Autore Topic: La partita perfetta  (Letto 25 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline News Biancocelesti

  • *
  • Post: 30137
  • Karma: +10/-3
    • Mostra profilo
    • www.biancocelesti.org
La partita perfetta
« : Sabato 4 Marzo 2023, 09:00:15 »
www.corrieredellosport.it



di Alberto Dalla Palma

Leggi il commento sulla vittoria della Lazio di Sarri al Maradona

                   La partita perfetta di Sarri si celebra al Maradona, dove nessuno ha ancora dimenticato il Napoli di Higuain, di Mertens, di Callejon, di Koulibaly e di Jorginho. Il Masaniello biancoceleste tornato nello stadio dove era diventato celebre e ha costruito la Lazio dei suoi sogni, quella che cercava da pi di un anno: solida, organizzata, compatta e pronta a ripartire negli spazi che le venivano concessi. Il timore che Osimhen e Kvara potessero abbattere la difesa di Mau svanito anche nei momenti pi difficili: il nigeriano ha colpito una traversa con un colpo di testa mentre il georgiano si liberato solo un paio di volte per i suoi temibili cross a rientrare su cui il Napoli ha spesso segnato in questa stagione. Lattenzione dei biancocelesti stata ossessiva come mai lavevamo vista in passato: Sarri la inseguiva da tempo, quando parlava di organizzazione collettiva si riferiva proprio alla modalit con cui una squadra si deve opporre agli avversari e finalmente al Maradona si tolto una delle pi grandi soddisfazione della sua carriera. 

Premesso che la Lazio ha giocato una partita capolavoro, bisogna individuare in Vecino e Luis Alberto i simboli di una notte indimenticabile, che Mau e i suoi giocatori hanno trascorso al secondo posto in classifica grazie a tre successi consecutivi e, appunto, al colpo contro il Napoli. Linserimento delluruguaiano davanti alla difesa, al posto di Cataldi, stata la mossa la mossa vincente di Sarri, che si deciso a cambiare dopo mesi di riflessione. A lui Vecino piace come mezzala, non come centrale alla Jorginho: stavolta ha studiato la mossa e ha addestrato lex interista a muoversi tra la qualit di Luis Alberto e la potenza di Milinkovic. Non solo il gol decisivo e vincente, ma anche la grande occasione in avvio in cui Di Lorenzo ha tolto il pallone dalla porta con un salvataggio incredibile: sar difficile, adesso, considerare Vecino solo il dodicesimo giocatore come accaduto fino a ora. 

Lo spagnolo, invece, diventato il rappresentante del sacrificio e della dedizione alla causa: ha messo la sua enorme qualit al servizio della Lazio, soprattutto nelle uscite dal basso, ma ha anche corso e difeso come poche altre volte era riuscito a fare. Una crescita intravista nelle ultime settimane e che il tecnico ha premiato dopo il gol decisivo contro la Sampdoria: il merito del cambiamento di Luis Alberto, sul cui futuro adesso dovranno riflettere tutti con molta attenzione, proprio di Sarri, che non lo ha mai abbandonato e lo ha stimolato a cambiare atteggiamento, in campo e fuori. Vedere un giocatore di cos grande talento sacrificarsi come ha fatto al Maradona per Mau, probabilmente, vale ancora pi dei tre punti conquistati con una gara perfetta. 


Lazio, scatto Champions

Un successo che pu cambiare il campionato della Lazio, frenato prima dai deludenti pareggi contro Empoli, Fiorentina e Verona e riacceso adesso da unimpresa che forse nemmeno il pi ottimista dei tifosi biancocelesti si sarebbe mai aspettato. Fino a ieri sera, il Napoli aveva perso solo a Milano contro lInter di Simone Inzaghi e, soprattutto, aveva vinto le ultime otto: un segnale forte, per tutti, nel torneo ristretto che vale la qualificazione Champions. Per tre posti ci sono cinque squadre: le due romane, le due milanesi e lAtalanta. Ecco perch il successo del Maradona pu fare la differenza se la squadra di Sarri manterr la continuit delle ultime settimane, in cui stata impegnata anche in Europa, dove torner marted contro lAz. Sarri dovr fare delle scelte, cambiare qualche interprete cercando di mantere lo stesso rendimento: la Conference gi diventato un palcoscenico interessante, ma la qualificazione Champions potrebbe davvero cambiare il futuro della squadra e della societ, che non naviga nelloro e che da uneventuale qualificazione potrebbe trovare, per la prima volta, lo slancio per investire e aumentare le proprie ambizioni. 

Vai al forum