LaziAlmanacco di domenica 25 settembre 2022 LaziAlmanacco di domenica 25 settembre 2022 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di domenica 25 settembre 2022 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio (...) ---  
Under 18, Lazio - Roma 3-0: il derby è biancoceleste! Under 18, Lazio - Roma 3-0: il derby è biancoceleste! -> Giornata di derby per gli aquilotti dell'Under 18 guidati daD'Urso. AlCentro Sportivo (...) ---  
Infortunio Casale, ecco l'esito dei controlli: il comunicato della Lazio Infortunio Casale, ecco l'esito dei controlli: il comunicato della Lazio -> La Lazio ha diramato un comunicato relativo all'infortunio di Nicolò Casale. L'ex Verona (...) ---  
Lazio-Parisi, il presidente dell’Empoli: “Affare per gennaio? Ora dico no. E Vicario…” Lazio-Parisi, il presidente dell’Empoli: “Affare per gennaio? Ora dico no. E Vicario…” -> Fabrizio Corsi, ai microfoni di Radio Incontro Olympia, ha parlato del terzino mancino e del (...) ---  
Lazio, Louise Eriksen esclusiva:  Lazio, Louise Eriksen esclusiva: "Christian felice per me, ama l'Italia" -> La centrocampista delle Women biancocelesti è sorella dell'ex Inter: "Mio fratello mi ha (...) ---  
Lazio, presto a Roma un parco pubblico intitolato a Umberto Lenzini Lazio, presto a Roma un parco pubblico intitolato a Umberto Lenzini -> Novità in vista,a tinte biancocelesti, nella toponomastica della Capitale. Molto presto un parco (...) ---  
Lazzari 2027: Lazio in azione per blindarlo Lazzari 2027: Lazio in azione per blindarlo -> di Daniele Rindone Il terzino è in scadenza nel 2024 la società si è fatta avanti per strappare la (...) ---  
LaziAlmanacco di sabato 24 settembre 2022 LaziAlmanacco di sabato 24 settembre 2022 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di sabato 24 settembre 2022 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...) ---  
Lazio, Gila realizza il sogno di una vita: l’emozione per l’esordio  Lazio, Gila realizza il sogno di una vita: l’emozione per l’esordio -> Un sogno diventato realtà quello di Mario Gila. Dopo l’esordio con la Lazio, desiderava fortemente (...) ---  
Lazio, abbonati da record. Ecco il dato finale: 26.193 tifosi Lazio, abbonati da record. Ecco il dato finale: 26.193 tifosi -> È il terzo numero più alto dal 2004. E con lo Spezia riapre la Maestrelli (...) ---  
Il Montenegro di Marusic perde di misura contro la Bosnia: la prova del biancoceleste Il Montenegro di Marusic perde di misura contro la Bosnia: la prova del biancoceleste -> Il Montenegro di Marusic perde 1-0 contro la Bosnia nel match valido per il quito turno di Nations (...) ---  
Lazio, Parolo e Lulic tra i nuovi allenatori Uefa A Lazio, Parolo e Lulic tra i nuovi allenatori Uefa A -> I due ex centrocampisti biancocelesti hanno superato a Coverciano gli esami finali del corso. Con (...) ---  
Conti Lazio: bilancio, costi inferiori. E abbonamenti al rialzo Conti Lazio: bilancio, costi inferiori. E abbonamenti al rialzo -> di Daniele Rindone Al 30 giugno 2022 rosso minore di un anno fa (17,42 milioni) e ingaggi tagliati (...) ---  
Lazio, Immobile ko: problema muscolare, niente Inghilterra Lazio, Immobile ko: problema muscolare, niente Inghilterra -> Il bomber si ferma a poche ore dal match di San Siro. Mancini deve disegnare di nuovo la (...) ---  
LaziAlmanacco di venerdì 23 settembre 2022 LaziAlmanacco di venerdì 23 settembre 2022 -> da LazioWiki: LaziAlmanacco di venerdì 23 settembre 2022 Gli incontri disputati dalla S.S. Lazio in (...)

Autore Topic: Laziomania: ok il rigore, ma facci questi cambi e facci giocare, Sarri  (Letto 38 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 29079
  • Karma: +10/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
www.calciomercato.com



di Luca Capriotti


Io lo penso da un bel po’: il Napoli è più forte della Lazio, anzi, per me lotterà fino alla fine per la vetta. Il divario tra Lazio e Napoli si è però accorciato. La squadra è forte, giganteggia, ha carattere. Ok, e la Lazio? La squadra di Sarri inizia fortissimo, gela gli ospiti e alla terza partita complessa di questa settimana va a vuoto. Prima sconfitta in campionato, fa male? Molto, perché l’impressione è che la Lazio non abbia le rotazioni, non abbia i cambi, e non basti Vecino a far rifiatare gli 11. Sarri, facci i cambi. 

