Lazio, Inzaghi prova i nuovi Quasi pronto Luis Alberto  Lazio, Inzaghi prova i nuovi Quasi pronto Luis Alberto -> Il tecnico biancoceleste vara la nuova squadra nel ritiro di Auronzo contro la formazione (...) ---  
#Auronzo2018 | Day 3 #Auronzo2018 | Day 3 -> Bandiera a scacchi sulla terza giornata della pre-season dei biancocelesti sotto le Tre Cime di (...) ---  
#Auronzo2018 | Bastos: "Sono qui per lavorare duro e sono a disposizione di mister Inzaghi" #Auronzo2018 | Bastos: "Sono qui per lavorare duro e sono a disposizione di mister Inzaghi" -> Al termine del terzo allenamento biancoceleste sotto le Tre Cime di Lavaredo, il difensore (...) ---  
#TrainingSession | Esercitazioni offensive per gli uomini di Inzaghi #TrainingSession | Esercitazioni offensive per gli uomini di Inzaghi -> Seconda seduta di giornata per la Prima Squadra della Capitale, che alle ore 17:00 si ritrovata (...) ---  
#Auronzo2018 | Luis Alberto, Jordao e Sprocati al Lazio Style Village #Auronzo2018 | Luis Alberto, Jordao e Sprocati al Lazio Style Village -> Terzo incontro per i tifosi con la Prima Squadra della Capitale. Dove? Sempre alLazio Style (...) ---  
Calciomercato Lazio, Perea va in ritiro con la Salernitana  Calciomercato Lazio, Perea va in ritiro con la Salernitana -> Per una Lazio che lavora sodo ad Auronzo, ce n' un'altra che aspetta, con (...) ---  
De Biasi: "C'è la mano di Inzaghi in questa Lazio" De Biasi: "C'è la mano di Inzaghi in questa Lazio" -> Il tecnico italiano Gianni De Biasi intervenuto quest'oggi ai microfoni di Lazio Style Channel, (...) ---  
#Auronzo2018 | Filippini: "Sono cresciuto in biancoceleste ed ora posso giocare nella difesa a tre" #Auronzo2018 | Filippini: "Sono cresciuto in biancoceleste ed ora posso giocare nella difesa a tre" -> Il difensore biancoceleste Lorenzo Filippini intervenuto questoggi ai microfoni di Lazio Style (...) ---  
#TrainingSession | Biancocelesti al lavoro tra palestra e tattica #TrainingSession | Biancocelesti al lavoro tra palestra e tattica -> La terza giornata sotto le Tre Cime di Lavaredo si aperta con una sessione di allenamento (...) ---  
AURONZO GIORNO 3 LIVE - Mattinata di allenamento AURONZO GIORNO 3 LIVE - Mattinata di allenamento -> AGGIORNAMENTO ORE 10.40 -Lavoro sulla difesa. Adamonis in porta, difesa (1) con Wallace, (...) ---  
Campagna abbonamenti, partenza a gonfie vele Campagna abbonamenti, partenza a gonfie vele -> Si riparte dal pubblico, dal dodicesimo uomo in campo, da un'atmosfera ritrovata sia (...) ---  
Calciomercato Lazio, per la trequarti spunta Franco Vazquez Calciomercato Lazio, per la trequarti spunta Franco Vazquez -> La priorit in casa biancoceleste rappresentata dalla necessit di trovare un degno (...) ---  
LaziAlmanacco di marted 17 luglio 2018 LaziAlmanacco di marted 17 luglio 2018 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di marted 17 luglio 2018 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Lulic: Lazio, aspettiamo altri rinforzi Lulic: Lazio, aspettiamo altri rinforzi -> <Obiettivo Champions per la Lazio? Per parlare di traguardi bisogna prima capire chi siamo. (...) ---  
Di Gennaro Di Gennaro -> Un prima stagione condizionata dagli infortuni che suscita tanta voglia di riscatto. (...)

Autore Topic: FOCUS - Acerbi, il centrale che serviva  (Letto 40 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 12304
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
FOCUS - Acerbi, il centrale che serviva
« : Domenica 8 Luglio 2018, 19:00:21 »
www.LaLazioSiamoNoi.it



                           Ecco qui Francesco Acerbi, il difensore designato da societ e allenatore per rimpiazzare il partente Stefan de Vrij. La Lazio piazza il suo colpo pi importante fin qui, sistemando cos la difesa con luomo pi importante, il centrale. La storia di Acerbi bella, passionale, a volte triste. La sua nuova vita in biancoceleste, con un contratto di cinque anni, ha il sapore di rilancio vero nel calcio che conta. Il grande salto, poi mancato, laveva provato al Milan. Niente da fare per una squadra non al meglio e qualche problema di ambientamento per lui. A 30 anni la seconda chance, di quelle importanti. Sar il titolare di uno dei club pi importanti dItalia e del mondo.


GLI ESORDI - Vizzolo un paesino dellinterland milanese con circa 4mila persone. Arriva da l Francesco Acerbi, difensore classe 1988. Da sempre quel ruolo il suo, anche quando inizia a tirare calci ad un pallone nel settore giovanile del Pavia. Proprio con il Pavia parte la sua carriera nel calcio professionistico, in C1, nel 2006, ad appena 18 anni. Poi va alla Reggina, ma la propriet del cartellino diventa del Genoa. Non gioca mai con i rossoblu, perch va al Chievo Verona. Qui inizia la sua vera ascesa. Il 20 novembre del 2011 esordisce in Serie A contro il Catania. Il Genoa lo cede al Milan nellestate del 2012: la sua grande occasione.

EREDIT PESANTE - Se arrivi al Milan per sostituire Thiago Silva e Alessandro Nesta, la tua missione appare subito difficile. La pressione enorme per un ragazzo che arriva dalla provincia. Sul curriculum spicca solo una presenza con la Nazionale italiana. Cesare Prandelli il primo a credere alle sue enormi qualit. In rossonero sceglie la maglia numero 13, proprio quella lasciata da Alessandro Nesta. Sei presenze fino a gennaio, poi di nuovo un prestito al Chievo. Nellestate del 2013 c il Sassuolo nel suo futuro.

Sono stato indegno di quella maglia, c poco da dire. Il coraggio ce lhanno avuto gli altri a darmela. In quel momento semplicemente non ero da Milan. Sono cose che capitano e ti fanno crescere.

LA MALATTIA, POI LA RINASCITA - Con il Chievo, in appena sei mesi, si rilancia. Il Sassuolo lo prende ad occhi chiusi. Poi il gancio che gli rifila il destino. Durante le visite mediche gli viene diagnosticato un tumore al testicolo. Operato durgenza, guarisce e torna in campo il 15 settembre del 2013. E poi recidiva, metastasi, chemioterapia e radioterapia. Ma Acerbi non molla. Dopo sei mesi, a malattia sconfitta, torna pi forte che mai.

Gioca ad alti livelli senza riposare, non va mai in panchina. Nellultima stagione stato sempre presente in campo tra i neroverdi.

Se non ci sono io la partita non si gioca. Scherzi a parte, voglio esserci sempre, questa la passione di una vita. In settimana sono sempre attento all'alimentazione, al riposo, sono concentrato. Dopo la malattia non devo avere neanche mezzo rimpianto, come accaduto in passato. Sono fiero di me".


Ora la Lazio. Chiss che numero prender? Di sicuro non il 13, indossato anche da Nesta in biancoceleste. Simone Inzaghi lha voluto fortemente: non far rimpiangere de Vrij. Anche i tifosi ne sono certi. Il colpo in difesa fatto, si riparte da qui.

Vai al forum