Nota del Presidente Nota del Presidente -> Dichiarazione del Dott. Claudio Lotito: “Prendo atto delle decisioni assunte dalgoverno in merito (...) ---  
#TrainingSession | Possesso palla e partitella per i biancocelesti #TrainingSession | Possesso palla e partitella per i biancocelesti -> Seconda seduta d’allenamento di giornata per la Prima Squadra della Capitale che, questo (...) ---  
Laziomania: Cosa significa DAVVERO il reintegro di Radu per i laziali Laziomania: Cosa significa DAVVERO il reintegro di Radu per i laziali -> Quando ho visto Stefan Radu fare le visite mediche, quando ho visto Radu in conferenza (...) ---  
#Auronzo2019 | Il Direttore De Martino: "Le ricostruzioni su Radu non corrispondono alla realtà" #Auronzo2019 | Il Direttore De Martino: "Le ricostruzioni su Radu non corrispondono alla realtà" -> A margine dell’intervento in conferenza stampa di Stefan Radu, il direttore della comunicazione (...) ---  
#Auronzo2019 | Conferenza stampa, Radu: "Qui per chiedere scusa, ripagherò la fiducia del Club" #Auronzo2019 | Conferenza stampa, Radu: "Qui per chiedere scusa, ripagherò la fiducia del Club" -> Prima del terzo allenamento pomeridiano sotto le Tre Cime di Lavaredo, il difensore biancoceleste (...) ---  
Lazio, Radu è ad Auronzo:  Lazio, Radu è ad Auronzo: "Chiedo scusa, bello tornare a casa" -> Il veterano dello spogliatoio biancoceleste ha risolto i problemi con la società ed è arrivato in (...) ---  
Lazio, Radu arriva ad Auronzo Lazio, Radu arriva ad Auronzo -> Sembravano pronti a dirsi addio, la Lazio e Stefan Radu. Invece, dopo giorni in cui (...) ---  
Lazio, parla Peruzzi Lazio, parla Peruzzi -> È sempre più al centro del progetto biancoceleste, Angelo Peruzzi. Il Club Manager ha (...) ---  
Lazio, goleada nel test con l'Auronzo: triplette di Correa e Luis Alberto Lazio, goleada nel test con l'Auronzo: triplette di Correa e Luis Alberto -> Finisce 18-0 la prima uscita della squadra di Inzaghi, in campo anche i nuovi Vavro e Lazzari (...) ---  
Lazio, mistero Durmisi: non convocato per il ritiro, cessione molto vicina Lazio, mistero Durmisi: non convocato per il ritiro, cessione molto vicina -> Mistero Riza Durmisi in casa Lazio. Il danese non si è presentato alle visite mediche e (...) ---  
#Auronzo2019 | Marusic: "Spero di tornare presto in gruppo per continuare a dare il massimo" #Auronzo2019 | Marusic: "Spero di tornare presto in gruppo per continuare a dare il massimo" -> Al termine della seduta d'allenamento mattutina, l'esterno biancoceleste Adam Marusic è (...) ---  
#TrainingSession | Biancocelesti impegnati tra palestra e campo #TrainingSession | Biancocelesti impegnati tra palestra e campo -> Questa mattina la Prima Squadra della Capitale si è ritrovata allo Stadio Zandegiacomo alle 9:30. (...) ---  
Continuano le iscrizioni per la Scuola Calcio femminile 2019-2020 Continuano le iscrizioni per la Scuola Calcio femminile 2019-2020 -> Grande novità! Aperte le iscrizioni anche alle ragazze nate nel 2006! Sei nata tra il 2006 e il (...) ---  
Lazio, Radu mette nel mirino Favalli e i record: i numeri Lazio, Radu mette nel mirino Favalli e i record: i numeri -> LAZIO - Stefan Radu è pronto per la sua dodicesima stagione alla Lazio. Risolti i (...) ---  
Lazio, UFFICIALE: reintegrato Radu, visite mediche VIDEO Lazio, UFFICIALE: reintegrato Radu, visite mediche VIDEO -> Marcia indietro. La Lazio ha deciso di reintegrare in rosa Stefan Radu, che sta già (...)

