L'AVVERSARIO - Lazio, con il Genoa sfida alle statistiche: a Marassi non  mai facile L'AVVERSARIO - Lazio, con il Genoa sfida alle statistiche: a Marassi non mai facile -> Sfida impegnativa per la Lazio contro il Genoa, soprattutto considerando la situazione (...) ---  
 Lazio, i tifosi perdono la pazienza: Una societ indifendibile   Lazio, i tifosi perdono la pazienza: Una societ indifendibile -> di Daniele Magliocchetti Lincantesimo si sta spezzando. Dentro e fuori. Lultimo risultato col (...) ---  
Serie A TIM | Genoa-Lazio, i convocati biancocelesti Serie A TIM | Genoa-Lazio, i convocati biancocelesti -> www.sslazio.it Il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi ha diramato la lista dei convocati in vista (...) ---  
Lazio, fare di necessit virt: Inzaghi affida la panchina ai giovani Lazio, fare di necessit virt: Inzaghi affida la panchina ai giovani -> Nel momento pi delicato della stagione, in cui le fatiche di tre competizioni si (...) ---  
Lazio, si  fermato Luiz Felipe: ecco i possibili tempi di recupero Lazio, si fermato Luiz Felipe: ecco i possibili tempi di recupero -> Emergenza piena, fioccano infortuni in casa Lazio. La rifinitura di ieri stata choc: (...) ---  
LaziAlmanacco di domenica 17 febbraio 2019 LaziAlmanacco di domenica 17 febbraio 2019 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di domenica 17 febbraio 2019 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
IL PUNTO DEL SABATO | Un altro trionfo per Under 14 ed Under 13 IL PUNTO DEL SABATO | Un altro trionfo per Under 14 ed Under 13 -> Nuove giornate di campionato per il Settore Giovanile della Prima Squadra della Capitale. (...) ---  
Serie A TIM | Genoa-Lazio, i convocati di Prandelli Serie A TIM | Genoa-Lazio, i convocati di Prandelli -> Alla vigilia della sfida con la Lazio, il tecnico del Genoa Cesare Prandelli ha diramato la lista (...) ---  
#AscoliLazio | Post partita, Alia: "Ci è mancata cattiveria, ma dobbiamo subito ripartire" #AscoliLazio | Post partita, Alia: "Ci è mancata cattiveria, ma dobbiamo subito ripartire" -> Al termine del match con lAscoli, il portiere biancoceleste Marco Alia intervenuto ai microfoni (...) ---  
#AscoliLazio | Post partita, mister Bonacina: "Non ci demoralizziamo, ripartiamo dalla prestazione" #AscoliLazio | Post partita, mister Bonacina: "Non ci demoralizziamo, ripartiamo dalla prestazione" -> Al termine del match con lAscoli, il tecnico della Primavera biancoceleste Valter Bonacina (...) ---  
#GenoaLazio | Conferenza stampa, Inzaghi: "Siamo in emergenza, ma la squadra sarà competitiva" #GenoaLazio | Conferenza stampa, Inzaghi: "Siamo in emergenza, ma la squadra sarà competitiva" -> Alla vigilia del match con il Genoa, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi intervenuto in (...) ---  
#GenoaLazio | Conferenza stampa, Prandelli: "Stiamo bene, vogliamo vincere davanti ai nostri tifosi" #GenoaLazio | Conferenza stampa, Prandelli: "Stiamo bene, vogliamo vincere davanti ai nostri tifosi" -> Ad un giorno dal match con la Lazio, il tecnico del Genoa Cesare Prandelli ha presentato la sfida (...) ---  
Lopez: "Genoa primo avversario di una serie importante" Lopez: "Genoa primo avversario di una serie importante" -> Antonio Lopez, ex centrocampista biancoceleste, intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, (...) ---  
Diaconale: "Siamo in un momento importante della stagione, occorre compattezza nell’ambiente" Diaconale: "Siamo in un momento importante della stagione, occorre compattezza nell’ambiente" -> Il Portavoce della S.S. Lazio Arturo Diaconale intervenuto questoggi ai microfoni di Lazio (...) ---  
Buon compleanno Angelo Peruzzi Buon compleanno Angelo Peruzzi -> Il Club Manager Angelo Peruzzi compie oggi 49 anni. Dal Presidente, dalla Societ, dallo staff e (...)

Autore Topic: Lazio, Acerbi si racconta: "Ecco come ho sconfitto il tumore. Non sono invincibile, ma adesso..."  (Letto 20 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 15423
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.LaLazioSiamoNoi.it



                           Nessuno invincibile. Forse quando si giovani, all'apice del successo, pensiamo di esserlo. Tutto sembra andare per il meglio.Ma ecco che di colpo, all'improvviso, tutto cambia. E come cambia? Arriva Lui. Si fa fatica anche a pronunciarlo, a chiamarlo per nome. Ma si combatte, si lotta come un leone. Per ben due volte. Qualcun altro avrebbe mollato sicuramente, non Franceso. Non Acerbi, che come l'evangelista Marco ha fatto del leone il proprio simbolo. Un leone alato: la forza del felino per rialzarsi, le ali dell'aquila per spiccare definitivamente il volo. In una lunga intervista rilasciata al Corriere della Sera, il difensore della Lazio ha riavvolto il nastro del suo passato: l'arrivo al Milan, la poca professionalit nell'ambito lavorativo, il tumore, la chemioterapia e la definitiva rinascita con la maglia della Lazio. Tutto questo a testimonianza di come la forza di volont - nella sport come nella vita - valga eccome:"Sono molto felice di essere un testimonial dellAirc.Al Milan mi sentivo invincibile, libero di fare casini e andare in giro per locali a bere tanto alcool.Anche se poi sul campo andavo lo stesso forte. Il fisico mi ha aiutato e la fortuna stata dalla mia parte. Avevo da poco finito la mia esperienza al Milan,nel 2013: una normale visita di controllo da parte dei medici, hanno trovato un nodulo a un testicolo;sono stato operato immediatamente.Che non fossi un invincibile lavevo capito gi al Milan. Se non fai una vita da atleta a quei livelli si paga il conto".



LAZIO, ACERBI CALCIATORE - "Pu sembrare strano, ma che nella vita volessi fare davvero il calciatore lho capito dopo la malattia. Per molti anni ho dato tutto grazie alle doti che mi ha regalato la natura. Giocavo,ma forse la passione lavevo perduta. Mi ritornata. Mia mamma, la migliore delle madri, mi coccolava eccessivamente, mi faceva andare in bestia. Avevo bisogno di qualcuno che mi invitasse a vedere la tv, a fare la spesa. Insomma, che non mi facesse sentire malato. Mio fratello stato fondamentale.I dottori mi avevano detto che dopo loperazione tutto si sarebbe risolto. Non fu cos. Dopo altri controlli mi dissero che con il tumore non si sa mai, si pu espandere. Meglio fare la chemio. La feci. Ero preoccupato per i miei familiari, non per me stesso.Facevo una vita normale. Corsa, cyclette e divertimento la sera. Ho pensato: cos si sconfigge il male.Ero sicuro di guarire. Adesso prego due volte al giorno: al mattino e alla sera. Per non che sia diventato santo. Di casini ne combino ancora.Ma rispetto a prima ora so chi sono. Distinguo il bene dal male. So di chi posso fidarmi. E ho allontanato le persone che considero negative.