Autore Topic: Il piano Sarri: una Lazio con due terzini volanti  (Letto 58 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 29848
  • Karma: +10/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
Il piano Sarri: una Lazio con due terzini volanti
« : Sabato 10 Dicembre 2022, 13:02:05 »
www.corrieredellosport.it



di Daniele Rindone

Il tecnico pensa a una squadra con Lazzari a destra e un esterno rapido anche a sinistra: Parisi è il preferito, Pellegrini è l’occasione


                   ROMA - Terzini volanti, per usare uno slang post-moderno. Piacciono a Sarri, che ha fatto di Lazzari un esterno basso coi fiocchi, una fionda. Il piano di Mau è ripetere l’esperimento a sinistra aggiungendo alla rosa un mancino veloce. Lazzari più Parisi, è questo il disegno del Comandante. Ma non è da escludere la candidatura di Luca Pellegrini, oggi in prestito all’Eintracht Francoforte, di proprietà della Juve. Parisi e Pellegrini hanno identikit simili: 22 anni il primo, 23 anni il secondo, 1,78 di altezza entrambi, piede sinistro, valutazioni economiche diverse. Per Parisi l’Empoli chiede 15 milioni, si può tentare l’assalto a 12. Il prezzo di Pellegrini è poco sotto i 10 milioni. Sarri sperava di avere un terzino titolare già a gennaio, dopo il summit con Lotito e Tare gli è stato garantito un tentativo per acquistare un vice Marusic e avere un’alternativa in più a sinistra. Non è detto che arrivi, il mercato di gennaio sarà condizionato dall’indice di liquidità negativo e dai debiti fiscali-retributivi che scadranno il 22 dicembre (circa 40 milioni per la Lazio stando all’inchiesta del Fatto quotidiano) e per i quali le società di A interessate hanno chiesto vanamente allo Stato una maxi-rateizzazione e lo scudo penale. Lotito e Tare per gennaio proveranno ad accontentare Sarri chiudendo l’uscita di Kamenovic in prestito per favorire l’arrivo di un nuovo terzino. A meno che non arrivino offerte cash per Luis Alberto, ipotesi remota. Per giugno potrebbero aprirsi scenari diversi su Parisi o Pellegrini.


Parisi

Fabiano Parisi è il nome fatto da Sarri già nel gennaio scorso, continua a considerarlo ideale per rinforzare la fascia sinistra. Per il tecnico il piano di rinnovamento iniziato un anno e mezzo fa non può prescindere dall’acquisto di un terzino mancino che gli garantisca la possibilità di costruire gioco anche da sinistra. Parisi è uno dei terzini più ambiti sul mercato. La Juve era pronta a muoversi prima che scoppiasse la bufera “bilanci”. Il Wolfsburg ha fatto un sondaggio. Ci sono voci sulla Fiorentina. Corsi punta a venderlo a giugno, non ha un’alternativa pronta per sostituirlo a gennaio. Ma durante il mercato invernale terrà aperta la porta agli interessati con l’idea di concedere una pista preferenziale per l’estate. Lotito e Corsi hanno un ottimo rapporto, rafforzato ancora di più dall’elezione di Rebecca Corsi, figlia del presidente dell’Empoli, a consigliere della Lega di A. Una candidatura sponsorizzata da Lotito. Ma gli affari sono affari. Lotito e Corsi in estate non hanno trovato l’accordo per la cessione di Vicario. L’Empoli, per Parisi, non è disposto a riconoscere trattamenti favorevoli a nessuno.


Pellegrini

È più facile arrivare a Luca Pellegrini, Juve permettendo. È stato proposto dalla scuderia Raiola, rappresentata da Rafaela Pimenta. È sotto contratto con la Juve fino al 2025, potrebbe essere ceduto in prestito con riscatto obbligatorio. È una formula che può interessare la Lazio. Con Rafaela Pimenta in estate si è trattato l’arrivo di Romagnoli, il contatto può favorire la trattativa per Pellegrini. L’esterno romano è cresciuto nella Roma, ha voglia di rilanciarsi in Italia. L’esperienza tedesca inizialmente è stata condizionata da due infortuni: Pellegrini è riuscito a giocare 9 volte in Bundesliga, 7 da titolare. Da qui a giugno spera di farsi notare ancora di più per diventare un uomo mercato.
                

Vai al forum