La Lazio fa sul serio per il turco Tokoz La Lazio fa sul serio per il turco Tokoz -> Pochi giorni ancora, poi il calciomercato aprirà ufficialmente i battenti. Per il momento le voci (...) ---  
Genoa, offerta turca per Lazovic. Lazio beffata? Genoa, offerta turca per Lazovic. Lazio beffata? -> Difficilmente Darko Lazovic continuerà ad essere un giocatore del Genoa. Dopo quattro stagioni in (...) ---  
Burioni: "Felice per la conferma di Inzaghi, spero che diventi come Ferguson" Burioni: "Felice per la conferma di Inzaghi, spero che diventi come Ferguson" -> Roberto Burioni, divulgatore scientifico e tifoso biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di (...) ---  
Lazio,  quarto posto in Serie A per gol fatti in casa: ma in trasferta... Lazio, quarto posto in Serie A per gol fatti in casa: ma in trasferta... -> Sono 36, le reti segnate dalla Lazio allo Stadio Olimpico. Una media di quasi due centri (...) ---  
Lazio, dal dischetto non sbagli mai: miglior media della Serie A Lazio, dal dischetto non sbagli mai: miglior media della Serie A -> Segnare dagli 11 metri può sembrare facile, ma non lo è. Ci vuole freddezza, cinismo e (...) ---  
Lazio, 43 anni fa l'ultima panchina di Tommaso Maestrelli: il ricordo del club Lazio, 43 anni fa l'ultima panchina di Tommaso Maestrelli: il ricordo del club -> L'uomo che ha guidato una Lazio difficile, turbolenta e bellissima, verso il primo (...) ---  
Garlini: "Correa ha dato una marcia in più alla Lazio" Garlini: "Correa ha dato una marcia in più alla Lazio" -> Oliviero Garlini, ex attaccante biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, (...) ---  
Supercoppa Italiana, si va verso l'assegnazione all'Arabia Saudita: le info Supercoppa Italiana, si va verso l'assegnazione all'Arabia Saudita: le info -> “Supercoppa? La valutazione non è della Lega Serie A, ma di Lazio e Juventus”, si era (...) ---  
Calciomercato Lazio, dalla Turchia Calciomercato Lazio, dalla Turchia -> Ecco il nome nuovo che arriva ancora dalla Turchia. La Lazio avrebbe messo fortemente gli (...) ---  
Calciomercato Lazio, Tare ha scelto Yazici per il dopo Milinkovic Calciomercato Lazio, Tare ha scelto Yazici per il dopo Milinkovic -> Tutto su Yazici, ma solo se dovesse partire Milinkovic-Savic. Tare ha individuato nel (...) ---  
LaziAlmanacco di mercoledì 26 giugno 2019 LaziAlmanacco di mercoledì 26 giugno 2019 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di mercoledì 26 giugno 2019 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Lazio: casting per il sostituto di Milinkovic-Savic Lazio: casting per il sostituto di Milinkovic-Savic -> Come riporta il Messaggero, la Lazio sta sondando il mercato alla ricerca del sostituto di (...) ---  
Settore Giovanile | Indetto uno stage per i giovani portieri Settore Giovanile | Indetto uno stage per i giovani portieri -> Sei un portiere e vuoi vivere un’esperienza indimenticabile a tinte biancocelesti? Partecipa allo (...) ---  
Lazio, la chiave per Jony nel suo contratto: Malaga con le spalle al muro  Lazio, la chiave per Jony nel suo contratto: Malaga con le spalle al muro -> La Lazio poteva prendere Jony gratis, ed ecco la chiave che ha permesso a Tare di (...) ---  
Lazio, sulla sinistra sei micidiale: nessuna squadra ha fatto meglio in Serie A Lazio, sulla sinistra sei micidiale: nessuna squadra ha fatto meglio in Serie A -> La stagione 2018/19 è ormai alle spalle. Rimarrà indelebile il ricordo della conquista (...)

Autore Topic: Ultrà polacchi tutti liberi. A Varsavia laziali in cella  (Letto 266 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 17332
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
Ultrà polacchi tutti liberi. A Varsavia laziali in cella
« : Domenica 9 Settembre 2018, 15:01:03 »
www.iltempo.it



Due pesi e due misure, ancora una volta. D’altronde ormai è un’abitudine consolidata quando il termine di paragone sono i tifosi della Lazio.

Basti pensare e leggere come si sono comportati gli ultrà polacchi a Bologna l’altra sera, nella sfida di Nations League contro gli Azzurri. Per seguire Lewandowski e compagni, infatti sono arrivati in 1.366, di cui 600 residenti in Italia. Un numero importante che ha costretto la polizia ad un monitoraggio costante della tifoseria biancorossa. Ma non è questo il punto, ma la cronaca che parla di oltre cento supporters schedati perché volevano entrare senza biglietto, di cortei non autorizzati bloccati sul nascere, di risse sventate e di striscioni sequestrati perchè contenenti frasi discriminatorie.

Sempre nel pomeriggio, poi, un corteo di ultrà radunatisi in piazza Maggiore per dirigersi allo stadio, è stato interrotto dalla polizia. Ed ancora, un paio di risse e tensioni alla stazione ferroviaria, dove una ventina di polacchi stava cercando di salire su un treno pur non avendo il biglietto. Infine si legge di una quarantina di tifosi senza biglietto identificati e bloccati in un'area esterna al Dall'Ara per tutto il corso del match. Un bel biglietto da visita quello dei polacchi che alla fine se la sono cavata tutti. Senza arresti, nè denunce. E qui veniamo al punto: «salvi» dopo aver seminato il terrore nel capoluogo emiliano. Ai laziali, invece, nella trasferta «horror» di Europa League a Varsavia del 2013 andò molto, ma molto peggio. In quell’occasione 149, tifosi, tra cui anche donne e minori, furono ammanettati in strada con temperature sotto allo zero, perquisiti e arrestati. Senza un motivo reale. Si parlò di 4/5 supporters sorpresi a tirare delle bottigliette ai blindati della polizia, per protestare per altri 17 fermi, sempre sostenitori biancocelesti, della notte precedente. Nulla più. Persone trattate come animali, con la violazione di ogni tipo di legge e diritto umano.

Alcuni, dopo esser stati portati in questura e chiusi per due giorni nelle cellette di sicurezza, vennero rilasciati su pagamento di cauzione. Altri no, trattenuti per mesi e trasportati nel carcere di Bialoleka. Sei di loro passarono il Natale nella patrie galere polacche.Senza alcuna reale prova di sorta (foto, filmati) sono stati scelti nel mucchio dei colpevoli. Una vergogna assoluta, davanti agli occhi del mondo intero. «Allucinante pensare a ció che ieri hanno fatto i sostenitori polacchi, mancando di rispetto al nostro paese, rapportato a quello che abbiamo dovuto subire noi quella notte», racconta un tifoso laziale finito in carcere a Varsavia. «E noi in Polonia non facemmo nulla, fu un’operazione preventiva. Secondo me studiata prima a tavolino».

D’altronde in Italia, quando arrivano gli hooligan stranieri se ne approfittano perché sanno che, in mancanza di leggi ben precise in materia ultrà - nonostante lo sforzo e il lavoro delle forze dell’ordine- se la possono cavare facilmente. Basti pensare ai tifosi del Feyeenord che nel 2015 devastarono la fontana della Barcaccia a Piazza di Spagna. Ed è successo anche ieri. Chissà, magari fossero stati della Lazio, sarebbero finiti in carcere. Come successo a Varsavia...

                 

Vai al forum