Romulo, in dubbio il riscatto della Lazio: la situazione Romulo, in dubbio il riscatto della Lazio: la situazione -> Secondo quanto riporta oggi Tuttosport, non è certo il riscatto di Romulo da parte della (...) ---  
Lazio, Immobile risponde alle accuse: il messaggio sui social - FT Lazio, Immobile risponde alle accuse: il messaggio sui social - FT -> Dopo il comunicato diffuso da Paolo Rodella, il suo legale, Immobile risponde in prima (...) ---  
Calciomercato Lazio, Neto e Jordao per fare cassa: così si arriva a Petagna Calciomercato Lazio, Neto e Jordao per fare cassa: così si arriva a Petagna -> CALCIOMERCATO LAZIO, NETO E JORDAO PER PETAGNA - Ha preso piede nelle ultime ore, ma la (...) ---  
Lazio, il tempo passa: scatta l'operazione ringiovanimento Lazio, il tempo passa: scatta l'operazione ringiovanimento -> Sarà un mercato volto a rinforzare la rosa, con un occhio di riguardo alla carta (...) ---  
Calciomercato Lazio, Fassnacht in corsa per la fascia destra: le alternative Calciomercato Lazio, Fassnacht in corsa per la fascia destra: le alternative -> La Lazio vuole correre sulle ali, questa sessione di calciomercato servirà a renderlo (...) ---  
Lotito, dalla Salernitana ad Alitalia: il patron instancabile si racconta Lotito, dalla Salernitana ad Alitalia: il patron instancabile si racconta -> Infaticabile, instancabile. Claudio Lotito non dorme mai - “massimo 3 ore a notte” - e (...) ---  
Calciomercato Lazio, dal Portogallo: Pedro Neto a un passo dal Benfica Calciomercato Lazio, dal Portogallo: Pedro Neto a un passo dal Benfica -> Pedro Neto e Bruno Jordao, arrivati alla Lazio nell'estate del 2017 dopo la cessione (...) ---  
Lazio, Luis Alberto fuori dal mercato: gli agenti confermano la permanenza  Lazio, Luis Alberto fuori dal mercato: gli agenti confermano la permanenza -> Prima o poi Luis Alberto tornerà in Spagna: per un purosangue andaluso come lui il (...) ---  
Lazio, Immobile si difende dalle accuse sulle scommesse: il comunicato Lazio, Immobile si difende dalle accuse sulle scommesse: il comunicato -> Poche ore fa dalla Spagna è arrivata questa notizia: anche Ciro Immobile sarebbe (...) ---  
 Lazio, Tare sulle tracce di due giovani talenti per il dopo Milinkovic   Lazio, Tare sulle tracce di due giovani talenti per il dopo Milinkovic -> di Daniele Magliocchetti A tutto mercato. La Lazio a testa bassa va avanti per la sua strada. È (...) ---  
LaziAlmanacco di domenica 16 giugno 2019 LaziAlmanacco di domenica 16 giugno 2019 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di domenica 16 giugno 2019 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Scandalo match-fixing in Spagna: tirati in ballo Immobile e il Frosinone!  Scandalo match-fixing in Spagna: tirati in ballo Immobile e il Frosinone! -> L'ultima inchiesta giudiziaria spagnola in materia di partite truccate (Operazione Oikos) (...) ---  
Serie B, Ferrero vuole la Salernitana. Ma Lotito spara alto... Serie B, Ferrero vuole la Salernitana. Ma Lotito spara alto... -> Da qualche mese, ormai, si vocifera di un sempre più probabile addio di Massimo Ferrero (...) ---  
Lazio, Luis Alberto fuori dal mercato Lazio, Luis Alberto fuori dal mercato -> Il mago ha il Siviglia nel cuore, ma non si muoverà. È al centro del progetto di Inzaghi che ne ha (...)

Autore Topic: #JuveLazio | Conferenza stampa, Allegri: "Domani il primo big-match, occorrerà prestare la massima attenzione"  (Letto 208 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 17207
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.sslazio.it

Il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri è intervenuto in conferenza dalla sala stampa dell'Allianz Stadium alla vigilia della sfida contro la Lazio.

“Domani dall’ambiente mi aspetto grande entusiasmo, giochiamo contro la Lazio, una squadra che ci ha inflitto la prima sconfitta stagionale un anno fa ed in casa in campionato ci ha battuti dopo 41 vittorie consecutive. È la prima partita vera ed è importante per il proseguo del campionato anche se siamo solo alla seconda giornata. A prescindere da Boncucci e gli altri difensori che giocheranno, all’interno dello stadio servirà entusiasmo perché la gara sarà complicata. Bonucci è un giocatore della Juventus ed andrà valutato per quello che farà sul campo come tutti. È tornato, ha sempre messo passione e dedizione come tutti, va rispettato per quello che fa.

