolo problema. Abbiamo provato a farlo allenare, ma il dolore persisteva e abbiamo preferito escluderlo dalla lista dei convocati. Recupererà per la gara di giovedì prossimo. Jordao, Neto e Crecco invece non partiranno per Udinese poiché saranno impegnati con la Primavera. Questa mattina abbiamo svolto un discreto allenamento, gran parte dei miei uomini ha dato disponibilità per la partita di domani. A parte Parolo, tutti hanno possibilità di giocare, mi prenderò altre 24 ore per schierare la rosa migliore.

Felipe Anderson giocherà sicuramente, ma questa volta c’è la possibilità che possa giocare insieme a Milinkovic e Luis Alberto che, domani, potrebbero essere impiegati come le due mezzali. Ho a disposizione anche Murgia e Di Gennaro che stanno bene. Il numero 88 è tornato a lavorare al meglio da circa 20 giorni, ma deciderò solo nella giornata di domani. Marusic si è allenato bene sia ieri che oggi, ma convive con un’infiammazione al nervo sciatico da un mese: è un grande professionista e si impegna tanto, si è curato bene ed è disponibile per scendere in campo dall’inizio. Lo valuterò.

Lulic e Radu sono due calciatori che vogliono esserci sempre. Passano sopra anche agli acciacchi, si sono allenati come gli altri e sono da considerare recuperati ed in lizza per giocare. Bisogna fare i complimenti a Leiva: ma sin da quando è arrivato ad Auronzo, il brasiliano è giunto in una nuova realtà mettendosi a disposizione di tutti, è un leader che sta dimostrando il suo valore in campo e fuori attraverso i suoi atteggiamenti. Il numero 6 è un ottimo acquisto che ci sta aiutando tanto ed è ideale per il nostro modo di giocare. Questa gara mi preoccupa perché l’Udinese sta perdendo da 7 partite, ma vanta ottimi elementi ed un tecnico che conosco. La compagine bianconera è la più insidiosa che ci potesse capitare in questo momento: preferisco sempre affrontare squadre in serie positive, l’Udinese sarà concentrato al massimo. Nel poco tempo che abbiamo avuto, ho visto una squadra concentrata che sa che dovremo avere fame e cattiveria per affrontare i bianconeri nel migliore dei modi.

Ho sensazioni positive abbiamo svolto un’ottima gara contro il Salisburgo, ma ci attendono match importanti in pochi giorni. Dovremo esser bravi, ma in questo momento la coesione del gruppo mi rende molto sereno: tutti remiamo verso una sola destinazione e questo mi fa essere ottimista sul futuro. Ho sempre parlato bene di Caicedo: è un grande professionista che è penalizzato da aver nel proprio ruolo un giocatore come Immobile. Il nostro numero 20 ha sempre dimostrato ai suoi compagni il proprio valore. È molto stimato dallo spogliatoio poiché è sempre positivo e dà sempre il massimo in allenamento. Ha un ruolo importante perché è il vice-Immobile ed è dunque alle spalle di un attaccante che in due anni ha segnato tantissimi gol e che è difficile da sostituire: quando è subentrato, il centravanti ecuadoriano si è sempre ben espresso.

Milinkovic era fermo da 20 giorni: è molto importante per noi. Inserendo Felipe, giovedì sera ho preferito sostituire Luis Alberto e tenere il servo in campo perché per noi è fondamentale la sua fisicità. Per il fisico di cui dispone, solo giocando può crescere e tornare ad essere quello di un mese fa. Sono contento della sua prestazione di giovedì perché è cresciuto nell’arco dei 95 minuti. Parolo quest’oggi percepiva un dolore mentre calciava e quando scattava, in questi momento, viste le tante gare ravvicinate che ci aspettano ho preferito non metterlo in lista, ma giovedì sarà sicuramente tra i convocati per la trasferta di Salisburgo.

Domani dovremo essere umili ed affamati, dovremo dar seguito alle ultime due vittorie, senza fermarci. La trasferta riserva delle insidie, ma abbiamo un obiettivo di fronte a noi e dovremo recuperare energie mentali a seguito dell’ultima gara casalinga. A proposito, voglio ringraziare i nostri tifosi che, nelle difficoltà della sfida, ci hanno permesso di avere la meglio e ti tenere un ritmo indiavolato per 95 minuti. Mi auguro che lo stadio possa continuare ad esser pieno e spero che questa possa divenire una costante del mondo Lazio: i tifosi per noi sono molto importanti”.

Vai al forum