LaziAlmanacco di martedì 24 maggio 2022 LaziAlmanacco di martedì 24 maggio 2022 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di martedì 24 maggio 2022 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
 Immobile capocannoniere per quattro volte: è il primo italiano a farlo   Immobile capocannoniere per quattro volte: è il primo italiano a farlo -> di Stefano Cieri L'attaccante, che ha polverizzato i record di gol nella Lazio, corona la (...) ---  
LaziAlmanacco di lunedì 23 maggio 2022 LaziAlmanacco di lunedì 23 maggio 2022 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di lunedì 23 maggio 2022 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Lazio, offese razziste allo steward: la condanna di Di Maio e della società Lazio, offese razziste allo steward: la condanna di Di Maio e della società -> di Daniele Rindone Gli insulti sono partiti da un tifoso della Curva Nord: l’addetto alla (...) ---  
Lazio, Sarri-Lotito patto per il futuro: dal rinnovo al mercato, tutti i dettagli Lazio, Sarri-Lotito patto per il futuro: dal rinnovo al mercato, tutti i dettagli -> di Marco Valerio Bava La rivoluzione è in atto, si parte con il nuovo ciclo che avrà Maurizio (...) ---  
Superligaen, il Copenaghen di Vavro si laurea campione di Danimarca - FOTO  Superligaen, il Copenaghen di Vavro si laurea campione di Danimarca - FOTO -> Denis Vavroe il suo Copenaghen sono campionidi Danimarca. Il difensore, arrivato a gennaio in (...) ---  
Liga, il Maiorca batte l'Osasuna e si salva: Muriqi ancora protagonista  Liga, il Maiorca batte l'Osasuna e si salva: Muriqi ancora protagonista -> Il Maiorca di Vedat Muriqi è ufficialmente salvo. La squadra allenata da Javier Aguirre ha (...) ---  
Roma - Lazio, Under 16: incredibile svista arbitrale beffa i biancocelesti - VIDEO  Roma - Lazio, Under 16: incredibile svista arbitrale beffa i biancocelesti - VIDEO -> Non c'è Var, tanto meno la goal line technology nel campionato Allievi Nazionali Under 16. Se ci (...) ---  
Comunicato 22.05.2022 Comunicato 22.05.2022 -> Sui cori razzisti e gli slogan antisemiti come quelli riportati in queste ore su alcuni siti e (...) ---  
Lazio, rivoluzione o restyling? Senza Milinkovic e Luis Alberto sarà anno 0 Lazio, rivoluzione o restyling? Senza Milinkovic e Luis Alberto sarà anno 0 -> di Stefano Cieri Leiva, Luiz Felipe e Strakosha sono partenti sicuri, ma non saranno gli unici. Il (...) ---  
Laziomania: gli addii veri, presunti, i protagonisti, le comparse, Milinkovic Laziomania: gli addii veri, presunti, i protagonisti, le comparse, Milinkovic -> di Luca Capriotti Difficile raccogliere tutto quello che questa stagione ha dato alla Lazio, ai (...) ---  
Lazio, terzo anno di fila sopra la Roma: non era mai successo nell’era Lotito  Lazio, terzo anno di fila sopra la Roma: non era mai successo nell’era Lotito -> La Lazio ha chiuso al quinto posto in classifica a quota 64 punti, 1 in più della Roma arrivata (...) ---  
Il sorpasso di Sarri, l'impresa di Italiano Il sorpasso di Sarri, l'impresa di Italiano -> di Alberto Dalla Palma Firenze torna in Europa dopo sei anni e celebra il rientro nella Coppe in (...) ---  
LaziAlmanacco di domenica 22 maggio 2022 LaziAlmanacco di domenica 22 maggio 2022 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di domenica 22 maggio 2022 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Leiva, la lettera agli  Leiva, la lettera agli "amici laziali": "Compagni, tifosi, Sarri e Inzaghi. Vi ringrazio..." - FOTO -> Dopo esser intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, Lucas Leiva ha condiviso su Instagram (...)