Il calcio è un gioco di conoscenza quindi i giocatori più si allenano insieme, più si passano la palla e più affinano l’intesa. Ronaldo a Verona ha calciato 6 volte in porta, è un tiratore che centra quasi sempre lo specchio e quindi noi dovremo essere più attenti sulla ribattuta perché al portiere in un paio di frangenti era sfuggita la sfera. La Lazio è una squadra fisica, ben guidata, ha ottimi giocatori, Milinkovic da fisicità e tecnica, gioca sulle ripartenze e quindi occorrerà prestare tanta attenzione ed evitare quei black-out che si sono verificati l’anno scorso.

Le tre partite fino alla prima sosta sono le più difficili perché non cambiamo nei singoli come quando scendiamo in campo ogni tre giorni, quando dovremo fare risultato su ogni campo. A Verona, chi è subentrato è stato determinante, come sempre accaduto: nel calcio, oggi più che mai, si gioca in 23 ed i 14 sul terreno di gioco risultano determinanti. Giocheremo a due o a tre a centrocampo, in alcuni momenti della stagione potremo adottare la difesa a tre, ma poi non cambia nulla perché dipende dalle caratteristiche dei giocatori. Siamo insieme da 15 giorni, quelli davanti hanno meno minutaggio e quindi hanno pagato più degli altri.

Può capitare che Ronaldo parta dalla panchina e giochi mezz’ora perché avremo tante partite, in alcuni momenti dovrà rifiatare, come avvenuto nello scorso anno a Madrid, quando ha avuto una grande gestione. Le cose vanno viste sul momento, ora gioca.

Il portoghese in coppia con Mandzukic, che è centravanti, si defila; se c’è Dybala, l’argentino porta il numero 7 ad essere centravanti, Douglas Costa invece è un uomo che agisce maggiormente nell’esterno: la sua posizione dipende dalle caratteristiche dei suoi compagni. Il portoghese va sfittato per le sue caratteristiche, che non scopriamo quest’anno, così come tutti gli altri elementi della rosa. Ogni giocatore deve essere posizionato nel ruolo in cui riesce a rendere al 100%: a volte sono un po’ stravagante nelle scelte ma la semplicità è la cosa migliore, anche se la più difficile.

Matuidi è un giocatore importante, oggi vedrò se partirà titolare o meno. Sta bene, lo scorso anno era arrivato in punta di piedi poi tutti ci siamo resi conto della sua importunata: alza la pressione, dà intensità, è stato anche efficace in zona gol. Abbiamo cinque centrocampisti: oltre il francese, ci sono Emre Can, Khedira, Pjanic e Bentancur, che ha disputato un ottimo Mondiale ed è normale che a tre in mediana ci sia più spazio per tutti.

Quando è la vigilia, va comunicata la formazione alla squadra: effettuo le scelte per la partita, ora occorre gestire la settimana perché siamo in campo ogni sette giorni, dal 16 settembre, se Dio vuole, giocheremo invece ogni tre, quindi ci saranno uomini che dovranno riposare, alla fine dell’anno tutti saranno impiegati. Se la squadra vince, l’allenatore è bravo, se perdiamo, il tecnico ha sbagliato. A prescindere da chi farò giocare, alla fine dovremo vincere, perché questo consente anche più facilmente di accettare le decisioni.

Non so se Dybala giocherà, la partita con il ChievoVerona è stata a senso unico: abbiamo subito il primo gol sbagliando nella marcatura, il secondo gol è arrivato su rigore per un fallo commesso da Cancelo, è stata una disattenzione del singolo e lui lo sa. Per il resto, abbiamo tirato 26 volte in porta. Era importante vincere ma non stravincere, quindi siamo stati anche fortunati perché se fossimo stati sul già 3-0 dopo mezz’ora, ci saremmo potuti mettere a ridere e scherzare: domani giocheremo il primo scontro diretto ed è una partita da vincere perché è fondamentale per la nostra stagione. Quanto accaduto sabato ci deve far drizzare le orecchie, abbiamo già subito due gol: la mia sensazione è che dobbiamo assestarci. Dobbiamo trovare quadratura e solidità diverse perché poi attacchiamo e difendiamo meglio.

Alex Sandro è un altro giocatore rispetto allo scorso anno ma può rendere ancor di più lavorando su se stesso e sugli errori che commette

Ronaldo è un ragazzo che si mette sempre in discussione, è molto competitivo in ogni cosa che fa ed i risultati che ha conseguito lo dimostrano: è un campionissimo che si è costruito con il lavoro ed il sacrificio, nessun gli ha regalato nulla, è un ottimo esempio per tutti i suoi compagni, anche i più giovani: alza il livello della competizione.

Oggi osserverò l’allenamento e, a seconda di quello che vedrò e mi darà sicurezza, sceglierò: non ho deciso ancora l’assetto, può essere a tre o con i due mediani, valuto oggi”.

Vai al forum