Calciomercato Lazio, tra intrecci e trattative: il meglio della giornata Calciomercato Lazio, tra intrecci e trattative: il meglio della giornata -> CALCIOMERCATO LAZIO - La Lazio continua a faticare ad Auronzo di Cadore, ma il (...) ---  
Lazio, lo stop di Vavro con la Triestina: le sue condizioni  Lazio, lo stop di Vavro con la Triestina: le sue condizioni -> Soltanto un affaticamento. E quindi un sospiro di sollievo: nulla di grave per Denis (...) ---  
Canigiani: "Martedì la presentazione della seconda maglia" Canigiani: "Martedì la presentazione della seconda maglia" -> Marco Canigiani, responsabile del marketing biancoceleste, è intervenuto quest'oggi ai microfoni (...) ---  
Lazio, cinque gol alla Triestina: Immobile e Caicedo già in palla  Lazio, cinque gol alla Triestina: Immobile e Caicedo già in palla -> Finisce 5-2 il test con la Triestina: a segno il bomber, Correa su rigore, il serbo e doppietta (...) ---  
#Auronzo2019 | Parolo: "Abbiamo acquisito consapevolezza, dobbiamo andare avanti così" #Auronzo2019 | Parolo: "Abbiamo acquisito consapevolezza, dobbiamo andare avanti così" -> Al termine dell'incontro, il centrocampista biancoceleste Marco Parolo è intervenuto ai microfoni (...) ---  
Calciomercato Lazio, in Turchia: "Ecco l'offerta per Durmisi" Calciomercato Lazio, in Turchia: "Ecco l'offerta per Durmisi" -> Per il calciomercato della Lazio è il momento della riflessione prima del rush finale. Da (...) ---  
#Auronzo2019 | Zappalà: "Veder esordire Guerrieri in Serie A è stata una soddisfazione unica" #Auronzo2019 | Zappalà: "Veder esordire Guerrieri in Serie A è stata una soddisfazione unica" -> Al termine dell’allenamento mattutino, il preparatore dei portieri biancocelesti Gianluca Zappalà (...) ---  
Lazio, dalla Spagna: il Malaga pretende 12 milioni da Jony Lazio, dalla Spagna: il Malaga pretende 12 milioni da Jony -> Un trasferimento che rischia di diventare unatelenovela, quello diJony.L'esterno sta (...) ---  
Lazio, è Szoboszlai il nuovo Milinkovic? E' sfida alla Juve Lazio, è Szoboszlai il nuovo Milinkovic? E' sfida alla Juve -> Claudio Lotito ha aperto a più riprese all'addio di Sergej Milinkovic-Savic nei giorni (...) ---  
#TrainingSession | Seduta tattica per i biancocelesti #TrainingSession | Seduta tattica per i biancocelesti -> Allenamento mattutino per la Prima Squadra della Capitale che, quest’oggi, si è ritrovata presso (...) ---  
RITIRO LAZIO, GIORNO 9 - Terminata seduta mattutina: prove tattiche in vista della Triestina RITIRO LAZIO, GIORNO 9 - Terminata seduta mattutina: prove tattiche in vista della Triestina -> ORE 10:54, FINE SEDUTA MATTUTINA - Allenamento finito per questa mattina: i giocatori (...) ---  
#Auronzo2019 | Segui Lazio-Triestina su Lazio Style Channel #Auronzo2019 | Segui Lazio-Triestina su Lazio Style Channel -> Un altro appuntamento ad Auronzo di Cadore. La Prima Squadra della Capitale oggi sarà alle prese (...) ---  
#TrainingSession | Domani la terza amichevole del ritiro #TrainingSession | Domani la terza amichevole del ritiro -> Ottavo giorno del ritiro di Auronzo di Cadore in archivio. Anche la giornata di domani sarà ricca (...) ---  
Italia Under 19, addio sogno europeo. Armini: “Fiero di questo gruppo”  Italia Under 19, addio sogno europeo. Armini: “Fiero di questo gruppo” -> La Spagna, sempre lei. Dopo l'eliminazione dall'Europeo Under 21 per mano degli (...) ---  
Lazio, oggi la prima amichevole di livello: ad Auronzo arriva la Triestina Lazio, oggi la prima amichevole di livello: ad Auronzo arriva la Triestina -> Trenta gol, cifra tonda. Ma anche poco affidabile. Le prime due – canoniche – amichevoli (...)

Autore Topic: Derby Lazio-Roma 3-0: Caicedo, Immobile e Cataldi, che show!  (Letto 45 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 17689
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
Derby Lazio-Roma 3-0: Caicedo, Immobile e Cataldi, che show!
« : Domenica 3 Marzo 2019, 00:00:33 »
www.corrieredellosport.it


La squadra di Inzaghi domina all'Olimpico e vince con merito la stracittadina. Giallorossi a tratti inguardabili, rosso nel finale a Kolarov. Adesso è bagarre in zona Champions