Autore Topic: Laziomania: sotto gli scudi di Marsiglia brilla la leggenda di Ciro Immobile  (Letto 75 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 28190
  • Karma: +10/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.calciomercato.com



di Luca Capriotti

Sotto scudi di Marsiglia brilla la luce di Immobile. Letteralmente sotto gli scudi. Sotto gli scudi delle forze dell'ordine, che proteggono i calci d'angolo di Luis Alberto dal lancio di oggetti, in un clima infernale. Pensate: nemmeno c'erano gli ultras Lazio, fascisti e violenti e quindi banditi dall'intera Francia. O forse erano mimetizzati tra i tifosi a lanciare oggetti a Luis Alberto. C'è da dire che a pensar male (degli altri) si fa peccato, ma ancora più spesso ti si ritorce contro. L'immagine degli scudi farà il giro del mondo, così come l'eminente cavolata detta e fatta contro i tifosi della Lazio, dettata da ignorante generalizzazione, sciocca faciloneria poi riversata in campo, anzi sugli scudi dei poliziotti marsigliesi. Per fortuna questa notte passa alla Storia per altro, per fortuna esiste Ciro Immobile. 

LEGGENDA IMMOBILE - L'ho detto varie volte, ma stiamo vivendo l'era di uno dei più grandi attaccanti italiani di sempre. Criticato, messo in mezzo, citato a sproposito e minimizzato: Ciro Immobile ha superato Silvio Piola ed è diventato l'attaccante biancoceleste che ha segnato di più nella storia. L'attaccante più prolifico di sempre. Di sempre. Non di oggi, di un mese, di un anno, di un decennio. Non c'è nessuno più come lui nella storia della Lazio. Davanti a lui non c'è più nessuno. E Ciro Immobile scrive questa immensa e colossale pagina di leggenda in una partita pazzesca per sacrificio, voglia, costanza, resistenza, abnegazione. Fa tutto quello che i tifosi vorrebbero vedere da un giocatore: corre all'inverosimile, non si risparmia mai, la maglietta si può strizzare, fino all'ultimo in perenne pressione, sacrificio. E poi segna, segna, alla prima buca di Saliba la butta dentro semplicemente con un movimento perfetto del corpo, oliato in tanti gol a ripetizioni lungo gli anni, una storia costruita con mattoni di sudore e sacrificio. Una storia tra tante che diventa la Storia, quella grossa, quella dei grandi uomini, dei grandi bomber, dei più grandi tutti. Ci chiederanno di lui, tra qualche anno, ci chiederanno come è stato vivere nell'era di Ciro Immobile.

UN ALTRO PASSO AVANTI - La partita di Marsiglia è un altro piccolo passo avanti per questo gruppo nel percorso con Sarri. La bella notizia di questi giorni, prima della leggenda, riguardava proprio il mister: che segnale forte, fortissimo quello di prolungargli il contratto, di questo nuovo incontro tra le parti. Un segnale formidabile, il sigillo di un feeling che qualche difficoltà non ha scalfito, anzi, ha addirittura aumentato, reso più forte. La tifoseria è tutta dalla sua parte, la squadra si applica e si cominciano a vedere i risultati.

A Marsiglia va in onda una partita totalmente diversa rispetto all'andata. In casa la squadra di Sampaoli va più forte, con più tecnica, il pareggio col Psg è la dimostrazione che il ritmo è molto diverso. La Lazio fa una gara di sacrificio, applicazione, attenzione. L'episodio del rigore - probabilmente c'era, con Acerbi che quest'anno temo sia in letargo da qualche parte sugli Appennini, forse tra Montereale e Pizzoli - non scoraggia, la Lazio non si disunisce. In uno stadio bollente e rigurgitante oggetti, la Lazio pesca il pareggio con tenacia, vola sull'esperienza pratica e raffinata di Pedro, si appoggia su Immobile. Un po' in ombra Felipe Anderson - un po' in debito di ossigeno - ma segna. E poi Immobile. Alla prima fa il gol della leggenda.

COSA MANCA - Cosa manca per i 3 punti, che sarebbero stati decisivi? Un po' di furbizia, come contro l'Atalanta. In certi frangenti serve un po' di malizia, non andare nel panico, gestire, non far saltare nervi e schemi. Entrano male Akpa Akpro ma soprattutto Milinkovic Savic, che sbaglia troppo, davvero troppo per la sua caratura. Atteggiamento deficitario il suo, ed è un peccato: alla lunga il Marsiglia pareggia, potrebbe pure vincerla con il tiro assurdo di Payet (giocatore per cui stravedo di più, nonostante i capelli), ma anche qui. Manca un po' di malizia, la Lazio con un contropiede sfruttato bene poteva addirittura ripassare in vantaggio. La notte del Velodrome è andata, c'è ancora da fare. Gli scudi possono proteggerci dalle piogge di stupidità, ma non possono oscurare la luce che arriva da quel gol di Ciro Immobile, che gli spalanca la leggenda davanti.

Vai al forum