TURNOVER QUANDO? - Ok, lo penso da un po’. Non è una novità: Sarri ha qualche ritrosia a fare i cambi. A cambiare, variare gli 11. Il problema non è qui, contro il Napoli: serviva partire con una formazione diversa contro la Samp. Non serve tanto: 3-4 titolari che partono fuori. Non sappiamo come sarebbe finita a livello di risultato, ma accidenti sicuramente non sarebbe finito il fiato. Serve maggior flessibilità. Alcuni vanno aspettati, vero: da Marcos Antonio a Cancellieri, sicuramente partono dietro nelle gerarchie. Nello stesso tempo, hanno bisogno di minutaggio per entrare, applicare quello che stanno imparando. Vedere Immobile, e non solo, stremato e schiacciato. Non è sbagliata la formazione anti-Napoli, è sbagliato pensare di giocare sempre con gli stessi le altre. Attenzione: siamo ai primi di settembre, ci sta provare di cementare il gruppo, lo sto dicendo perché sia un monito per il futuro.

COSA SALVO - La prima sconfitta della Lazio non è drammatica, più di qualcosa si salva. Un’ottima linea difensiva che contiene un Osimhen rabbioso, un ottimo avvio, uno Zaccagni che finalmente ritorna al gol, e ne aveva bisogno. Salvo i recuperi rabbiosi degli esterni, il sacrificio, Milinkovic che prova a prenderci sulle spalle ma non riesce.  Ma Luis Alberto? Ma il possesso palla? 

PASSO INDIETRO - Diciamocelo: la fatica, la tensione, quello che volete, ma Lazio-Napoli per me è un piccolo passo indietro. Niente di drammatico, è una sconfitta che ci sta, ma qualche cosa non ha funzionato. Il Napoli ha tenuto sempre il pallone, partiamo da qui: il nostro proverbiale palleggio, che tanto bene avevamo allenato, orchestrato, organizzato. Luis Alberto non ci è servito perché la Lazio ha tenuto il baricentro troppo basso, non è riuscita a tenerselo, questo pallone, non ha saputo imporre il gioco. E Luis Alberto così ci serve a poco. 

Non solo: i due gol denunciano due situazioni in cui la Lazio dovrà crescere, e in fretta. Calci piazzati e una certa indolenza nel seguire gli inserimenti, così buttiamo via le partite, e non sto parlando di qui, della partita contro il Napoli. Troppo statica sulle gambe, la Lazio. Troppo poco convinta di farcela. Contro il Napoli non sono i gol a fare la differenza, ma una certa incapacità di tenere i ritmi, la prepotenza tecnica e il pallone. Manca la prestazione di livello altissimo, ed è un peccato. 

GLI EPISODI - Altra cosa che dobbiamo mettere in chiaro: la classe arbitrale non è adeguata, e Sozza non è stato adeguato. Il rigore c'era, eccome se c'era, e non sono d'accordo con questa applicazione del protocollo. Abbiamo visto Aureliano richiamato dal VAR per molto meno, a vedere molto meno (quel mezzo rigorino su Quagliarella). Quello era rigore, l'arbitro era magari messo bene ma è chiaro che non ha visto il braccio largo e alto, e il gomito sul mento. Sul gol, Kim spinge a due mani e manda fuori giri Luis Alberto. Andava fermato il gioco. E sono due episodi gravi, ma la notte è stata costellata di gialli a caso, decisioni poco chiare, un Sozza disastroso che azzoppa una partita corretta. Inadeguato, semplicemente. Se questo è il futuro, viene da sperare nell'apocalisse zombie.

Ma torniamo un attimo a noi, anche se è stato necessario questo inciso arbitrale. Se contro la Samp la prestazione buona non è stata premiata, stavolta è il primo vero stop. Deve far riflettere, senza grossi drammi ma anche con la giusta testa e fame. Non sono i dettagli, è il quadro generale per la prima volta quest’anno ad essere meno convincente. Attenzione però, ora guardiamoci negli occhi: non è un disastro, non è un dramma, ma l’inizio di campionato ci ha dato già qualche indicazione. Serve più turnover, serve più fedeltà al nostro credo, alle nostre caratteristiche. Serve più Sarri, e più coraggio. Più fede.

Vai al forum