Lazio in ritiro in Turchia: Sarri aspetta, ma ecco le possibili date Lazio in ritiro in Turchia: Sarri aspetta, ma ecco le possibili date -> La preparazione invernale potrebbe svolgersi lontano da Formello, i tempi però, sono stretti. Il (...) ---  
Laziomania: ma non dovevano comprare Milinkovic Savic? Laziomania: ma non dovevano comprare Milinkovic Savic? -> di Luca Capriotti In un giorno e una notte cambia tutto, nel calcio. Viene fatto passare come un (...) ---  
Lazio, Gila jolly per l’Europa: ora sogna l’esordio in Serie A Lazio, Gila jolly per l’Europa: ora sogna l’esordio in Serie A -> di Carlo Roscito Sarri l’ha fatto giocare da titolare solo in Coppa: il difensore vuole (...) ---  
Lazio in cerca di un terzino ma Sarri insiste per Ilic a centrocampo  Lazio in cerca di un terzino ma Sarri insiste per Ilic a centrocampo -> di Nicola Berardino l serbo del Verona è legato all'addio di Luis Alberto. In difesa occhi (...) ---  
Lazio, tra Sarri e Luis Alberto convivenza forzata Lazio, tra Sarri e Luis Alberto convivenza forzata -> di Daniele Rindone È il giorno della ripresa a Formello: si riparte con un caso aperto e di (...) ---  
Serbia, S. Milinkovic preoccupa: la caviglia è messa male Serbia, S. Milinkovic preoccupa: la caviglia è messa male -> Il Sergente della Lazio è uscito malconcio dopo la partita con il Camerun: parte livida e (...) ---  
Lazio, scatta la ripresa: Sarri ha dato appuntamento alla squadra Lazio, scatta la ripresa: Sarri ha dato appuntamento alla squadra -> Tutti a Formello da mercoledì, ferie invernali finite per i giocatori non impegnati al Mondiale. (...) ---  
Ali da blindare, Lazio in azione per il rinnovo di Zaccagni Ali da blindare, Lazio in azione per il rinnovo di Zaccagni -> di Daniele Rindone Non solo Pedro, Felipe e Romero. I biancocelesti trattano anche con l’ex (...) ---  
Riecco il vero Romagnoli, a difesa della Lazio formato Champions Riecco il vero Romagnoli, a difesa della Lazio formato Champions -> Ha completato i mesi di rodaggio ed è stato decisivo per ricostruire il reparto arretrato: con lui (...) ---  
Signori: "L'affetto dei tifosi della Lazio vale più di ogni scudetto" Signori: "L'affetto dei tifosi della Lazio vale più di ogni scudetto" -> L'ex attaccante biancoceleste Giuseppe Signori è intervenuto ai microfoni di Lazio Style (...) ---  
Milinkovic, spettacolo al Mondiale: la Serie A elogia il suo “Re” - FOTO Milinkovic, spettacolo al Mondiale: la Serie A elogia il suo “Re” - FOTO -> Un gol da campione quello che ha realizzato Milinkovic oggi nella sfida contro il Camerun. Peccato (...) ---  
Serbia, S. Milinkovic si rammarica: “Un errore ci è costato caro” Serbia, S. Milinkovic si rammarica: “Un errore ci è costato caro” -> Il Sergente della Lazio in gol contro il Camerun dispiaciuto per il 3-3 finale. Ma i numeri lo (...) ---  
#SingaSong | Cragnotti: "quotLa Lazio sta facendo grandi cose, ricordo l'abbraccio con suor Paola il gi #SingaSong | Cragnotti: "quotLa Lazio sta facendo grandi cose, ricordo l'abbraccio con suor Paola il gi -> In occasione della prima edizione di Sing a Song, organizzato dall’ associazione So.Spe di suor (...) ---  
#SingaSong | Suor Paola: "Una serata particolare a sostegno della So.Spe" #SingaSong | Suor Paola: "Una serata particolare a sostegno della So.Spe" -> In occasione della prima edizione di Sing a Song, organizzato dall’ associazione So.Spe, Suor (...) ---  
Lazio, Milinkovic e il gol mondiale: è il settimo biancoceleste della storia Lazio, Milinkovic e il gol mondiale: è il settimo biancoceleste della storia -> Il Sergente segna al Camerun e da Roma in tanti esultano. La sua rete si aggiunge ad altre di (...)

Autore Topic: Muriqi: "Lazio? Mi sentivo una me... giocavo quando stavo male"  (Letto 60 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 29509
  • Karma: +10/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
Muriqi: "Lazio? Mi sentivo una me... giocavo quando stavo male"
« : Giovedì 10 Novembre 2022, 01:19:42 »
www.LaLazioSiamoNoi.it



Vedat Muriqi si racconta in una lunga intervista a Relevo ripresa da Tuttomercatoweb. L'attaccante, ceduto in estate al Maiorca, racconta la sua esperienza in biancoceleste. Ecco le sue parole: "Quando ero in Italia ho passato momenti difficili. in Turchia le cose stavano andando bene, poi ho ricevuto la chiamata della Lazio e non ero sicuro di prendere quella decisione. In Turchia la gente mi amava e segnavo tanti gol. Ma dovevo provare quell'esperienza. La Lazio è uno dei migliori club in Italia e all'epoca era anche in Champions League. Ho deciso di partire, ma mi sono infortunato e le cose non sono partite bene. Sono tornato e ho segnato due gol, ma non mi hanno dato la possibilità di giocare. Quando stavo male giocavo anche 45 minuti, quando stavo bene non mi davano la possibilità di giocare. Sono stati due anni molto difficili".

La punta continua con il racconto: "Con i compagni mi sono trovato molto bene, ho ancora tanti ex compagni con cui parlo spesso come Milinkovic, Marusic e Pepe Reina. Questi ragazzi mi hanno aiutato molto. Ho avuto la sfortuna di aver giocato solo quando non stavo bene. All'allenatore non piacevo e non piacevo nemmeno ai tifosi. Ma si tratta pur sempre di calcio. Quando tornavo a casa non ero felice, tornavo arrabbiato e triste. È stata una situazione molto difficile per me, poi è cambiato tutto quando sono arrivato al Maiorca in gennaio".

La scelta di andare in Spagna ha cambiato la sua vita: "In quei due anni ho parlato molto con mia moglie che è più forte di me. Mi ha detto che dovevo essere forte, che dovevo essere pronto a cogliere l'opportunità. Dopo l'allenamento ho iniziato a lavorare con un preparatore atletico e in due mesi ho recuperato la forma. Anche quella mentale. Stavo solo aspettando il mio momento, che però non arrivava mai. Ci sono stati giorni in cui stavo bene e pensavo che sarei tornato presto al top come al Fenerbahce. Poi mi sono sentito una merda. Pensavo che il calcio fosse finito per me. Ero molto negativo e critico con me stesso. Poi la scelta di andare al Maiorca ha cambiato la mia vita. Non mi aspettavo di diventare un idolo qui ma fin dall'inizio ho sentito un grande affetto intorno a me. Venivo da un anno e mezzo complicato e il Maiorca aveva bisogno dei miei gol. Quando abbiamo iniziato a trattare per un contratto lungo, ho notato subito il supporto dei tifosi e questo mi ha sorpreso".

Vai al forum