Autore Topic: Lazio, la difesa vale quanto Immobile  (Letto 91 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 30447
  • Karma: +10/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
Lazio, la difesa vale quanto Immobile
« : Luned 24 Ottobre 2022, 07:03:05 »
www.corrieredellosport.it



di Alberto Dalla Palma

                   Se la Lazio inizia a vincere anche senza Immobile, allimprovviso potrebbe diventare un grande problema per le squadre che si erano attrezzate per lo scudetto e sono anche oggi ai vertici della classifica. Il 2-0 di Bergamo, apertamente applaudito da Gasperini e dai giocatori dellAtalanta nel post partita, timbra definitivamente lingresso della squadra di Sarri nelllite del campionato. Una gara perfetta, e non un modo di dire: dallinizio alla fine, Mau ha incartato Gasperini in tutte le zone del campo, impedendogli di sviluppare il suo gioco. I gol di Zaccagni e Felipe sono stati due capolavori nati dal gioco e dalla pressione che la Lazio ha esercitato sullAtalanta, senza un attimo di sosta: il cioccolatino di Pedro allesterno biancoceleste rappresenta una gemma proprio come lassist di Marusic al brasiliano, che ha sostituito Immobile al centro dellattacco. Ovviamente con movimenti diversi, ma con una intensit che va applaudita: nelluscita dal basso, Felipe si sempre proposto o come sponda o come terminale, sostenuto dai due compagni di reparto che hanno fatto un lavoro estenuante in fase difensiva. Segno che tutti sono entrati in sintonia con Sarri, che almeno questa settimana riuscito a lavorare per una sola partita, appunto quella di Bergamo, senza il tormento dellimpegno europeo. E in pi, come ha spiegato dopo il successo, ha potuto sfruttare un terreno in condizioni perfette, che lui vorrebbe riavere anche allOlimpico, apparso anche ieri sera durante Roma-Napoli in pessimo stato: impresa, questa, molto pi difficile che assemblare la Lazio attuale dopo un anno di grandi polemiche e tormenti.

Anche i numeri dicono che la Lazio sta diventando una grande protagonista del campionato, non solo grazie alla miglior difesa del torneo (solo 5 gol subti, gli ultimi il 3 settembre scorso in casa contro il Napoli) ma anche per la terza vittoria consecutiva in trasferta: la crescita del reparto arretrato dovuta al perfetto movimento collettivo, ma innegabile che un ruolo decisivo lo abbiano avuto anche Provedel - dopo le difficolt accusate da Strakosha e Reina gi dai tempi di Inzaghi - e Romagnoli, che nel ruolo di centrale-ultr diventato determinante come Milinkovic, Immobile e Zaccagni. Arrivato al quarto gol stagionale, lex trequartista del Verona sta interpretando il calcio di Sarri come un veterano. chiaro che il problema del vice Immobile di ruolo esiste e resta, in attesa che riapra anche il mercato a gennaio, ma se i gol di Ciro se li divideranno, nel frattempo, proprio Zaccagni, Felipe e Pedro, la soluzione pu essere rinviata ancora per qualche settimana. Prima della sosta per il Mondiale del Qatar ci saranno anche due impegni decisivi in Europa League: Sarri dovr coinvolgere nel giro delle punte anche Cancellieri, ritenuto troppo acerbo e ancora non adatto a fare lattaccante centrale, e forse il giovane Romero ma nella posizione di esterno.

Ieri, per la prima volta, Mau non ha ritenuto necessario utilizzare il talento cristallino di Luis Alberto, che potrebbe essere decisivo gioved sera in Coppa: Vecino, ormai, diventato un punto fermo della Lazio e quando lAtalanta ha rivoluzionato il suo assetto cercando pi corsa e pi profondit, il tecnico ha preferito chiedere aiuto a Basic. Se lo spagnolo riuscir a intuire che si pu vincere anche in sedici e, soprattutto, anche entrando in corsa (come a Firenze, quando stato decisivo nel finale), potrebbe trasformarsi nellarma in pi di una squadra che sta facendo innamorare la sua gente. Dai tempi del presidente Cragnotti e del secondo scudetto, non cera tanto entusiasmo intorno alla Lazio: anche questa una vittoria di Sarri, proprio come quella di Bergamo.

Vai al forum