Serbia, piovono critiche. Anche Milinkovic nell'occhio del ciclone Serbia, piovono critiche. Anche Milinkovic nell'occhio del ciclone -> Vlahovic in ritardo di condizione, Milinkovic deludente, il ct Stojkovic sotto accusa: si alza la (...) ---  
Lazio Primavera, col Pescara serve continuità. Una sorpresa tra i convocati Lazio Primavera, col Pescara serve continuità. Una sorpresa tra i convocati -> La Lazio Primavera fa visita al Pescara, ad inizio stagione era considerata l'avversaria da (...) ---  
Milinkovic, una carriera divisa a metà: la scelta di vita dei due fratelli Milinkovic, una carriera divisa a metà: la scelta di vita dei due fratelli -> Oggi sono titolari inamovibili nella Serbia, ma la carriera dei fratelli Milinkovic sarebbe potuta (...) ---  
La Lazio Women scende in campo contro la violenza sulle donne La Lazio Women scende in campo contro la violenza sulle donne -> La Lazio Women scende in campo contro la violenza sulle donne con iniziative e attività sociali in (...) ---  
Uruguay Mondiale | Vecino in una posizione inedita contro la Corea: ecco dove ha giocato Uruguay Mondiale | Vecino in una posizione inedita contro la Corea: ecco dove ha giocato -> Nella Lazio di Maurizio Sarri è diventato un titolare anche per la sua duttilità, essendosi (...) ---  
Podavini: "Seguo sempre la Lazio, Zaccagni è fondamentale per Sarri" Podavini: "Seguo sempre la Lazio, Zaccagni è fondamentale per Sarri" -> L’ex difensore biancoceleste Gabriele Podavini è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, (...) ---  
Lazio, caccia al tesoro: Ilic, Susic e Thuram jr Lazio, caccia al tesoro: Ilic, Susic e Thuram jr -> di Daniele Rindone Il serbo del Verona e il croato del Salisburgo seguiti da tempo. Occhi sul (...) ---  
Lazio, emozionante dedica social per Maurizio Manzini Lazio, emozionante dedica social per Maurizio Manzini -> Nel giorno del suo 82° compleanno arrivano gli auguri speciali del club per lo storico dirigente (...) ---  
Ozpetek e il nuovo film a Montesacro nel segno di Maestrelli - FOTO Ozpetek e il nuovo film a Montesacro nel segno di Maestrelli - FOTO -> Ferzan Ozpetek è pronto a tornare. Il regista turco naturalizzato italiano nel 2023 lancerà il suo (...) ---  
Firmani: "Il gol contro il Parma per Gabriele Sandri arrivò dall'alto" Firmani: "Il gol contro il Parma per Gabriele Sandri arrivò dall'alto" -> L'ex centrocampista biancoceleste Fabio Firmani è intervenuto ai microfoni di Lazio Style (...) ---  
Lazio, Basic compie 26 anni: gli auguri del club Lazio, Basic compie 26 anni: gli auguri del club -> Il messaggio sui social da parte della società biancoceleste per il centrocampista croato, che ha (...) ---  
Lazio, la ripresa si avvicina: ecco come sta Immobile Lazio, la ripresa si avvicina: ecco come sta Immobile -> La sosta per il Mondiale in Qatar è arrivata nel momento giusto in casa Lazio. I biancocelesti, (...) ---  
Lazio, idea Success come vice Immobile Lazio, idea Success come vice Immobile -> di Marco Ercole Sarri ha bisogno di un’alternativa in attacco, piace il nigeriano dell’Udinese (...) ---  
Under 13 | Orlando premiato con la Green Card del Fair Play Under 13 | Orlando premiato con la Green Card del Fair Play -> Un semplice gesto all’insegna dei valori sportivi della lealtà e della correttezza capace di (...)

