Rambaudi impartisce lezioni di fair-play Rambaudi impartisce lezioni di fair-play -> Roberto Rambaudi, ex calciatore della Lazio, oggi è alla guida tecnico dell ‘ASD LUISS, (...) ---  
#TrainingSession | Seduta di ripresa per i biancocelesti  #TrainingSession | Seduta di ripresa per i biancocelesti -> Allenamento mattutino per la Prima Squadra della Capitale che, quest’oggi, si è ritrovata a (...) ---  
Lazio, si svuota l’infermeria Luis Alberto vede il Parma  Lazio, si svuota l’infermeria Luis Alberto vede il Parma -> Il fantasista spagnolo è tornato a lavorare con i compagni e potrebbe essere titolare a Parma. (...) ---  
LAZIO STORY - 16 ottobre 2011: quando Klose si prese il derby all'ultimo respiro  LAZIO STORY - 16 ottobre 2011: quando Klose si prese il derby all'ultimo respiro -> Riprendono i lavori a Formello in vista della sfida della Lazio contro il Parma. Inzaghi (...) ---  
Mirra: "La Lazio può raggiungere obiettivi importanti" Mirra: "La Lazio può raggiungere obiettivi importanti" -> Vincenzo Mirra, ex difensore biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, 89.3 (...) ---  
UEL - Olympique Marsiglia - LAZIO del 25 ottobre -  vendita dei tagliandi UEL - Olympique Marsiglia - LAZIO del 25 ottobre - vendita dei tagliandi -> La S.S. Lazio comunica che da mercoledi 17 ottobre verranno messi in vendita i tagliandi per la (...) ---  
Lazio, Savoldi difende Immobile Lazio, Savoldi difende Immobile -> Sta facendo rumore e non poco, l'esclusione dell'attaccante della LazioCiro (...) ---  
Lazio, Fortunato Ballerini Lazio, Fortunato Ballerini -> Era il 16 ottobre del 1852 quando a Sant’Angiolo, in provincia di Firenze, nasceva (...) ---  
Nazionali | Gli impegni di Badelj e Murgia Nazionali | Gli impegni di Badelj e Murgia -> Amichevole | CROAZIA – Milan Badelj Il centrocampista biancoceleste è sceso in campo dal primo (...) ---  
Lazio, senti Berisha Lazio, senti Berisha -> Ben 74 minuti in campo nella vittoria su Malta, 90 nel pareggio ottenuto dal Kosovo (...) ---  
LaziAlmanacco di martedì 16 ottobre 2018 LaziAlmanacco di martedì 16 ottobre 2018 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di martedì 16 ottobre 2018 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
ESCLUSIVA Radiosei - Bianchi ESCLUSIVA Radiosei - Bianchi -> Inizia la settimana del ritorno del campionato, con la Lazio che prepara la trasferta di (...) ---  
Lazio, ag. Minala Lazio, ag. Minala -> Un futuro tutto da scrivere ma quasi sicuramente lontano dalla Lazio. Joseph Minala, dopo (...) ---  
Proietti: "Ambizione e professionalità per aiutare la Lazio a vincere" Proietti: "Ambizione e professionalità per aiutare la Lazio a vincere" -> Elena Proietti, attaccante della Lazio Women, è intervenuta quest’oggi ai microfoni di Lazio Style (...) ---  
Lazio, Ledesma nostalgico Lazio, Ledesma nostalgico -> Sono molti i nomi cari ai tifosi biancocelesti, quelli che hanno apposto con diritto una (...)

Autore Topic: Acerbi-Correa letali La Lazio sbanca Udine  (Letto 74 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 13526
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
Acerbi-Correa letali La Lazio sbanca Udine
« : Mercoledì 26 Settembre 2018, 21:00:51 »
www.gazzetta.it



Quarta vittoria di fila per la squadra di Inzaghi che continua la risalita in classifica. Le reti nella ripresa. Nel finale accorcia Nuytinck. Inutile il forcing finale dei padroni di casa


La Lazio non si ferma più. Quinta vittoria consecutiva tra coppa e campionato e classifica che comincia a farsi molto interessante. Vittoria sofferta (2-1), però, come tutte le precedenti ad eccezione di quella di domenica con il Genoa. Dopo aver controllato la gara nel primo tempo ed averla ipotecata a metà della ripresa, la squadra di Inzaghi non riesce a congelarla e rischia moltissimo nel finale. Udinese sconfitta, ma non bocciata. I friulani non demeriterebbero il pareggio, anche se commettono l'errore di aspettare troppo la Lazio e di aggredirla solo una volta andati sotto di due gol. Se lo avessero fatto prima, contro una Lazio in formazione rimaneggiata e con la testa già al derby, le cose sarebbe andate diversamente.

POCHE EMOZIONI — Inzaghi, a sorpresa ma non troppo, cambia mezza squadra rispetto al match di domenica. Le new entry sono Luiz Felipe, Patric, Badelj, Luis Alberto e Correa. Quattro i titolari assenti: Immobile, Leiva e Milinkovic (tutti in panca) più Radu (infortunato). Velazquez si limita invece a tre cambi rispetto alla vittoria del Bentegodi col Chievo: Machis (per Pussetto), Lasagna (per Teodrczyk) e Barak (per Behrami). Il primo tempo scivola via con poche emozioni, un paio per parte: una punizione dal limite di De Paul che Strakosha alza sulla traversa e un tiro dalla distanza (alto) di Fofana per l'Udinese; due colpi di testa insisiodosi in area per la Lazio (di Luis Alberto e Parolo, entrambi finiscono poco lontano dallo specchio della porta). A prevalere, fino all'intervallo, è l'esigenza di entrambe le squadre di controllarsi. Il tecnico dei friulani corregge leggermente il modulo, passando al 4-4-1-1 (Barak dietro Lasagna) proprio per spezzare le trame di gioco dei laziali. Che in effetti appaiono molto meno fluide del solito. Per merito dei padroni di casa ed anche, forse, perché la testa è già al derby di sabato e i biancocelesti dosano le energie.

TUTTO NELLA RIPRESA — Decisamente più interessante il secondo tempo. Che si apre con l'Udinese che sfiora il vantaggio. Il tiro dalla distanza di Fofana viene sventato con qualche difficoltà da Strakosha. Ma attorno al quarto d'ora è la Lazio a rompere l'equilibrio della gara. Propedeutici alla svolta sono i cambi di Inzaghi che si materializzano poco prima del quarto d'ora. Entrano Immobile e Durmisi, escono Caicedo e Lulic. E' proprio Durmisi a conquistare la punizione da cui nasce l'1-0 (fallo di Machis). Sul traversone di Luis Alberto Scuffet respinge e Acerbi è il più lesto a ribattere in gol. Il raddoppio arriva cinque minuti dopo. Lo confeziona con una splendida azione personale Correa. L'argentino si beve Larsen e fulmina Scuffet da posizione decentrata. L'uno-due stordisce la squadra di casa che ci mette un po' a riorganizzarsi. Velazquez è però bravo a rianimarla con i cambi. Dentro Pussetto, poi Teodorczyk e infine Vizeu per Machis, Barak e Lasagna. Con i nuovi l'Udinese riparte e mette nella sua area la Lazio. Il gol che riapre la gara è una splendida semirovescata di Nuytinck su una punizione-cross dalla trequarti di De Paul. I friulani a quel punto coi credono e sfiorano il 2-2 con Fofana e Teodorczyk, ma Strakosha dice no. E la Lazio porta a casa i tre punti.

Vai al forum