Autore Topic: Lazio, Signori: "Immobile in Nazionale non si discute. Ecco qual il vero problema"  (Letto 154 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 30535
  • Karma: +10/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.corrieredellosport.it


L'ex bomber biancoceleste è tornato sul suo passato e non solo: "Io un idolo dei tifosi come oggi è Ciro"



                   ROMA - "Sono stato un idolo dei tifosi, come lo ora Immobile: Ciro merita tutto questo, giusto che la corona ce l'abbia anche lui perch un grande bomber e giocatore. Io sono contento di quello che sono riuscito a fare con la maglia della Lazio, stato un onore". Ha parlato cos Beppe Signori ai microfoni di Lazio Style Channel. L'ex bomber biancoceleste, sempre nei cuori di tutti i laziali, ha poi continuato: "Sto bene, sono stati anni difficili ma l'importante guardare al futuro e riprendere la mia vita. Nel 2011 cambiato tutto, l'anno prima a Coverciano avevo conseguito il patentino per allenare. Gli ultimi dieci anni non me li ridar nessuno, ma ora mi piacerebbe allenare i ragazzi per mettermi alla prova. A giugno inizier in un'accademia a Miami, poi vedremo se arriveranno altre opportunit. Nel libro pubblicato c' tutta la mia carriera ed anche quello accaduto dopo, essere riuscito ad ottenere la verit stato un orgoglio, una vittoria".

Signori e il problema Nazionale

"Le situazioni in Nazionale sono diverse, io purtroppo giocavo in un ruolo diverso da quello che avevo nel club. Gli attaccanti vengono considerati solo se segnano, Immobile in Nazionale ha avuto qualche problema come tanti altri bomber del passato, ma il suo valore non si discute. Il problema dell'Italia parte da lontano, non solo dall'eliminazione. I settori giovanili abbandonati si stanno segnalando da anni, se i giovani calciatori italiani non trovano spazio nei rispettivi club, il problema generale e non riguarda i singoli. La Lazio di Sarri ha bisogno di tempo, era prevedibile vedere un anno di alti e bassi. Quando arrivi da tante stagioni con lo stesso allenatore e cambi, delle difficolt erano quasi scontate. Per i biancocelesti hanno tutto per raggiungere un posto nella prossima Europa League".



                

Vai al forum