Autore Topic: Atalanta-Lazio 0-2: segnano Zaccagni e Felipe Anderson  (Letto 52 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 29482
  • Karma: +10/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
Atalanta-Lazio 0-2: segnano Zaccagni e Felipe Anderson
« : Domenica 23 Ottobre 2022, 20:00:10 »
www.gazzetta.it

I biancocelesti passano a Bergamo con una prova da incorniciare. Il brasiliano raddoppia dopo il gol iniziale di Zaccagni. Espulso Muriel nel finale. Sesto risultato utile per Sarri, primo k.o. per Gasperini

Aveva chiesto una prova di maturità, Sarri, alla sua Lazio priva di Immobile. La ottiene, il tecnico, anche oltre le aspettative. È una vittoria netta, al di là del 2-0 finale, quella che i biancocelesti colgono sul campo di un’Atalanta che non riesce mai ad entrare in partita, sovrastata dal ritmo e dal palleggio della formazione romana. Che sblocca subito con Zaccagni, controlla e poi chiude la partita in apertura di ripresa con Felipe Anderson. Risultato che non è mai in discussione e che lancia la formazione romana nei piani alti della classifica, dove ora si ritrova appaiata proprio al’Atalanta. Quinta vittoria nelle ultime sei partite per i Sarri boys e sesto clean sheet consecutivo. Prima sconfitta, invece, per l’Atalanta.

ZACCAGNI-GOL—   
70
Leggi i commenti
La Lazio prende subito il comando delle operazioni in mezzo al campo e non lo lascia più. La palla gira veloce e i centrocampisti di Sarri non la perdono mai. L’Atalanta prova in tutti i modi, col pressing e con l’aggressività, a spezzare le trame dei biancocelesti, ma non ci riesce quasi mai. La superiorità territoriale degli ospiti si traduce subito nel gol che rompe l’equilibrio. Lo realizza al 10’ Zaccagni che anticipa Soppy e Okoli sul traversone di Pedro, a sua volta innescato sulla fascia da Lazzari. La manovra della formazione di Sarri si sviluppa centralmente, ma poi trova gli sbocchi vincenti sulle fasce dove Zaccagni (soprattutto) e Pedro fanno il bello e il cattivo tempo. Per spezzare l’egemonia dei biancocelesti Gasperini inverte di fascia i due esterni di centrocampo: Soppy va a sinistra e Hateboer si piazza a destra. La mossa a qualcosa serve, perché, almeno per un po’, la Lazio fatica a trovare le uscite giuste. È la fase centrale della prima frazione, nella quale finalmente si vedono un po’ anche i padroni di casa. L’occasione più grossa per il pareggio capita sulla testa di Hateboer (cross di Soppy), ma la conclusione finisce alta. La posizione dell’olandese, peraltro, sembra in fuorigioco (in caso di rete sarebbe stata rivista al Var). Nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo sale però di nuovo in cattedra la Lazio, con il consueto fraseggio stretto e le aperture improvvise sulle fasce . Vecino va per due volte vicino al raddoppio. Sulla prima occasione il suo tiro finisce di poco a lato, poi - servito da Milinkovic - spara alto da ottima posizione.

ELIPE-BIS—   Nell’intervallo Gasperini prova a scuotere la sua squadra con due cambi. Mette dentro Djimsiti (per Okoli) e Malinovskyi (per Pasalic). Ma l’inerzia della partita non cambia. La Lazio continua a macinare il suo gioco fatto di paleggio stretto e veloce e sfruttamento chirurgico delle fasce. La formazione di Sarri è subito pericolosa in apertura di ripresa con Milinkovic. E trova il raddoppio già al 7’ grazie a Felipe Anderson che capitalizza al meglio la discesa di Marusic, lanciato nello spazio vuoto (l’Atalanta è sbilanciata) da Cataldi. La squadra biancoceleste insiste, controlla il gioco e prova anche a triplicare, ma l’Atalanta tiene botta. Gasperini le prova tutte. Inserisce anche Maehle (per Soppy) e poi ripropone Zapata che fa il suo ritorno in campo nel quarto d’ora finale al posto di Lookman, quindi anche Ederson (per De Roon). La Lazio rallenta un po’ i ritmi dopo il 20’, ma si chiude bene sulla sua trequarti e l’Atalanta, che pure ci mette foga e determinazione, non trova sbocchi. L’unica palla buona arriva sulla testa di Koopmeiners, ma la conclusione dell’olandese (da buona posizione) finisce sopra la traversa. Anche Sarri, che vede i suoi che cominciano ad accusare un po’ di stanchezza, attinge forze fresche dalla panchina. Entrano così Basic (per Cataldi, con Vecino che diventa centrale), Hysaj (per Lazzari) e infine Cancellieri per Pedro (Anderson va sulla fascia e Cancellieri fa la prima punta). La partita non offre più emozioni. Muriel trova però lo stesso il modo di farsi espellere (doppia ammonizione, la prima per simulazione, la seconda per una brutta entrata su Anderson).

Vai al forum