LaziAlmanacco di martedì 24 maggio 2022 LaziAlmanacco di martedì 24 maggio 2022 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di martedì 24 maggio 2022 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
 Immobile capocannoniere per quattro volte: è il primo italiano a farlo   Immobile capocannoniere per quattro volte: è il primo italiano a farlo -> di Stefano Cieri L'attaccante, che ha polverizzato i record di gol nella Lazio, corona la (...) ---  
LaziAlmanacco di lunedì 23 maggio 2022 LaziAlmanacco di lunedì 23 maggio 2022 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di lunedì 23 maggio 2022 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Lazio, offese razziste allo steward: la condanna di Di Maio e della società Lazio, offese razziste allo steward: la condanna di Di Maio e della società -> di Daniele Rindone Gli insulti sono partiti da un tifoso della Curva Nord: l’addetto alla (...) ---  
Lazio, Sarri-Lotito patto per il futuro: dal rinnovo al mercato, tutti i dettagli Lazio, Sarri-Lotito patto per il futuro: dal rinnovo al mercato, tutti i dettagli -> di Marco Valerio Bava La rivoluzione è in atto, si parte con il nuovo ciclo che avrà Maurizio (...) ---  
Superligaen, il Copenaghen di Vavro si laurea campione di Danimarca - FOTO  Superligaen, il Copenaghen di Vavro si laurea campione di Danimarca - FOTO -> Denis Vavroe il suo Copenaghen sono campionidi Danimarca. Il difensore, arrivato a gennaio in (...) ---  
Liga, il Maiorca batte l'Osasuna e si salva: Muriqi ancora protagonista  Liga, il Maiorca batte l'Osasuna e si salva: Muriqi ancora protagonista -> Il Maiorca di Vedat Muriqi è ufficialmente salvo. La squadra allenata da Javier Aguirre ha (...) ---  
Roma - Lazio, Under 16: incredibile svista arbitrale beffa i biancocelesti - VIDEO  Roma - Lazio, Under 16: incredibile svista arbitrale beffa i biancocelesti - VIDEO -> Non c'è Var, tanto meno la goal line technology nel campionato Allievi Nazionali Under 16. Se ci (...) ---  
Comunicato 22.05.2022 Comunicato 22.05.2022 -> Sui cori razzisti e gli slogan antisemiti come quelli riportati in queste ore su alcuni siti e (...) ---  
Lazio, rivoluzione o restyling? Senza Milinkovic e Luis Alberto sarà anno 0 Lazio, rivoluzione o restyling? Senza Milinkovic e Luis Alberto sarà anno 0 -> di Stefano Cieri Leiva, Luiz Felipe e Strakosha sono partenti sicuri, ma non saranno gli unici. Il (...) ---  
Laziomania: gli addii veri, presunti, i protagonisti, le comparse, Milinkovic Laziomania: gli addii veri, presunti, i protagonisti, le comparse, Milinkovic -> di Luca Capriotti Difficile raccogliere tutto quello che questa stagione ha dato alla Lazio, ai (...) ---  
Lazio, terzo anno di fila sopra la Roma: non era mai successo nell’era Lotito  Lazio, terzo anno di fila sopra la Roma: non era mai successo nell’era Lotito -> La Lazio ha chiuso al quinto posto in classifica a quota 64 punti, 1 in più della Roma arrivata (...) ---  
Il sorpasso di Sarri, l'impresa di Italiano Il sorpasso di Sarri, l'impresa di Italiano -> di Alberto Dalla Palma Firenze torna in Europa dopo sei anni e celebra il rientro nella Coppe in (...) ---  
LaziAlmanacco di domenica 22 maggio 2022 LaziAlmanacco di domenica 22 maggio 2022 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di domenica 22 maggio 2022 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Leiva, la lettera agli  Leiva, la lettera agli "amici laziali": "Compagni, tifosi, Sarri e Inzaghi. Vi ringrazio..." - FOTO -> Dopo esser intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, Lucas Leiva ha condiviso su Instagram (...)

Autore Topic: Dazn, dove sarebbe la transizione verso il futuro? E la lotta alla pirateria non c'entra nulla  (Letto 231 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 28190
  • Karma: +10/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.calciomercato.com



Dispiace dirlo, ma DAZN proprio non ce la fa. Ha cominciato male, ha continuato malino e ora vuole addirittura ripensare - ovvero riscrivere - il contratto che ha dapprima ideato, poi stilato, infine sottoposto a migliaia di clienti. Dunque, all’inizio, non era - per usare un eufemismo - perfettamente “attrezzata” a trasmettere le partite di Serie. Ad un certo punto, magari prima d’un rigore o nel mezzo d’un’azione importante, l’immagine si bloccava e partiva la rotella, il ricaricamento o “buffering”, all’inglese (l’immediata traduzione in italiano non è bellissima: “tampone”).

Potevano essere problemi derivanti da una rete domestica privata debole o da una casa troppo grande con grossi muri, ma quando molti utenti hanno verificato che, per esempio Netflix, si vedeva benissimo, s’è capito che la responsabilità di questo disservizio era di chi diffondeva i dati ovvero DAZN. Proteste, scuse (deboli), ripristino a singhiozzo e, infine, miglioramento della diffusione con conseguente comunicato trionfale della società: "Stiamo contribuendo alla transizione digitale italiana!". Questo, in sintesi, il messaggio che si unisce retoricamente all’ odierna parola magica in cui c’imbattiamo quotidianamente: TRANSIZIONE. E’ tutta una transizione, chi non transita è perduto, perciò DAZN si autoproclama tra i primi transitanti del Paese.

Gli abbonamenti, però, continuano a essere deludenti. Non raggiungono la cifra sperata e, allora, ne pensano un’altra. Tirano fuori il magico, sempre valido jolly della pirateria! Troppe seconde utenze, dicono, e quindi bisogna impedirle. Non più due in contemporanea, come da contratto, ma solo una. Si fa un po’ di mente locale e viene fuori che: a) la pirateria è un’altra cosa: centinaia, migliaia di utenze illegali che proliferano esponenzialmente; b) la seconda utenza è nel contratto e allora, se concedo la possibilità a mio cugino  di vedere la partita a casa sua e non mia, utilizzo la facoltà (che ho pagato) di usarla, lo stesso dicasi se invece di mio cugino la partita la vede un mio amico: le fruizioni o gli utilizzi sono sempre e solo due; c) chi ha sottoscritto un contratto lo ha fatto a certe condizioni che andrebbero rispettate dalle due parti. Se ho pagato il biglietto per una partita, non mi chiedono l’aumento tra il primo e il secondo tempo con la scusa che gli spettatori sono pochi (anche se le norme consentono a DAZN, previa adeguata comunicazione, di apportare delle modifiche e garantendo agli utenti il diritto di recesso).

Morale: lo spettacolo non è mai stato un granché, DAZN non ha “transitato” alcunché, la pirateria c’entra poco o niente. Resta solo un po’ di furbizia, nemmeno tanto furba.

Vai al forum