Lazio, Tare vuole l'astro nascente del calcio turco: tutti i dettagli Lazio, Tare vuole l'astro nascente del calcio turco: tutti i dettagli -> Lazio, arrivano conferme sul forte interesse per Yunus Akgun. Il direttore sportivo Igli (...) ---  
Pellegrini: "Il rinnovo di Inzaghi è segno di continuità" Pellegrini: "Il rinnovo di Inzaghi è segno di continuità" -> Luca Pellegrini, ex calciatore italiano, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, FM 89.3: (...) ---  
Lazio, idea 'Cholito' per l'attacco: Tare sogna il nuovo Immobile Lazio, idea 'Cholito' per l'attacco: Tare sogna il nuovo Immobile -> Lazio all'attacco. Tare sta setacciando il mercato in cerca di uomini-gol, attaccanti da (...) ---  
LaziAlmanacco di giovedì 27 giugno 2019 LaziAlmanacco di giovedì 27 giugno 2019 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di giovedì 27 giugno 2019 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Laziomania: Ma Tare ce la fa a raggiungere i suoi obiettivi (=cedere)? Laziomania: Ma Tare ce la fa a raggiungere i suoi obiettivi (=cedere)? -> I primi caldi. O meglio, su Roma si sta per abbattere tutta l'afa terribile di un'estate (...) ---  
Calciomercato Lazio, ds Eintracht su Hinteregger Calciomercato Lazio, ds Eintracht su Hinteregger -> La Lazio deve rinforzare la difesa e Tare ha individuato una serie di nomi sul mercato. (...) ---  
La Lazio fa sul serio per il turco Tokoz La Lazio fa sul serio per il turco Tokoz -> Pochi giorni ancora, poi il calciomercato aprirà ufficialmente i battenti. Per il momento le voci (...) ---  
Genoa, offerta turca per Lazovic. Lazio beffata? Genoa, offerta turca per Lazovic. Lazio beffata? -> Difficilmente Darko Lazovic continuerà ad essere un giocatore del Genoa. Dopo quattro stagioni in (...) ---  
Burioni: "Felice per la conferma di Inzaghi, spero che diventi come Ferguson" Burioni: "Felice per la conferma di Inzaghi, spero che diventi come Ferguson" -> Roberto Burioni, divulgatore scientifico e tifoso biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di (...) ---  
Lazio,  quarto posto in Serie A per gol fatti in casa: ma in trasferta... Lazio, quarto posto in Serie A per gol fatti in casa: ma in trasferta... -> Sono 36, le reti segnate dalla Lazio allo Stadio Olimpico. Una media di quasi due centri (...) ---  
Lazio, dal dischetto non sbagli mai: miglior media della Serie A Lazio, dal dischetto non sbagli mai: miglior media della Serie A -> Segnare dagli 11 metri può sembrare facile, ma non lo è. Ci vuole freddezza, cinismo e (...) ---  
Lazio, 43 anni fa l'ultima panchina di Tommaso Maestrelli: il ricordo del club Lazio, 43 anni fa l'ultima panchina di Tommaso Maestrelli: il ricordo del club -> L'uomo che ha guidato una Lazio difficile, turbolenta e bellissima, verso il primo (...) ---  
Garlini: "Correa ha dato una marcia in più alla Lazio" Garlini: "Correa ha dato una marcia in più alla Lazio" -> Oliviero Garlini, ex attaccante biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, (...) ---  
Supercoppa Italiana, si va verso l'assegnazione all'Arabia Saudita: le info Supercoppa Italiana, si va verso l'assegnazione all'Arabia Saudita: le info -> “Supercoppa? La valutazione non è della Lega Serie A, ma di Lazio e Juventus”, si era (...) ---  
Calciomercato Lazio, dalla Turchia Calciomercato Lazio, dalla Turchia -> Ecco il nome nuovo che arriva ancora dalla Turchia. La Lazio avrebbe messo fortemente gli (...)

