Lazio, senti Berisha Lazio, senti Berisha -> Ben 74 minuti in campo nella vittoria su Malta, 90 nel pareggio ottenuto dal Kosovo (...) ---  
LaziAlmanacco di martedì 16 ottobre 2018 LaziAlmanacco di martedì 16 ottobre 2018 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di martedì 16 ottobre 2018 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
ESCLUSIVA Radiosei - Bianchi ESCLUSIVA Radiosei - Bianchi -> Inizia la settimana del ritorno del campionato, con la Lazio che prepara la trasferta di (...) ---  
Lazio, ag. Minala Lazio, ag. Minala -> Un futuro tutto da scrivere ma quasi sicuramente lontano dalla Lazio. Joseph Minala, dopo (...) ---  
Proietti: "Ambizione e professionalità per aiutare la Lazio a vincere" Proietti: "Ambizione e professionalità per aiutare la Lazio a vincere" -> Elena Proietti, attaccante della Lazio Women, è intervenuta quest’oggi ai microfoni di Lazio Style (...) ---  
Lazio, Ledesma nostalgico Lazio, Ledesma nostalgico -> Sono molti i nomi cari ai tifosi biancocelesti, quelli che hanno apposto con diritto una (...) ---  
Berisha è pronto al rientro Inzaghi ritrova il suo jolly   Berisha è pronto al rientro Inzaghi ritrova il suo jolly -> Dopo le due partite con la nazionale, il kosovaro è pronto al rientro. Unâ??opzione in più (...) ---  
Canigiani: "Ci attendiamo un settore ospiti gremito al Tardini" Canigiani: "Ci attendiamo un settore ospiti gremito al Tardini" -> Marco Canigiani, responsabile del marketing biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio (...) ---  
LE CLASSIFICHE | Bottino pieno per le compagini biancocelesti LE CLASSIFICHE | Bottino pieno per le compagini biancocelesti -> Quattro vittorie su quattro gare a disposizione. Si chiude un weekend estremamente positivo per il (...) ---  
Nazionali | Gli impegni di Acerbi, Berisha, Immobile, Marusic, Milinkovic e Strakosha Nazionali | Gli impegni di Acerbi, Berisha, Immobile, Marusic, Milinkovic e Strakosha -> UEFA Nations League | ALBANIA – Thomas Strakosha Il numero 1 biancoceleste ha raccolto minutaggio (...) ---  
Serie B | Pari all’esordio per le biancocelesti Serie B | Pari all’esordio per le biancocelesti -> È finalmente arrivato l’esordio nel campionato nazionale di Serie B per la Lazio Women, che ieri (...) ---  
Lazio, intrigo Ramires: la chiave è Leiva Lazio, intrigo Ramires: la chiave è Leiva -> Imminente l’arrivo a Roma dei manager dei due brasiliani: il rinnovo del regista per riaprire un (...) ---  
LaziAlmanacco di lunedì 15 ottobre 2018 LaziAlmanacco di lunedì 15 ottobre 2018 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di lunedì 15 ottobre 2018 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Nations League, la Serbia sbatte contro la Romania: Milinkovic in campo mezz'ora Nations League, la Serbia sbatte contro la Romania: Milinkovic in campo mezz'ora -> È un pareggio che va stretto alla Serbia. All'Arena Naționalădi Bucarest, (...) ---  
 Lazio, Luis Alberto pedala verso il recupero e punta il Parma   Lazio, Luis Alberto pedala verso il recupero e punta il Parma -> di Valerio Cassetta «Comenzamos!». Così scrive Luis Alberto su Instagram, mentre si allena sulla (...)

Autore Topic: La Lazio sfida il passato: ospita il Genoa degli ex Marchetti, Pandev e Ballardini  (Letto 51 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 13517
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.ilmessaggero.it


di Emiliano Bernardini

La sconfitta del 5 febbraio come manifesto di quello che non deve assolutamente riaccadere: il Genoa, sfruttando l’ennesimo calo di concentrazione, passò all’Olimpico per 2-1. Una delle peggiori gare giocate dalla Lazio soprattutto a livello mentale. I black out sono il tema costante degli approfondimenti di Inzaghi nel post-match. Lo ha fatto sia venerdì sia ieri dopo il successo in Europa League contro l’Apollon Limassol. Troppe volte la Lazio, in questo periodo, ha mostrato dei preoccupanti svarioni. Passi contro Frosinone, Empoli e i ciprioti, ma il Genoa è fatto di ben altra pasta e rischiare situazioni simili a quelle passate potrebbe essere deleterio. Da non dimenticare gli otto successi consecutivi tra il 2012 e il 2016. I rossoblù, come rimarca Inzaghi in conferenza, «sono ben allenati e organizzati. Dovremo essere feroci, lucidi e forti nei contrasti. Non avremo molti spazi per le nostre giocate». Tradotto serve maggiore cinismo e meno leziosità. Quelli evidenziati in negativo da Acerbi dopo la sfida di Europa League.

INSIDIE
«Sì, dobbiamo migliorare, bisogna essere più cinici, non lo nascondiamo. Dobbiamo ritrovare il gol con più facilità, vogliamo continuare, non possiamo concederci passi falsi nel percorso di crescita», avverte Inzaghi alle prese con diversi dubbi di formazione. Il tecnico conosce bene le insidie che si nascondo nelle pieghe di una gara come quella di oggi pomeriggio. Una settimana al derby. Il tempo stringe e la Lazio ha bisogno di ritrovare quella sicurezza che l’anno scorso le permetteva di essere una delle squadre più forti del campionato: «Sto cercando di trovare l’equilibrio giusto, che non è quello di vincere tutte le partite 1-0, né quello della scorsa stagione di vincere 7-3».

LEADERSHIP
Insomma qualche problemino c’è ma nulla di grave anche perché le vittorie, in qualsiasi modo arrivino, danno morale. I biancocelesti hanno bisogna di ritrovare i colpi dei leader. Luis Alberto ha lanciato segnali di risveglio: «È in crescita, ha fatto due gol importanti ma ci aspettiamo dei miglioramenti continui da lui. Sa che ha la nostra fiducia, tornerà a essere devastante». Continua a viaggiare nell’ombra, invece, Milinkovic. Doveva essere il craque del mercato estivo, per ora, è finito solo al centro delle critiche. Appunti che il gigante serbo non ha gradito come rivela Inzaghi: «È un ragazzo sensibile, probabilmente ha sentito qualche critica piovuta addosso dall’ambiente, lo vedo migliorato. Sa di avere grandissima fiducia, a breve tornerà a fare la differenza». La speranza è che la firma che metterà domani sul contratto acceleri questo ritorno al sorriso. La posizione che gli ha ritagliato Inzaghi per questa gara probabilmente servirà a fargli prendere qualche responsabilità in più.

MI RITORNI IN MENTE
La Lazio deve combattere contro i suoi attuali limiti ma anche abbattere i fantasmi del passato: Ballardini, Marchetti, che torna per la prima volta da ex, e Pandev. Quest’ultimo ha già segnato sei gol ai biancocelesti. Ha il dente avvelenato con il presidente Lotito e non lo nasconde tutte le volte che ne ha la possibilità. Un ospite poco gradito, i fischi si sprecheranno anche se lui finge di non capirne il motivo. «Migliorare la mira», è il diktat di Inzaghi. Immobile si è scaldato giovedì strappando il rigore dai piedi di Caicedo con cui potrebbe fare coppia questo pomeriggio. Una “pazza idea” per cancellare il grigio e ridipingere tutto solo di biancoceleste.
 

Vai al forum