Lazio, Inzaghi:  Lazio, Inzaghi: "Non eravamo fenomeni prima, non siamo polli adesso" -> In casa contro il Parma per rilanciarsi dopo i ko con Spal e Cluj: "Voglio che la mia (...) ---  
PRIMAVERA - Lazio ancora di misura. Pescara KO, decidono Cerbara e Minala PRIMAVERA - Lazio ancora di misura. Pescara KO, decidono Cerbara e Minala -> 2 giornata Campionato Primavera 1 </br> </br> Sabato 21 settembre 2019ore (...) ---  
Lotito: -la-Lazio-ha-un-futuro-solido Lotito: -la-Lazio-ha-un-futuro-solido -> Il presidente della Lazio Claudio Lotito ha chiuso la giornata di ieri della scuola di (...) ---  
#LazioParma | Conferenza stampa, Inzaghi: "Fame e cattiveria per riprendere il nostro cammino" #LazioParma | Conferenza stampa, Inzaghi: "Fame e cattiveria per riprendere il nostro cammino" -> Alla vigilia del match con il Parma, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto in (...) ---  
Lazio, rinnova Correa: pronta la maxi-clausola  Lazio, rinnova Correa: pronta la maxi-clausola -> Si avvicina sempre di più il rinnovo del Tucu Correa con la Lazio: secondo quanto riporta (...) ---  
Lazio, secondi tempi da paura: Inzaghi analizza i rimedi Lazio, secondi tempi da paura: Inzaghi analizza i rimedi -> Equilibrio. Alla Lazio serve equilibrio: serve all'ambiente (che passa (...) ---  
PRIMAVERA - Lazio - Pescara, la prima in casa PRIMAVERA - Lazio - Pescara, la prima in casa -> Dopo la vittoria esterna ai dannidel Sassuolo per 3-2, la Lazio di Leonardo Menichini è (...) ---  
FORMELLO - Lazio, discorso di Inzaghi e poi via alla seduta FORMELLO - Lazio, discorso di Inzaghi e poi via alla seduta -> FORMELLO - La ripresa sia l’inizio della… ripesa. La Lazio, alle 11, è già in campo per (...) ---  
L'ANGOLO TATTICO di Cluj - Lazio - Senza la testa gli schemi non girano L'ANGOLO TATTICO di Cluj - Lazio - Senza la testa gli schemi non girano -> È vero, questo è l'angolo tattico. Ma dopo aver assistito all'esordio europeo (...) ---  
LaziAlmanacco di sabato 21 settembre 2019 LaziAlmanacco di sabato 21 settembre 2019 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di sabato 21 settembre 2019 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Lazio, il vero obiettivo di Tare a centrocampo Lazio, il vero obiettivo di Tare a centrocampo -> LaLazionon perderà di vistaYazici. Il turco era il vero obiettivo del ds Tare per sostituire (...) ---  
Segui “La Premiata Ditta” questa sera su Lazio Style Channel Segui “La Premiata Ditta” questa sera su Lazio Style Channel -> È iniziato ieri il nuovo cammino della Prima Squadra della Capitale in Europa League. Lazio Style (...) ---  
Questa sera segui "Lazio Play" su Lazio Style Channel Questa sera segui "Lazio Play" su Lazio Style Channel -> Torna “Lazio Play”, il format targato Lazio Style Channel che approfondisce ogni aspetto delle (...) ---  
Serie A TIM | Conferenza stampa mister Inzaghi Serie A TIM | Conferenza stampa mister Inzaghi -> Il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi interverrà in conferenza stampa alla vigilia diLazio-Parma (...) ---  
Lazio, squadra a rapporto: discorso di Inzaghi prima dell'allenamento Lazio, squadra a rapporto: discorso di Inzaghi prima dell'allenamento -> Dopo il ko in Europa League contro il Cluj, l'allenatore biancoceleste si è confrontato con i suoi (...)

Autore Topic: Alia: "Il nostro obiettivo è vincere il campionato e tornare in Primavera 1"  (Letto 133 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 18454
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.sslazio.it

Marco Alia, portiere della Primavera biancoceleste, è intervenuto quest’oggi ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 FM:

“In questo momento stiamo giocando bene anche se il campionato è di un livello più basso rispetto alla Primavera 1 TIM. La squadra ha in mente soltanto l’obiettivo che ci siamo prefissati ad inizio stagione, ovvero quello di vincere il campionato e tornare nei palcoscenici che la Lazio merita. Con il mister Bonacina abbiamo parlato delle difficoltà della scorsa stagione e ci siamo posti come traguardo quello di tornare nella competizione di categoria di massima serie. Nel nostro torneo nessuno ti regala la vittoria, fin dall’inizio del nostro cammino siamo partiti con il piede giusto, non abbiamo subito nessuna sconfitta, speriamo di continuare in questo modo.