Autore Topic: Acerbi-Correa letali La Lazio sbanca Udine  (Letto 182 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 17338
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
Acerbi-Correa letali La Lazio sbanca Udine
« : Mercoledì 26 Settembre 2018, 21:00:51 »
www.gazzetta.it



Quarta vittoria di fila per la squadra di Inzaghi che continua la risalita in classifica. Le reti nella ripresa. Nel finale accorcia Nuytinck. Inutile il forcing finale dei padroni di casa


La Lazio non si ferma più. Quinta vittoria consecutiva tra coppa e campionato e classifica che comincia a farsi molto interessante. Vittoria sofferta (2-1), però, come tutte le precedenti ad eccezione di quella di domenica con il Genoa. Dopo aver controllato la gara nel primo tempo ed averla ipotecata a metà della ripresa, la squadra di Inzaghi non riesce a congelarla e rischia moltissimo nel finale. Udinese sconfitta, ma non bocciata. I friulani non demeriterebbero il pareggio, anche se commettono l'errore di aspettare troppo la Lazio e di aggredirla solo una volta andati sotto di due gol. Se lo avessero fatto prima, contro una Lazio in formazione rimaneggiata e con la testa già al derby, le cose sarebbe andate diversamente.

POCHE EMOZIONI — Inzaghi, a sorpresa ma non troppo, cambia mezza squadra rispetto al match di domenica. Le new entry sono Luiz Felipe, Patric, Badelj, Luis Alberto e Correa. Quattro i titolari assenti: Immobile, Leiva e Milinkovic (tutti in panca) più Radu (infortunato). Velazquez si limita invece a tre cambi rispetto alla vittoria del Bentegodi col Chievo: Machis (per Pussetto), Lasagna (per Teodrczyk) e Barak (per Behrami). Il primo tempo scivola via con poche emozioni, un paio per parte: una punizione dal limite di De Paul che Strakosha alza sulla traversa e un tiro dalla distanza (alto) di Fofana per l'Udinese; due colpi di testa insisiodosi in area per la Lazio (di Luis Alberto e Parolo, entrambi finiscono poco lontano dallo specchio della porta). A prevalere, fino all'intervallo, è l'esigenza di entrambe le squadre di controllarsi. Il tecnico dei friulani corregge leggermente il modulo, passando al 4-4-1-1 (Barak dietro Lasagna) proprio per spezzare le trame di gioco dei laziali. Che in effetti appaiono molto meno fluide del solito. Per merito dei padroni di casa ed anche, forse, perché la testa è già al derby di sabato e i biancocelesti dosano le energie.

TUTTO NELLA RIPRESA — Decisamente più interessante il secondo tempo. Che si apre con l'Udinese che sfiora il vantaggio. Il tiro dalla distanza di Fofana viene sventato con qualche difficoltà da Strakosha. Ma attorno al quarto d'ora è la Lazio a rompere l'equilibrio della gara. Propedeutici alla svolta sono i cambi di Inzaghi che si materializzano poco prima del quarto d'ora. Entrano Immobile e Durmisi, escono Caicedo e Lulic. E' proprio Durmisi a conquistare la punizione da cui nasce l'1-0 (fallo di Machis). Sul traversone di Luis Alberto Scuffet respinge e Acerbi è il più lesto a ribattere in gol. Il raddoppio arriva cinque minuti dopo. Lo confeziona con una splendida azione personale Correa. L'argentino si beve Larsen e fulmina Scuffet da posizione decentrata. L'uno-due stordisce la squadra di casa che ci mette un po' a riorganizzarsi. Velazquez è però bravo a rianimarla con i cambi. Dentro Pussetto, poi Teodorczyk e infine Vizeu per Machis, Barak e Lasagna. Con i nuovi l'Udinese riparte e mette nella sua area la Lazio. Il gol che riapre la gara è una splendida semirovescata di Nuytinck su una punizione-cross dalla trequarti di De Paul. I friulani a quel punto coi credono e sfiorano il 2-2 con Fofana e Teodorczyk, ma Strakosha dice no. E la Lazio porta a casa i tre punti.

Vai al forum