Autore Topic: Lazio, Zaccagni superstar: gol e botte da record  (Letto 43 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 29848
  • Karma: +10/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
Lazio, Zaccagni superstar: gol e botte da record
« : Domenica 22 Gennaio 2023, 18:05:46 »
www.corrieredellosport.it



di Daniele Rindone

Calcia e segna quanto Ciro: 15 tiri e 7 gol in campionato. È tra i giocatori più bersagliati dopo Neymar, Vinicius e Zaha

                   ROMA - Danno la caccia a Zaccagni. In campo, non sul mercato. È tra i giocatori più ricercati e bersagliati dei 5 campionati top: primo Neymar (57 falli subiti), poi Vinicius del Real Madrid e Zaha del Crystal Palace (56), segue Zac (51). Tackle davanti, tackle da dietro, placcaggi stile football, spallate, scarpate. L’hanno messa sul piano fisico e personale per bloccare le sue discese, i suoi slalom, le sue volate . Ma non basta. Mattia Zaccagni resiste con tutta la forza e la velocità che ha e zacchete: colpisce. La scintilla che mancava per dare fuoco alle sue polveri l’ha trovata dentro di sé e incarnando il sarrismo più spinto. Lampi, ritmi folli, assalti feroci, stoccata e fuga. Non fa respirare terzini ed esterni che provano a sbarrarlo. Il calcio è strano. Oggi Zaccagni ha i numeri di Immobile: 7 gol in campionato, 15 tiri per entrambi. Sgomma e lotta, solo Milinkovic (124) ha vinto più duelli di Zaccagni (92) nella Lazio.


L’esplosione

Azioni, situazioni, occasioni. Questo Zaccagni, soprattuto in assenza di Ciro, è il pericolo numero uno della Lazio. Resiste agli urti, disegna azioni ariose e ficcanti appiattendosi a centrocampo, chiedendo scambi ai compagni, scattando a tutta birra con quei dribbling a rientrare che disorientano la marcatura. Zaccagni si fionda così in area o affonda sulla fascia garantendo cross. Gli skill di Lazio-Bologna rendono bene l’idea del suo stato di forma scintillante, della sua evoluzione tecnica e tattica. « Sarri mi ha migliorato sotto l’aspetto mentale, anche a livello tattico e in fase realizzativa » . Sarri non vuole attaccanti esterni semplicemente allineati, vuole che siano invasori. Zaccagni, in particolare quando Immobile è fuori, parte da ala, sconfina al centro, segna e disegna assist (3 in A). Fa l’attaccante totale, è diventato anche rigorista, a Reggio Emilia ha calciato lui: « Ciro non c’era per battere il rigore, non è stata la prima volta. Abbiamo deciso così con Luis Alberto, ho chiesto a lui cosa volesse fare essendo da più anni qui. Ha detto “se te la senti batti”, sono andato io sul dischetto ». Con Luis Alberto, genio di nuovo compreso da Sarri, Zaccagni si trova a meraviglia: «Con Luis Alberto ho un’intesa pazzesca, mi piace giocare con lui, ci troviamo e mi diverto».


Passato e futuro

Zaccagni prepara l’assalto al Milan, farà parte del tridentino (non proprio “ino”) con Felipe falso nueve e Pedro. Prima di firmare con la Lazio il suo nome fu associato ai rossoneri. Tullio Tinti, suo ex manager, nell’agosto 2021 fu visto entrare nella sede del Milan. Ancora prima si era parlato di Zaccagni per il dopo Çalhanoglu. Il 31 agosto arrivò la Lazio. Zaccagni era il secondo della lista degli attaccanti esterni, il primo era Kostic, il terzo Cabral, poi arrivato a gennaio in prestito. Un anno e mezzo dopo è in ballo il suo rinnovo. E’ in scadenza nel 2025, aveva firmato un contratto di 4 anni a 1,8 milioni più bonus. Lotito e Tinti erano stati vicini allo strappo, non trovavano l’accordo economico. Alla fine fu chiuso con la promessa di rivedere l’intesa. Zaccagni nel frattempo è esploso: ha segnato 5 gol nella scorsa stagione (4 in campionato, uno in Europa League), ha servito 7 assist (6 in A, uno in Europa). Quest’anno ha superato il record di gol personale (al massimo era arrivato a 6 nel 2021-22, due li aveva segnati col Verona prima di trasferirsi a Roma). Oggi è gestito dall’agente Giuffredi, a fine anno era iniziata la trattativa per il rinnovo fino al 2027. Gli exploit nel calcio hanno sempre un prezzo. C’è una distanza da colmare, si tratta. La richiesta si attesterebbe sopra i 2,5 milioni, l’offerta è più bassa. Le parti lavorano per chiudere il nuovo accordo dopo la conclusione del mercato. Contratto antifurto, copertura antiurto.

             

Vai al forum