ROMA - Delirio Lazio. Caicedo, Immobile e Cataldi rilanciano alla grande le ambizioni di Champions biancocelesti e regalano ad Inzaghi il derby, sei anni dopo l'ultimo successo 'casalingo'. Il 3-0 finale dell'Olimpico è meritato, anzi sta stretto ai biancocelesti che, agevolati nel loro lavoro da una Roma brutta e svagata, potevano chiudere la partita con un risultato ancora più rotondo. Fa festa il popolo laziale che ha potuto ammirare una squadra determinata, concentrata, aggressiva. La Lazio ha voluto più della Roma questo successo che nessuno può mettere in discussione.
A tradire Di Francesco è stato l'atteggiamento del collettivo: troppo intimorito, a tratti addirittura irritante, soprattutto nel primo tempo. L'attacco - così prolifico in questa stagione - stavolta ha fatto cilecca dimostrandosi privo di idee e guidato da uno Dzeko inspiegabilmente nervoso e impreciso. Con questo successo la Lazio torna di prepotenza in zona Champions, accorciando sulla Roma (distante tre punti) e sull'Inter (a sei lunghezze) con una partita in meno. Per i giallorossi invece arriva un brusco stop dopo quattro vittorie di fila. Un pessimo segnale in vista della difficile trasferta contro il Porto in Champions fra quattro giorni. 

            LE SCELTE - Di Francesco deve rinunciare a Manolas ad un'ora dal fischio d'inizio per un problema intestinale. Al suo posto Juan Jesus vince il ballottaggio con Marcano. Dall'altra parte Inzaghi rinuncia inizialmente Immobile affidando le chiavi dell'attacco alla coppia Correa-CaicedoPRIMO TEMPO - L'inizio della Lazio è straordinario. La squadra di Inzaghi chiude subito la Roma nella propria trequarti e la schiaccia con un pressing asfissiante e una intensità nettamente superiore a quella degli avversari. L'assenza di Manolas nella difesa giallorossa si sente fin dai primi minuti. Juan Jesus è arrugginito e non riesce a dare sicurezza ad un reparto che scricchiola in continuazione contro la velocità dei padroni di casa. Passano due minuti ed è subito Correa dal limite a sfiorare il vantaggio. Un giro d'orologio ancora e Caicedo mette i brividi alla male assortita retroguardia giallorossa con un'incursione sventata in scivolata da Florenzi. La Roma è svagata e distratta: Juan Jesus rimedia un giallo dopo appena sei minuti di gioco. Una sanzione che ne condizionerà la prestazione. L'unico a regalare un minimo di dinamismo nella fase offensiva giallorossa è Zaniolo che però non riesce mai a pungere dalle parti di Strakosha. Il meritato vantaggio biancoceleste arriva al 12' grazie alla colpevole complicità di Fazio e Juan Jesus. Correa sfrutta una rimessa laterale per aggirare Fazio e servire in profondità Caicedo: l'attaccante laziale si prende gioco del difensore brasiliano e, dopo aver superato Olsen, infila a porta vuota il meritato 1-0 dei padroni di casa. L'Olimpico si accende d'entusiasmo e taglia ancora di più le gambe agli uomini di Di Francesco che continuano a mostrare un atteggiamento non all'altezza della partita. Milinkovic-Savic e compagni sono decisamente più reattivi e giocano con maggiore intensità rispetto agli avversari. Sulla sinistra Lulic fa ciò che vuole e mette in area romanista palloni sempre insidiosi che Fazio e Florenzi respingono a fatica. La Roma tira fuori la testa solo nell'ultimo quarto d'ora del primo tempo ma non punge a dovere e riesce solo a costruire un'azione degna di nota con un rasoterra di Dzeko dal limite al 23' che Strakosha riesce a deviare senza troppa difficoltà. SECONDO TEMPO - Nella ripresa lo spartito cambia. La Lazio aspetta gli avversari, pronta a pungere in contropiede. La Roma invece prova a crederci cambiando atteggiamento. El Shaarawy e Pellegrini sprecano due buone occasioni mentre la retroguardia giallorossa regala un altro brivido ai propri tifosi con Fazio che, su un lancio di Milinkovic-Savic, ostacola l'uscita di Olsen rischiando la frittata. Di Francesco corre ai ripari e dopo un'ora di gioco toglie prima l'acciaccato Zaniolo e poi De Rossi per Perotti e il redivivo Pastore. Inzaghi risponde con Immobile al posto di Caicedo. Al 67' Florenzi prova una conclusione dai 30 metri ma Strakosha gli nega l'eurogol salvando da campione. Due minuti dopo arriva l'occasione più clamorosa della partita romanista con Pellegrini e Pastore che si ostacolano a pochi passi dalla porta calciando a lato un pallone favorevolissimo. Proprio nel momento migliore per gli ospiti arriva l'episodio che decide la sfida: Immobile lancia in contropiede Correa che brucia in velocità Fazio. All'argentino non resta che stendere in area l'attaccante argentino. Per Mazzoleni non ci sono dubbi: è rigore. Dal dischetto Immobile non perdona e al 74' la Lazio vola sul 2-0. La partita della Roma, di fatto, finisce qui. La Lazio è padrona del campo e nel finale trova anche il tris con Cataldi che segna dal limite e corre sotto la Nord a festeggiare con i propri tifosi. Prima del fischio finale c'è ancora il tempo per vedere il rosso a Kolarov (doppia ammonizione) e un cartellino giallo pesante a Dzeko che, diffidato, salterà la sfida contro l'Empoli. La Lazio vince in modo meritato. Per la Roma suona un pericoloso campanello d'allarme: per Di Francesco sarà fondamentale non sbagliare anche in Champions League. 

Vai al forum