Scuola Calcio 2019-2020 | Iscrizioni prorogate di ventiquattr'ore Scuola Calcio 2019-2020 | Iscrizioni prorogate di ventiquattr'ore -> Le richieste per l’ammissione alla Scuola Calcio S.S. Lazio per la stagione 2019/20 si erano (...) ---  
L'agente di Lazzari apre alla Lazio: 'È una destinazione gradita a Manuel' L'agente di Lazzari apre alla Lazio: 'È una destinazione gradita a Manuel' -> In casa Lazio, Manuel Lazzari resta l'obiettivo numero uno per rinforzare la corsia di (...) ---  
Lazio a un passo da Jony: cifre e dettagli dell'operazione Lazio a un passo da Jony: cifre e dettagli dell'operazione -> Jonathan Rodríguez Menéndez, meglio noto come Jony, è a un passo dalla Lazio. Tare ha (...) ---  
Lotito: 'Il Milan voleva Tare, ma alla Lazio si lavora meglio. Inzaghi, il ciclo non è finito. Milinkovic via se lo vuole' Lotito: 'Il Milan voleva Tare, ma alla Lazio si lavora meglio. Inzaghi, il ciclo non è finito. Milinkovic via se lo vuole' -> "Trattenere sia Tare che Inzaghi? Nessuna fatica. Era naturale che restassero. Sono qui (...) ---  
Calciomercato, l'agente di Lazzari Calciomercato, l'agente di Lazzari -> CALCIOMERCATO LAZIO - Manuel Lazzari resta l'obiettivo numero uno per la corsia di (...) ---  
Calciomercato Lazio, Tare Calciomercato Lazio, Tare -> È concreta la pista che potrebbe portare Pedro Neto e Bruno Jordao al ritorno in (...) ---  
Lazio, ora Inzaghi può sfatare il tabù Sarri: ecco il dato Lazio, ora Inzaghi può sfatare il tabù Sarri: ecco il dato -> Inzaghi e Sarri. Uomini diversi, allenatori concettualmente lontani per esperienze e (...) ---  
LaziAlmanacco di lunedì 17 giugno 2019 LaziAlmanacco di lunedì 17 giugno 2019 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di lunedì 17 giugno 2019 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Romulo, in dubbio il riscatto della Lazio: la situazione Romulo, in dubbio il riscatto della Lazio: la situazione -> Secondo quanto riporta oggi Tuttosport, non è certo il riscatto di Romulo da parte della (...) ---  
Lazio, Immobile risponde alle accuse: il messaggio sui social - FT Lazio, Immobile risponde alle accuse: il messaggio sui social - FT -> Dopo il comunicato diffuso da Paolo Rodella, il suo legale, Immobile risponde in prima (...) ---  
Calciomercato Lazio, Neto e Jordao per fare cassa: così si arriva a Petagna Calciomercato Lazio, Neto e Jordao per fare cassa: così si arriva a Petagna -> CALCIOMERCATO LAZIO, NETO E JORDAO PER PETAGNA - Ha preso piede nelle ultime ore, ma la (...) ---  
Lazio, il tempo passa: scatta l'operazione ringiovanimento Lazio, il tempo passa: scatta l'operazione ringiovanimento -> Sarà un mercato volto a rinforzare la rosa, con un occhio di riguardo alla carta (...) ---  
Calciomercato Lazio, Fassnacht in corsa per la fascia destra: le alternative Calciomercato Lazio, Fassnacht in corsa per la fascia destra: le alternative -> La Lazio vuole correre sulle ali, questa sessione di calciomercato servirà a renderlo (...) ---  
Lotito, dalla Salernitana ad Alitalia: il patron instancabile si racconta Lotito, dalla Salernitana ad Alitalia: il patron instancabile si racconta -> Infaticabile, instancabile. Claudio Lotito non dorme mai - “massimo 3 ore a notte” - e (...)

