Su Durmisi c il Celta Vigo Calda la pista Zappacosta  Su Durmisi c il Celta Vigo Calda la pista Zappacosta -> Lombardi al Venezia, in uscita anche Badelj, sul quale sarebbe forte l'interesse del (...) ---  
#TrainingSession | Seduta di ripresa per i biancocelesti #TrainingSession | Seduta di ripresa per i biancocelesti -> Allenamento pomeridiano per la Prima Squadra della Capitale che, questoggi, si ritrovata presso (...) ---  
Calciomercato Lazio, dalla Spagna: Durmisi in prestito al Celta Vigo  Calciomercato Lazio, dalla Spagna: Durmisi in prestito al Celta Vigo -> Certamente si aspettava di pi Riza Durmisi: dopo soli60 minuti giocati in Serie (...) ---  
Rocchi:  Rocchi: "Che emozione la Supercoppa del 2009. Quarto posto? Si qualifica la Lazio" -> Il legame tra Tommaso Rocchi e la Lazio pi forte che mai. Ai microfoni di RMCSport, (...) ---  
Lazio, parla Lotito:  Lazio, parla Lotito: "Zappacosta? Non valuto io. Calciomercato non collezione di figurine" -> Il presidente della Lazio, Claudo Lotito, questa mattina tornato a parlare affrontando (...) ---  
Canigiani: "Speriamo nei 1.000 abbonati per il girone di ritorno" Canigiani: "Speriamo nei 1.000 abbonati per il girone di ritorno" -> Marco Canigiani, responsabile del marketing biancoceleste, intervenuto ai microfoni di Lazio (...) ---  
Comunicato 15.01.2019 Comunicato 15.01.2019 -> La S.S. Lazio comunica di aver ceduto a titolo temporaneo sino al 30 giugno 2020 il calciatore (...) ---  
Calciomercato Lazio, Morrison parte? Un indizio lo spinge in Scozia Calciomercato Lazio, Morrison parte? Un indizio lo spinge in Scozia -> Ravel Morrison: ultimi sei mesi alla Lazio o va via subito? Lindizio arriva dal suo (...) ---  
LIVE - Calciomercato Lazio, Tare e Mendes a lavoro: si studia il riscatto di Pedro Neto LIVE - Calciomercato Lazio, Tare e Mendes a lavoro: si studia il riscatto di Pedro Neto -> Sempre calda la linea telefonicaTare-Mendes. Sul tavolo, dopo gli incontri a Dubai, c (...) ---  
LaziAlmanacco di marted 15 gennaio 2019 LaziAlmanacco di marted 15 gennaio 2019 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di marted 15 gennaio 2019 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
#TrainingSession | Domani squadra in campo alle 15:00 #TrainingSession | Domani squadra in campo alle 15:00 -> Torner domani in campo la Prima Squadra della Capitale. Al termine del giorno di riposo concesso (...) ---  
Lazio, l'analisi di Regalia:  Lazio, l'analisi di Regalia: "Lotito ha preso il club con i debiti e lha riportato ai primi posti" -> Ieri il mondo del calcio ha pianto Phil Masinga, ex attaccante di Bari e Salernitana (...) ---  
Lazio, il rilancio di Lukaku Addio guai, titolare a Napoli  Lazio, il rilancio di Lukaku Addio guai, titolare a Napoli -> Jordan tornato dal primo minuto contro il Novara: non succedeva dal 18 aprile: la tendinopatia (...) ---  
Coletta: "A Genova per dare una scossa alla nostra classifica" Coletta: "A Genova per dare una scossa alla nostra classifica" -> Cristina Coletta, attaccante biancoceleste della Lazio Women, intervenuta quest'oggi ai (...) ---  
FOCUS - Lazio, i numeri del mago: Luis Alberto  di nuovo protagonista FOCUS - Lazio, i numeri del mago: Luis Alberto di nuovo protagonista -> Nel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai per una selva oscura, ch la diritta (...)