A livello personale mi sono prefissato l’obiettivo di subire meno gol possibili oltre a quello di vincere il campionato. Meno subisci e più possibilità hai di vincere. Eccezion fatta per il pareggio con il Cosenza, attualmente ultima forza della classifica, match nel quale ci aspettavamo di ottenere la vittoria.  Nelle altre gare, invece, abbiamo sempre portato a casa i tre punti. È vero che concediamo sempre qualcosa durante l’arco dei novanta minuti, ma questo è normale. I miei compagni attuano bene sia la fase difensiva che quella offensiva. Questo è il mio secondo anno di Primavera, ho acquisito più fiducia e sicurezza. È vero che il campionato è di livello inferiore ma so che sto giocando meglio rispetto alla scorsa stagione e posso ancora dare tanto. Il momento più difficile è stato quando non avevo disputato nemmeno una partita nel girone di andata e mi sono trovato catapultato a giocare, avevo perso tutto ciò che avevo costruito prima, non avevo il ritmo partita e la fiducia in generale. Devo ringraziare il mister dei portieri, Ciuffarelli, mi ha dato sempre le motivazioni giuste e la forza per andare avanti, inoltre devo ringraziare tutti i miei compagni che mi hanno sempre sostenuto.

Quest’anno siamo più uniti, siamo più squadra, fattore che nella scorsa stagione ci mancava e questo ha fatto la differenza. Le problematiche dell’annata scorsa sono state messe in chiaro con il mister ad inizio anno ed ora viene svolto tutto nel migliore dei modi e nei momenti giusti. Tutti gli interpreti partono alla pari. Nel nostro spogliatoio ci sono tanti leader e nessun capo. Nicolò Armini ha la fascia da capitano ed è un leader nonostante la sua giovane età, ma ognuno di noi si sostiene a vicenda, diamo un esempio ai più giovani e remiamo tutti nella stessa direzione. Il mister quest’anno ha corretto le difficoltà del gruppo ed ha messo le cose in chiaro, ci ha tracciato una strada e tutti la stiamo seguendo. Siamo tutti trattati allo stesso modo. Nonostante siamo in un campionato di livello più basso rispetto allo scorso anno, abbiamo le giuste motivazioni per affrontarle nel migliore dei modi. I nostri tifosi sono fondamentali, l’anno scorso non avere il nostro pubblico era difficile, entravamo già con la paura di perdere. Quando ti manca la vittoria da tanto la soffri come cosa. Quest’anno il nostro pubblico ci sta dando una grossa mano e ci sta aiutando durante le partite.

All’inizio della mia carriera giocavo in mezzo al campo, a casa avevo un giardino con la porta ed ogni volta mi divertivo ad andare fra i pali contro i miei amici quando venivano a trovarmi. La mia fortuna è stata che, quando giocavo nei Salesiani a Genzano, si fece male il portiere e da quel momento non sono più uscito dai pali. Successivamente ho giocato al Tor Tre Teste e all’Aprilia ed a 15 anni sono arrivato alla Lazio. Ho giocato in tutti i ruoli, questo mi ha aiutato molto sia a livello mentale per anticipare le giocate avversarie, sia a giocare con i piedi. Mi ispiro a Manuel Neuer perché ha cambiato il modo di intendere il ruolo del portiere. Tra i pali anche Buffon e Alisson sono due estremi difensori straordinari. Questi portieri moderni mi piacciono tanto perché sono bravi e completi. In prima squadra l’intensità di allenamento è molto più alta, bisogna tenere i ritmi anche se il modello di allenamento è lo stesso. Sono molto migliorato ed ho acquisito maggior sicurezza sulle uscite alte. Quest’anno ho iniziato con il giusto approccio alla stagione. La partita più bella a livello personale è stata quella disputata contro il Crotone, nella quale ho portato a termine due o tre interventi decisivi. Non so cosa farebbe questa squadra in Primavera 1 TIM, il livello è diverso e quest’anno siamo molto più gruppo ed è un enorme vantaggio. Dobbiamo mantenere la continuità per tutti i 90 minuti, le partite devono essere chiuse subito, bisogna essere più precisi. L’anno scorso al primo errore ci punivano, quest’anno ci possiamo permettere di concedere qualcosa. Contro il Lecce sarà una partita difficile in un campo ostico, ma tutte le trasferte contro queste squadre sono difficili, andremo lì a proporre il nostro gioco e se daremo il 100% porteremo a casa i tre punti. Gli obiettivi rimangono vincere il campionato e subire meno gol possibili”.

Vai al forum