Autore Topic: Milinkovic, testata all'Inter La Lazio sbanca San Siro  (Letto 51 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 17600
  • Karma: +7/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
Milinkovic, testata all'Inter La Lazio sbanca San Siro
« : Lunedì 1 Aprile 2019, 00:00:28 »
www.gazzetta.it



La rete del serbo al 12' rilancia i biancocelesti a ridosso delle milanesi. Icardi e Wanda osservano il match dalla tribuna e i nerazzurri chiudono con zero punte


 Per ora hanno distrutto il morale, di San Siro. Il pubblico interista esce dallo stadio con un misto di rabbia e delusione, che non si trasforma in asia solo perché le rivali per la corsa Champions frenano tutte. Tutte tranne la Lazio, che festeggia ampiamente: questa vittoria la riporta in corsa per il terzo/quarto posto, oltre a segnare una inversione di tendenza in un campionato che l’aveva vista vincere solo il derby, dei match contro le big. L’Inter affonda colpita da una testa di Milinkovic (1-0) e in parte condizionata dai propri fantasmi, compreso quello che siede in carne ed ossa nelle prime file, Mauro Icardi. Una partita senza reti segnate non può che alimentare i rimpianti per il capocannoniere uscente, ancora spettatore. Non si può esaurire lì, l’analisi di un k.o. che cancella i benefici effetti del derby, ma da lì si rischia di partire. Lo fa il pubblico di San Siro, che non risparmia fischi a squadra e allenatore.

IL GOL  —

La partita può prendere una direzione dopo 8’ di una discreta partenza nerazzurra, quando su corner Strakosha ribatte sui piedi di Skriniar: porta spalancata , ma palla alta. Così si imbocca l’altro bivio al 13’: D’Ambrosio lascia tempo per pensare e preparare la giocata a Luis Alberto, il suo cross sul secondo palo è perfetto e trova la testa di Milinkovic Savic: ospiti in vantaggio. Per il serbo è un gol pesante, forse il segno di una risalita, per l’Inter è una sentenza a cui non avrà la forza e la lucidità di ribellarsi, nemmeno nel forcing del secondo tempo.

SCELTE  —

Senza Lautaro, Icardi e De Vrij, con Nainggolan dall’autonomia ridotta (entrerà al 73’), le scelte di Spalletti sono limitate. Quella meno scontata è l’abbandono del 4-2-3-1 del derby per il ritorno al 4-3-3, con Borja per Gagliardini e Vecino di nuovo interno di centrocampo. Lo spagnolo soffrirà la fisicità di Milinkovic e Leiva, l’uruguaiano si presenterà raramente in area avversaria. L’Inter soffre il palleggio degli avversari finché c’è Correa, soffre sempre un ispirato Luis Alberto, viene graziata più volte dalla poca cattiveria degli attaccanti biancocelesti in contropiede (Immobile non in grande serata). Handanovic è decisivo nelle solite 4-5 parate, che probabilmente bastano per cancellare i dubbi sulle sue responsabilità sul gol, quando non accenna l’uscita.

RISORSE  —

Nella ripresa i nerazzurri creano di più, fanno paura a Strakosha con un paio di tiri di Politano, ma la Lazo si trasforma da formazione di palleggio a collettivo di ordine e lotta. Keita centravanti è un leone in gabbia che ruggisce solo quando riesce a girarsi verso la porta (un paio di volte), Perisic è attivo ma impreciso, dalla panchina, oltre al Ninja in rodaggio, arrivano Candreva e Joao Mario: non granché. Meglio sull’altro fronte Parolo, che dà equilibrio, e Caicedo, che si prende il lusso di saltare uno Skriniar sottotono e crea più di un pericolo. Inzaghi ha risorse, la sua Lazio ha birra e sembra in crescita per il finale di campionato. Inter e Milan sono avvertite.

Vai al forum