Autore Topic: FOCUS - Cataldi 50 Special, adesso si torna a fare sul serio: a marce ingranate verso il riscatto  (Letto 75 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 14912
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.LaLazioSiamoNoi.it



                           Cosa hanno in comune Cesare Cremoninie Danilo Cataldi? Pi o meno niente. Uno bolognese, ha 38 anni e nella vita fa il cantautore. L'altro romano, di anni ne ha 24 ed un calciatore. Entrambi hanno messo piede almeno una volta sul prato dell'Olimpico, vero, ma mentre uno cantava canzoni, l'altro correva dietro a un pallone. Insomma, non sembra esserci un punto nell'universo in cui i loro destini si siano mai incontrati. Ma le apparenze a volte ingannano, bisogna scavare pi a fondo. E allora ci che li accomuna esce allo scoperto: il cinquanta. Il numero di serie della Vespa Special resa ancora pi celebre dal singolo dei Lunapop, il primo grande successo firmato Cremonini. E sempre 50 sono lepresenze che contro la Spal Cataldi ha raggiunto con la maglia della Lazio, il primo grande successo della sua carriera. Ma sapete quando Cremonini inizi a scrivere "50 Special"?Dopo una batosta che chi lo amava di pi - in quel caso la madre - gli rifil - in quel caso con una chitarra - sulla schiena. E niente meglio del gol siglato da Cataldi contro la squadra di Semplici potrebbe confermare che a volte una chitarra spaccata sulla schiena sia proprio ci di cui si ha bisogno.



ROSSE DI FUOCO, COMINCIA LA DANZA - Quella che vi stiamo per raccontare la storia di chi ha dovuto sbattere pi volte la testa addosso a un palo per capire che quella che aveva intrapreso non fosse proprio la traiettoria pi giusta. O pi semplicemente sono i primi anni della carriera di un ragazzo come tanti, con pi brama di diventare uomo che barba sul viso. Danilo Cataldi cresciuto nell'Ottavia ed arrivato nel settore giovanile biancoceleste nel 2006, quando aveva appena 12 anni. Per questo a tutti gli effettiparte di quel patrimonio di cui la Lazio non ha mai smesso di essere fiera. Dopo soli sei anni vantava gi un ruolo da titolare nella squadra della Primavera che proprio in quella stagione - 2012/2013 - avrebbe vinto il campionato (doppietta in finale con l'Atalanta). Da quel momento in poi iniziano gli anni della gavetta: Danilo svolge la preparazione atletica con la squadra e poi parte alla volta di Crotone, perch prima della barba un uomo deve "farsi le ossa". Dopo un'annata - 2013/2014 - fatta di 35 presenze e 4 reti, torna alla Lazio. Freme dalla voglia di fare il suo esordio in prima squadra. Per lui, romano e da sempre laziale, sarebbe un vero sogno.Ma ecco il primo palo: un infortunio lo fa uscire di scena almeno fino all'inizio del 2015.



CON LE ALI SOTTO AI PIEDI - E dopo lavoro e pazienza, il 18 gennaio del 2015 arriva il momento del suo debutto. La Lazio di scena all'Olimpico. Dall'altra parte della linea di centrocampo c' il Napoli di Benitez. La squadra di Pioli sotto di un gol e non riesce a trovare il pareggio. A otto minuti dalla fine il mister biancoceleste prende la decisione tanto attesa: fuori Parolo, dentro Cataldi. Il pubblico dell'Olimpico, seppur amareggiato dal risultato, lo saluta con un applauso entusiasmante. Cataldi al settimo cielo. E sar solo la prima delle tante soddisfazioni, perch in quella stagione - 2014/2015 - collezioner ben 21 presenze tra campionato e Coppa Italia. E sicuramente ne ricorder una: il 9 marzo dello stesso anno, il 2015, la Lazio sta vincendo 3a 0 in casa contro la Fiorentina (il match si chiuder sul 4-0)e Mauri a dieci minuti dal termine pronto a lasciare spazio a Onazi. Il capitano si sfila la fascia, si scambia uno sguardo d'intesa con Stefan Radu e poi entrambi raggiungono Cataldi, in campo gi dal primo minuto. Di comune accordo passano a lui la fascia e Cataldi quasi non ci crede. il suo battesimo, il primo stepdel rituale che compie ogni futuro capitano.



