Autore Topic: Arriva Lotito, altra strigliata alla Lazio  (Letto 70 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 29795
  • Karma: +10/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
Arriva Lotito, altra strigliata alla Lazio
« : Sabato 7 Gennaio 2023, 08:29:44 »
www.corrieredellosport.it


Dopo le parole di Sarri, anche il presidente affronta i giocatori: pretende una reazione immediata



                   ROMA - Tre punti persi e due ramanzine incassate. La Lazio ha finito di pagare in palestra la sconfitta di Lecce: un confronto tira l'altro, il bis c' stato ieri pomeriggio, ha di nuovo fatto ritardare l'inizio della seduta programmata per le 15. In campo, fino alle 16 e passa, non s' vista anima viva. C'erano gli ostacoli e i birilli sistemati per il riscaldamento, dei calciatori nemmeno l'ombra. Il motivo era semplice: il presidente Lotito, deluso per la prestazione al Via del Mare, aveva raggiunto la squadra all'interno del centro sportivo appena prima che cominciasse l'allenamento previsto. Un'ora abbondante di colloquio, ha seguito quello di gioved con protagonista Sarri e i giocatori. Il tecnico era stato il primo a non aver gradito il calo mentale nella ripresa di mercoled a Lecce.

REPRIMENDA

Ventiquattr'ore dopo ci ha pensato Lotito a rincarare la dose. Tutti chiusi in palestra: infortunati e non, titolari e riserve, dal primo all'ultimo della rosa. Naturalmente c'erano anche il ds Tare e Sarri stesso. Non andato gi il ko di Lecce, il patron biancoceleste non ha fatto nulla per nasconderlo (eufemismo). Una strigliata costruttiva, pi che altro un richiamo al senso di responsabilit: si pu anche perdere una partita, non in questo modo, concedendo ritmo e fiducia agli avversari, permettendo il ribaltone avversario soprattutto per mancanza di temperamento. Le speranze di Champions League, gi complicata di per s vista la velocit delle prime quattro in classifica, di certo non vanno cestinate per via di un atteggiamento sbagliato.

CARATTERE

Lo spiritus pugnandi, da sempre motivo di vanto di Lotito, non pu mai mancare. S'aspettava un altro piglio alla ripartenza del campionato, invece arrivata subito una delusione dopo la lunghissima sosta per i Mondiali. Toni vigorosi come suo solito. E' stata chiesta un'immediata reazione contro l'Empoli, un appuntamento che a maggior ragione non va steccato. Non solo per motivi di classifica. L'analisi del periodo recente, seppur con in mezzo lo stop per le gare in Qatar, deve spingere alla concentrazione massima: la Lazio ha perso 4 degli ultimi 6 match ufficiali, dal 30 ottobre in poi riuscita a superare soltanto la Roma nel derby e il Monza nel successivo turno infrasettimanale (doppio 1-0).

CALO

Soddisfazioni circondate da risultati in netta flessione: sono state perse le partite di campionato contro Salernitana, Juventus e Lecce, pi quella di Europa League con il Feyenoord, decisiva per il mancato passaggio del girone e la conseguente retrocessione in Conference. Lo sfogo di Lotito si concretizzato ieri, ha fatto visita a Formello esclusivamente per incontrare e rimproverare la squadra. Fino a qualche ora prima era in clinica Paideia dove gioved stato operato al ginocchio suo figlio Enrico, diventato in estate dg della Primavera e della Lazio Women.

RICHIAMO

Le sue parole sono rimaste blindate allinterno del Training Center, si possono immaginare i concetti gi ribaditi durante la cena di Natale. Il presidente, anche in quel caso, aveva parlato di spirito di gruppo e senso di appartenenza come requisiti fondamentali per il conseguimento degli obiettivi stagionali. Il clima straordinario di cui aveva parlato a fine dicembre, ieri, si respirato un po meno. Pretende continuit di rendimento dal punto di vista tecnico, limpegno totale come imprescindibile fattore morale. La squadra, subito dopo lo scossone presidenziale, si presentata in campo per un allenamento a ritmi elevati. Vanno conservati pure contro l'Empoli. Altrimenti non sar un buon compleanno, c' da giurarci.

                

Vai al forum