Autore Topic: Coppa Italia, Inter-Lazio 4-5 dcr: Icardi replica a Immobile, dal dischetto sbaglia Nainggolan  (Letto 62 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 17215
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.corrieredellosport.it


La squadra di Simone Inzaghi (espulso per proteste) domina ma non sfonda nei tempi regolamentari, poi passa al 108' prima di essere ripresa al 125' da un penalty del capitano nerazzurro. La festa arriva però dagli undici metri: ai quarti la doppia sfida col Milan

Buona la terza per la Lazio, che dopo la sconfitta di Napoli e quella imerritata con la Juventus all'Olimpico in campionato risorge in Coppa Italia dove supera l'Inter a San Siro e vola in semifinale. Una vittoria soffertissima per i biancocelesti, che anche al 'Mezza' dominano per 70' senza però riuscire a segnare e trovano il vantaggio ai supplementari con Immobile nel momento di maggior sofferenza. Pare fatta e invece Icardi al 122' fa 1-1 dal dischetto (penalty assegnato con il Var per un contatto tra Milinkovic-Savic e D'Ambrosio), ma ai rigori i biancocelesti sono più freddi e fanno festa grazie all'errore decisivo dellex romanista Nainggolan. Altra amarezza invece con Spalletti, su cui si allunga sempre di più di Antonio Conte avvistato nella mattinata prima del match a Milano nei pressi della sede dell'Inter.
LE SCELTE - Spalletti deve fare a meno di De Vrij e Keita ma schiera l'altro ex laziale Candreva titolare come ala sinistra del 4-3-3 al posto di Perisic, turbato dalle voci di cessione e inizialmente in panchina come Nainggolan mentre poco prima del match dà forfait Borja Valero sostituito da Joao Mario in una mediana completata da Brozovic in regia e Gagliardini come interno destro. In attacco c'è poi Politano alla destra di capitan Icardi mentre davanti ad Handanovic sono D'Ambrosio i terzini e Skriniar-Miranda la coppia centrale. Sull'altro fronte sono diverse le assenze per Inzaghi, orfano dello squalificato Cataldi e degli indisponibili Luiz Felipe, Patric, Basta e Lukaku. Il tecnico conferma così il 3-5-2 ultraoffensivo visto all'opera nel match perso immeritatamente in campiopnato con la Juventus, con due novità: in difesa torna Acerbi che all'Olimpico era squalificato come Marusic: il centrale azzurro viene schierato tra Wallace e Radu in difesa davanti a Strakosha, l'esterno rileva Parolo sulla corsia destra mentre Lucas Leiva è chiamato a coprire le spalle ai 'magnifici quattro' Milinkovic-Savic, Luis Alberto, Correa e Immobile.SOLO LAZIO - È la Lazio a prendere il comando delle operazioni in avvio di gara, con l'Inter che sembra invece frenata dopo il ko sul campo del Torino nell'ultimo turno di campionato e rischia al 12' quando Skriniar stende Correa al limite dell'area: punizione affidata al destro a giro di Luis Alberto che calcia però sulla barriera. I nerazzurri tentano un break al quarto d'ora con Brozovic che calcia però in curva ma tornano poi a subire le iniziative dei biancocelesti: prima è Immobile (in fuorigioco) a sbagliare la conclusione a tu per tu con Handanovic, poi Luis Alberto calcia debole e centrale (28') su servizio di Correa che ci prova allora da solo di testa ma viene murato da Skriniar con Handanovic che fa buona guardia sul successivo tap-in di Immobile (32') mentre Milinkovic-Savic sovrasta Miranda un minuto dopo ma di testa non inquadra la porta. Prima dell'intervallo c'è tempo per un giallo a Gagliardini (entrata dura su Milinkovic-Savic a centrocampo) e poi si chiude sullo 0-0 un primo tempo quasi tutto di marca laziale, mentre l'Inter recrimina solo per un contatto in area tra Acerbi e Skriniar sugli sviluppi di un corner (vane le proteste del centrale nerazzurro).DENTRO VECINO - Al rientro in campo arriva subito la prima mossa di Spalletti, che lascia negli spogliatoi il già ammonito Gagliardini per gettare nella mischia Vecino. Il copione non sembra però cambiare e - dopo un tiro di Joao Mario respinto con il corpo da Acerbi (altre proteste dei nerazzurri che chiedevano un tocco con il braccio) la prima grande chance è per la Lazio: al 50' Correa lancia sulla