LA SCUOLA NON VA - Anche la stagione successiva - 2015/2016 -procede nel migliore dei modi. Sotto la guida attenta di Pioli fa il suo esordio in Europa League nel match contro il Saint-Etienne del primo ottobre del 2015. Nel dicembre dello stesso anno realizza il suo primo gol con l'aquila sul petto e trascina la Lazio verso la vittoria battendo l'Udinese negli ottavi di finale di Coppa Italia. A sette giorni dalla fine di gennaio 2016 arriva anche la prima rete in Serie A (Lazio - Chievo 4-1). Ma proprio nello stesso anno Pioli, l'uomo che aveva scommesso su di lui fin da subito, viene esonerato. Ad aprile sulla panchina della Lazio arriva Inzaghi. In quella squadra che sta cercando di ritrovare se stessa non sembra esserci tanto spazio per Cataldi. E per il suo bene, nel gennaio del 2017, la societ sceglie di affidarlo in prestito al Genoa, dove avrebbe potuto continuare a crescere. Ma Danilo avrebbe voluto farlo in casa propria e subito dopo la partenza si rivolge ai suoi tifosi. Sceglie la foto che lo ritrae con la fascia da capitano tra i denti - perch con quelli che avrebbe voluto conquistarla - e scrive: "Amo questa maglia, amo questa citt, amo la Lazio con tutto il cuore e sar cos sempre. Voglio diventare un punto fermo per questa squadra e per questo mi sono dovuto allontanare. Non ho abbandonato la Lazio".



UNA VESPA MI PORTER FUORI CITT - Inizia il periodo al Genoa, ma Cataldi sente la mancanza della sua squadra, della sua citt e della sua famiglia. Con lui c' Elisa, la sua ragazza e futura sposa, che gli sta vicino e lo supporta. I nervi, a fior di pelle per la brutta annata della squadra ligure, scattano proprio in occasione del match contro la Lazio. Nella sfida del 17 aprile 2017 Pandev segna il gol del momentaneo vantaggio e Cataldi esulta come avrebbe dovuto evitare di fare. una reazione che non sfugge a nessuno, tantomeno al cuore della tifoseria biancoceleste, che gli manda questo messaggio: "Per te a Roma non c' pi posto". Eccola la batosta che arriva sulla schiena, l dove aveva mirato anche la madre di Cremonini, stufa di sentire il ragazzo suonare da mattina a sera senza scopo. Cataldi trova le parole e risponde: "Questo il mio percorso, ora sono con la testa al Genoa. Come sempre e per sempre sar legato ai colori biancocelesti". Dopo il Genoa la volta del Benevento e il centrocampista romano sa che se la societ campana non si dovesse salvare farebbe ritorno a Roma. Con tutti gli aspetti positivi e negativi del caso.



A MARCE INGRANATE DALLA PRIMA ALLA QUARTA - Cataldi torna alla Lazio e con la sua squadra svolge la preparazione estiva. Per riscattare la sua immagine ce la mette tutta e forse anche di pi. Mister Inzaghi contento e soddisfatto del suo lavoro e insieme alla societ decide di dargli una nuova occasione per la stagione in corso. Prima gioca per due minuti contro il Napoli, poi 16 a Marsiglia e infine ne trascorre 56 in campo contro l'Inter. Contro la Spal la sua grande chance: va in campo dal primo minuto e festeggia le sue 50 presenze con la Lazio. A calpestare il prato verde c' un Cataldi nuovo, che si dovuto reinventare. Cos come stato costretto a fare Cremonini, che con la chitarra rotta ha dovuto riparare sul pianoforte e ha composto "50 Special". Il centrocampista ci mette l'anima e si fa due importantissimi regali: un assist e un gol. In cambio riceve l'abbraccio dell'Olimpico, che torna a gridare il suo nome.



         

         

   



               

Vai al forum