corsa Immobile che però si allunga troppo il pallone e viene poi bloccato in uscita da Handanovic. Il portiere dell'Inter si rifugia poi in corner al 52' su un velenoso destro a giro di Luis Alberto e sugli sviluppi dell'angolo si ripete subito sulla botta dal limite di Lulic (ma c'era Acerbi in fuorigioco a 'disturbare' il portiere di casa e la rete sarebbe stata annullata dal Var). Momenti di ensione al 56': scontro aereo e gomitata di Miranda a Correa, che poi protesta e viene steso di nuovo con uno schiaffo dal difensore brasiliano graziato però dal fischietto palermitano Abisso. La Lazio non si ferma e arriva di nuovo alla conclusione al 58', ma il piattone di Milinkovic-Savic è troppo centrale per impensierire seriamente Handanovic.  È un match a senso unico ma al 61' è l'Inter che rischia di passare: tiro di Joao Mario respinto da Strakosha e incredibile errore di Candreva che a porta vuota manca lo specchio così come fa anche quattro minuti dopo dal limite.  PORTIERI SUPER - Al 68' finisce sulla lista dei cattivi anche Wallace (fallo tattico su Joao Mario) che viene immediatamente sostituito da Bastos, ma al 72' viene ammonito anche Radu (contatto falloso su Candreva). Ora La Lazio pare meno brillante e rischia di nuovo: punizione calciata dalla sinistra da Politano e stacco solitario di Vecino, che in torsione sfiora la traversa di testa. Simone Inzaghi cerca di ridare alla sua squadra nuova energia e richiama Lulic che lascia la fascia da capitano a Immobile e il posto a Durmisi (80'), Spalletti replica con Lautaro Martinez al posto di Joao Mario per passare al 4-3-1-2 con Politano dietro al 'Toro' e a Icardi e Candreva che arretra nel ruolo di mezzala. Nel finale giallo per Marusic (all'86' per perdita di tempo) e Milinkovic-Savic (fallo su Asamoah all'87') e ultimo cambio biancoceleste: fuori Correa e dentro Caicedo a cui Immobile serve subito un match ball in ripartenza, ma l'ecuadoregno a tu per tu con Handanovic si fa ipnotizzare dallo sloveno che è miracoloso un minuto dopo sull'attaccante azzurro come miracolos al 94' è Strakosha su Politano (alto poi il tap-in di Lautaro Martinez).  PAZZI SUPPLEMENTARI - Si va ai supplementati, ma senza Simone Inzaghi espulso per proteste dopo un tackle (pulito) di Miranda su Caicedo. C'è invece Icardi, grande assente fino a questo momento, che al 93' impegna Strakosha mentre è decisamente più semplice un minuto dopo la parata di Handanovic sul sinistro debole e centrale di Caicedo. Il capitano nerazzurro chiede poi un rigore per un contatto con Milinkovic-Savic ma dal Var fanno proseguire. Al 100' ultimo cambio biancoceleste, con Parolo che rileva Luis Alberto mentre dopo il cambio di campo Spalletti inserisce Nainggolan per Candreva e richiama Politano per regalare l'esordio al nuovo acquisto Cédric Soares ma nel momento di maggiore difficoltà - al 108' - la Lazio passa: Parolo cattura una palla di testa e la consegna a Immobile, doppio scambio con Caicedo e destro letale di 'Ciro il Grande' che supera Handanovic e festeggia togliendosi la maglia rimediando il giallo (poco dopo ammonito anche Brozovic). Spalletti è furioso e ordina l'assalto ai suoi che al 116' rischiamop però di restare in dieci: entrataccia di Asamoah su Milinkovic-Savic e Abisso, che è a un metro, sventola il rosso in faccia al ghanese prima di ripensarci e trasformarlo in giallo su consiglio del Var .La gara sembra finita ma al 122' un nuovo colpo di scena: contatto ali limite dell'area tra Milinkovic-Savic e D'Ambrosio, l'arbitro concede prima la punizione e poi - ancora su segnalazione del Var - assegna il rigore che Icardi trasforma quando ormai è il 125' portando la sfida ai rigori senza Radu (secondo giallo per proteste e rosso).AI RIGORI SBAGLIA IL 'NINJA' - La sfida si decide dal dischetto: Brozovic gol; Immobile gol; Lautaro Martinez sbagliato (parata di Strakosha); Durmisi sbagliato (parata di Handanovic); Icardi gol; Parolo gol; Cédric Soares gol; Acerbi gol; Nainggolan sbagliato (parata di Strakosha); Lucas Leiva gol. La Lazio vola ai quarti dove sfiderà il Milan in un doppio confronto.

Vai al forum